Fare la modella, spazio alle modelle italiane. Come cambia il lavoro di modella, e delle agenzie di modelle, nel mondo post-coronavirus

Uno dei più interessanti sviluppi sembra essere la ricerca di modelle italiane. Intervista ad Antonio Venuti di The Wolves Model Management a Milano. Le nuove possibilità per le aspiranti modelle…

Fare la modella, spazio alle modelle italiane. Come cambia il lavoro di modella, e delle agenzie di modelle, nel mondo post-coronavirus
Fare la modella, spazio alle modelle italiane. Come cambia il lavoro di modella, e delle agenzie di modelle, nel mondo post-coronavirus

Quando a fine febbraio 2020 Giorgio Armani ha deciso di sfilare a porte chiuse, ed è stata cancellata l’ultima giornata della Milano Fashion Week (anche se Parigi poi ha sfilato regolarmente…) sì è capito che nel mondo della moda sarebbe saltato tutto. Letteralmente. Nei giorni immediatamente successivi le modelle straniere (che rappresentano la quasi totalità delle modelle su Milano) hanno iniziato a partire, per paura del virus, o per paura di non poter fare rientro a casa se fossero rimaste a Milano troppo a lungo.

E adesso, in attesa di capire che forma prenderà il mondo della moda e il lavoro di modelle, fotografi, agenzie e chiaramente stilisti quando l’emergenza sarà passata, ecco che le agenzie di modelle iniziano già a muoversi per essere pronte al momento della ripresa.

Uno dei più interessanti sviluppi sembra essere la ricerca di modelle italiane, che per evidenti motivi potrebbero offrire al mercato quello che nei prossimi mesi le modelle straniere non sarebbero in grado di offrire. Una novità, ed una opportunità che siamo certi in molte sapranno cogliere al volo. Di questo e del futuro che aspetta il mondo della moda abbiamo parlato con Antonio Venuti dell’agenzia di modelle The Wolves Model Management di Milano, ecco cosa ci ha detto.

Cosa è successo in quei giorni nel mondo delle agenzie di modelle e delle modelle stesse? Voi come la avete vissuta?
Ovviamente non sapevamo cosa pensare, avevamo due ragazze quel giorno che dovevano sfilare per Giorgio Armani ed al mattino ci hanno chiamato molto presto per anticipare il call time delle ragazze. Il giorno dopo quando hanno cancellato l’ultima giornata della Fashion Week e piano piano molti lavori venivano cancellati, o posposti a data destinarsi, non avevamo una chiara idea del pericolo, anche perché le notizie ancora era tutte incerte. Abbiamo mantenuto la calma e abbiamo detto alle nostre modelle di fare lo stesso ma ovviamente di prendere le giuste precauzioni. C’è stato comunque davvero molto panico, dovuto poi al susseguirsi della vicenda e giustamente abbiamo detto loro che erano libere di poter tornare a casa se lo desideravano.

Come è la situazione attuale? Come si stanno riorganizzando le agenzie di modelle, in Italia e all’estero, per far fronte a questa emergenza che non ha praticamente precedenti?
Adesso di booking per le ragazze ovviamente non c’è praticamente nulla, ma con il mio team siamo sempre al lavoro per un motivo o per un altro. In questo momento, come altre agenzie a Milano, stiamo cercando volti nuovi sul territorio Italiano, proprio per ripartire da noi e dare una chance in più a tante ragazze che nella nazione rincorrono questo sogno. Ovviamente non sarà un casting dal vivo, ma ci avvaliamo dell’aiuto della tecnologia. Lo stesso stanno facendo altre agenzie all’estero per forza di cose…

The Wolves Model Management lavora su Milano e sul mercato italiano. Come vedete voi la ripartenza una volta superata questa fase? Che mondo sarà quello della moda, e delle modelle, delle produzioni fotografiche, delle pubblicità?
Eh bella domanda. Io credo che ci sarà sicuramente una rivoluzione all’interno del nostro ambiente. Purtroppo ad oggi nessuno sa dare una risposta certa di quello che sarà, possiamo fare ipotesi ed agire cercando una soluzione a tutte quelle, proprio per il motto “estote parati”.  C’è tanta speranza e tanta voglia di continuare ad andare avanti, nessuno si ferma anche se da casa.

Le modelle italiane, anche e soprattutto quelle che ancora non sono modelle ma potrebbero tranquillamente esserlo, potrebbero diventare una risorsa molto preziosa in un periodo come questo. Come vi state organizzando voi e cosa consigli a chi vorrà provarci, magari approfittando di questa nuova opportunità nata da una situazione di cui tutti avremmo volentieri fatto a meno?
Noi sin dalla prima settimana avevamo organizzato degli open call in agenzia, poi da quando c’è stato il divieto di assembramento abbiamo dovuto ovviamente cancellarlo. Come ti dicevo prima stiamo facendo una ricerca tramite social network, che da una parte può essere molto difficile per un insieme di cose, dall’altra è comunque interessante in questo periodo perché ci porta a studiare nuovi sistemi per lo scouting ed ovviamente a perfezionarne altri. A chi vuole provarci consiglio vivamente di farlo, ormai forse abbiamo fin troppo tempo da dedicare a tante cose, ed una lezione che ci ha dato questo maledetto virus è di non perdere tempo a procrastinare un’idea o un progetto, ma di cogliere l’attimo e farlo.

Spero in una bellissima rinascita della nostra nazione e del nostro ambiente, dettando nuovamente i canoni che sono stati i nostri blasoni per anni e che ancora lo sono.

Ringraziamo Antonio Venuti – The Wolves Model Management Milano
http://www.thewolvesmodel.com/
https://www.instagram.com/thewolvesmodel/

In collaborazione con ADVERSUS
NOVITÀ SU MARGHERITA

Prendere il sole fa bene o fa male?

In realtà la prescrizione del dermatologo di limitare le radiazioni ultraviolette sulla cute va vista in funzione delle esigenze e delle realtà di ogni singolo paziente e non va mai assolutizzata…