L’ecografia

Ginecologia
Ginecologia

L’ecografia, che crea immagini degli organi interni utilizzando onde ultrasonore, è un esame che può attualmente essere eseguito in ogni ospedale o ambulatorio. Questa tecnica è utile per la cura della salute generale delle donne.

Gli ultrasuoni
Sono costituiti da energia sotto forma di onde ultrasonore prodotte da un piccolo cristallo.
Le onde ultrasonore si muovono ad una frequenza troppo alta per essere udite dall’orecchio umano. Esse sono dirette ad una particolare parte del corpo attraverso un dispositivo chiamato trasduttore.

Il trasduttore viene mosso sulla cute o può essere utilizzato all’interno di diverse parti del corpo, come la vagina. Le onde ultrasonore vengono mandate indietro dai tessuti del corpo sotto forma di echi; questi vengono trasformati in immagini degli organi interni e del feto durante la gravidanza. Le immagini appaiono su un monitor simile ad un televisore.
Gli ultrasuoni non sono necessari per ogni donna o in ogni gravidanza. L’ecografia viene spesso utilizzata per un possibile problema o controllare una condizione nota.

Ecografia in ostetricia

viene utilizzata

  • per esaminare la crescita del feto nell’utero della madre,
  • per valutare la gravidanza. E’ importante soprattutto se il ginecologo sospetta che il feto non stia crescendo adeguatamente. L’ecografia può fornire preziose informazioni riguardo alla salute ed al benessere del bambino tra cui:
    – l’età del feto
    – la percentuale di crescita del feto
    – la posizione della placenta
    – la posizione, i movimenti, le respirazioni e la frequenza cardiaca
    del feto
    – la quantità di liquido amniotico presente nell’utero
    – il numero di feti
    – eventuali difetti congeniti.
  • L’ecografia può essere utilizzata per monitorare la frequenza cardiaca fetale prima e durante il travaglio: la frequenza cardiaca fetale può indicare il benessere del bambino.
  • L’ecografia viene utilizzata per misurare il flusso di sangue nei vasi uterini, fetali e del cordone ombelicale che connette il feto alla placenta. In questo caso gli ultrasuoni non creano una immagine ma registrano il suono del battito cardiaco.
  • L’ecografia viene utilizzata durante la gravidanza per trovare la causa di un sanguinamento o di un dolore; può essere impiegata anche per diagnosticare una gravidanza ectopica.

Ecografia in ginecologia
viene utilizzata in ginecologia per esaminare gli organi pelvici e – insieme alla mammografia – le mammelle.
Consente di

  • identificare una tumefazione pelvica o mammaria
  • misurare la sede e le caratteristiche di una massa
  • diagnosticare i problemi che causano dolore pelvico
  • localizzare la posizione di un dispositivo intrauterino -IUD
  • monitorare l’ovulazione nel trattamento della sterilità

L’ esame ecografico è utile anche nelle coppie sterili: può essere impiegato per aspirare gli ovociti per una fecondazione in vitro, un processo in cui un ovocita viene fecondato in provetta in laboratorio e poi posizionato nella donna.
Può anche essere utilizzato per valutare il numero e le dimensioni dei follicoli quando viene indotta l’ovulazione.

Se ti piace Margherita.net abbonati gratis alla nostra newsletter settimanale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.