se la dieta diventa un tabù

 

Ai bambini insegniamo di tutto e cerchiamo di dialogare su tutto, è l’educazione del secondo millennio: è corretto e doveroso parlare con loro di affettività, di sesso nei modi e nei tempi che la loro età richiedono, di malattie, di guerra, di politica… Ma quando parliamo di alimentazione, rischiamo di essere additati come istigatori all’anoressia.

E’ in uscita negli Stati Uniti un libro che già prima di essere in commercio sta sollevando un polverone: Maggie Goes On A Diet. Maggie ha 14 anni, è in forte sovrappeso e diventa una star della squadra di calcio della scuola dopo una drastica perdita di peso. Una storia come un’altra scritta secondo il più classico degli schemi narrativi, se non fosse che il pubblico a cui è rivolta questa fiaba moderna va dai 4 agli 8 anni. Paul Kramer, l’autore, parte da un dato di fatto innegabile: l’aumento dell’obesità infantile negli Stati Uniti, il 119% in più tra il 1999 e il 2007. Lo stesso dato che spinge Alice Waters e Michelle Obama a battersi da anni per insegnare la corretta alimentazione nelle scuole americane, covo di merendine ipercaloriche e bibite gassate. Ma le migliori intenzioni spesso non sono capite.

L’autore ha sicuramente toccato un tasto delicato, tanto che ora, già prima dell’uscita prevista ad ottobre, il libro è oggetto di durissime critiche da parte di molti genitori che ritengono aberrante associare il sovrappeso con l’insuccesso e parlare di dieta a quell’età. Ma ha anche sollevato un problema che non si può più ignorare: l’obesità infantile negli Stati Uniti esiste, eccome, ed è un allarme sanitario di non poco conto. Forse i genitori che si stanno inalberando contro Paul Kramer dovrebbero inalberarsi allo stesso modo anche contro chi spaccia cibi industriali e pieni di zucchero come una sana e corretta alimentazione.

E se la casa editrice ascoltasse le critiche e cambiasse il titolo in ‘Maggie impara a mangiare sano’, non sarebbe meglio?

 

Se ti è piaciuto questo articolo, non perdiamoci di vista. Aggiungi Margherita.net ai tuoi preferiti. Basta premere contemporaneamente i tasti CTRL e D sulla tua tastiera. Prova! :-)

 
 
NOVITÀ SU MARGHERITA
 

Un commento su “se la dieta diventa un tabù

  1. Tra i consigli alimentari che ho più seguito ci sono quelli contenuti nel libro di Michele Allegri dal titolo “mangiare senza ingrassare” (www.amazon.com) e riproposti in parte nel blog dell’autore all’indirizzo http://kronoalimentazione.blogspot.com. Infatti Allegri è l’inventore della kronoalimentazione, è un vero esploratore dei gusti della gente e sa come mixare buoni sapori, tradizioni culinarie mediterranee e cibi a bassissimo indice glicemico. Allegri ha scoperto che se mangi pasta alla mattina, anche in grande quantità, però cotta in acqua senza sale e condita con molto olio e pochi spezie, non ti fa ingrassare di un etto. Dimenticavo: parlo di pasta integrale, quella con le fibre. Il tutto deve essere accompagnato da un doppio caffè senza zucchero. Non conta affatto la quantità del cibo ma ciò che si mangia e a che ora, questa è il metodo della kronoalimentazione. Spero di averti fatto cosa gradita nel descrivervi a sommi capi l’alimentazione tradizionalista dell’Allegri.

I commenti sono chiusi.