Menopausa e terapie sostitutive, integratori e consigli dello specialista

 
Menopausa e terapie sostitutive, integratori e consigli dello specialista
Menopausa e terapie sostitutive, integratori e consigli dello specialista

Quali sono le terapie più efficaci per contrastare gli effetti della menopausa? E quali gli stili di vita e alimentari più indicati per questo importante e delicato periodo della vita della donna? Tra terapie ormonali sostitutive e leggende metropolitane che a volte lasciano il tempo che trovano, il panorama delle terapie consigliate è piuttosto vario. Abbiamo chiesto al Prof. Costantino Di Carlo, Professore Associato di Ginecologia e Ostetricia presso l’Università Magna Grecia di Catanzaro, di aiutarci a fare chiarezza, e a capire come comportarsi quando arriva questo momento.

Si parla spesso di ‘terapia ormonale sostitutiva’, quali sono i pro e i contro di questa terapia?
La terapia sostitutiva ormonale è estremamente efficace nel contrastare tutti gli effetti della menopausa. Esistono numerosissimi differenti prodotti che possono essere utilizzati, sfruttando diverse vie di somministrazione. Benché sia diffusa la paura che queste terapie possano condurre ad un aumentato rischio di trombosi o di tumore della mammella, l’aumento del rischio, anche secondo gli studi più pessimistici, è modestissimo: 1 caso di ictus e 0,8 casi di tumore della mammella in più ogni 1000 donne che fanno uso di queste terapie. Va inoltre sottolineato che una scelta accorta della terapia più opportuna a seconda della condizione della donna è in grado di ridurre moltissimo o, addirittura, di azzerare questi rischi.

Quale è il modo migliore per affrontare la menopausa, anche sotto il profilo dello stile di vita, alimentare?
In un’ottica positiva, la menopausa può divenire il momento in cui fare il punto della situazione sul proprio stato di salute. Si è giunte ad una nuova fase della vita  in cui è necessario adottare stili di vita più sani. Smettere di fumare, ridurre l’assunzione di alcool, porre cura ad un’alimentazione sana e praticare un’attività fisica moderata (ma non troppo blanda!) sono tutte iniziative che contribuiranno a ridurre quei rischi associati allo stato postmenopausale.

Si legge spesso che il latte di soia sia un ottimo integratore da assumere durante il periodo della menopausa. Si tratta di una delle molte leggende metropolitane o c’è una base scientifica?
Nel 2013 una valutazione sistematica della letteratura scientifica esistente ha concluso che non vi sono evidenze scientifiche a supporto di un’efficacia della soia nei confronti delle vampate di calore e delle sudorazioni notturne. Ad ogni modo, oltre al latte di soia vi è tutta una serie di supplementi nutrizionali che vantano effetti benefici sui sintomi della menopausa. Va sottolineato che si tratta di supplementi nutrizionali e non di farmaci. Questi prodotti sottostanno alla stessa regolamentazione degli alimenti e non a quella dei medicinali.

In pratica, mentre un farmaco, per essere immesso in commercio deve dimostrare la propria efficacia, un supplemento non ha questa necessità. Inoltre, mentre medicinali equivalenti, devono, per legge, contenere all’incirca la stessa dose della stessa sostanza, supplementi apparentemente identici possono avere un contenuto molto diverso per principio attivo e per dose. E’ quindi difficile stabilire se questi supplementi siano o meno efficaci, perché la loro efficacia è stata valutata in studi che utilizzavano prodotti diversi per contenuto e per dose che hanno dato risultati diversi.

Ringraziamo il Prof. Costantino Di Carlo Professore Associato di Ginecologia e Ostetricia presso l’Università Magna Grecia di Catanzaro

Alessio Cristianini per Margherita.net

 
NOVITÀ SU MARGHERITA