Il matrimonio? un affare post romantico

Essere sposati significa anche finire sotto l’occhio implacabile di studiosi che scrutano e analizzano il matrimonio quasi fosse un animale in via di estinzione. La storica Pamela Haag ha appena pubblicato un libro dal titolo Marriage confidential, dopo aver studiato 2000 coppie moderne e ha dichiarato senza troppi complimenti che ci troviamo in piena epoca post romantica.

Secondo la Haag infatti post romantica descrive bene l’evoluzione subita negli ultimi 50 anni dal matrimonio, in cui le aspettative sono cambiate. Ci troviamo oggi di fronte a matrimoni senza conflitti, o meglio definiti ‘semifelici’. Come dire che non si litiga più, ci si rispetta di più in apparenza, ma la sorpresa di questi studi è che il più alto tasso di divorzi risiede proprio in questo tipo di matrimoni, a basso tasso di conflitti e alto tasso di tradimenti, magari consumati virtualmente online, ma pur sempre di tradimenti si tratta.

E Spousonomics è il risultato di un altro studio condotto da due economiste, Paula Szuchman e Jenny Anderson che spiegano come i principi dell’economia possono essere applicati al matrimonio per farne un rapporto felice. Qualche esempio? La divisione dei compiti è un bluff, non si può dividere il lavoro al 50 % all’interno di una coppia, se uno dei due odia lavare i piatti non è giusto che lo subisca. Le autrici propongono dunque che ognuno nella coppia faccia ciò per cui è portato e il resto lo contratti in cambio di qualche beneficio. E per ottenere che tuo marito/moglie paghi in tempo le bollette, è inutile arrabbiarsi, ma va applicato un principio economico, quello degli incentivi. Se lo fa in tempo avrà un premio. E ancora suggeriscono di valutare sempre ‘costi/benefici’ prima di fare qualsiasi scelta che coinvolga la coppia: se uno dei due vuole andare in vacanza con gli amici deve mettere sulla bilancia da un lato il muso che la moglie/marito terrà per le settimane successive contro il vantaggio di godersi una vacanza con gli amici/amiche.

Margherita.net

Se ti piace leggere Margherita.net, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.