Margherita.net | Affaridicuore | Sei soddisfatta della tua vita sessuale?

Sei soddisfatta della tua vita sessuale?

Oh, che argomento delicato, imbarazzante forse, ma sicuramente molto vicino a molte delle ragazze, e …

soddisfattavistasessuale600

Oh, che argomento delicato, imbarazzante forse, ma sicuramente molto vicino a molte delle ragazze, e ragazzi, che ci stanno leggendo. La vita sessuale di una coppia è uno di quei temi che spesso si preferirebbe evitare, un tema troppo pericolosamente vicino ai delicati equilibri che tengono insieme una coppia.

Una vita sessuale talmente tanto a rischio che ormai – in certe categorie sociali negli Stati Uniti pare – pare essere un fenomeno in via di estinzione. Le ansie da performance, lo stress del lavoro, la costante paura di perderlo e trovarsi sulla strada, le preoccupazioni per la situazione economica, il futuro poco roseo… ansie e preoccupazioni molto tipicamente americane (ma che stanno arrivando al galoppo anche da noi, come purtroppo molte delle cose che provengono da oltreoceano…) determinano una crisi anche nella sfera sessuale. Si fa meno sesso, all’interno delle coppie, e il livello di soddisfazione di entrambi i partner è ai livelli minimi (mentre la frustrazione sale ai massimi…).

Ma non sono solo fattori esterni a influenzare negativamente la nostra vita sessuale. Pensiamo alla scarsa stima in noi stessi, alle incomprensioni con il partner, alla poca trasparenza e onestà all’interno di molte coppie… tutti questi e altri fattori contribuiscono ad aumentare i problemi che riguardano la vita sessuale all’interno di una coppia.

Ma poi come si fa a misurare il successo o l’insuccesso ella vita sessuale all’interno di una coppia? Non esistono mica dei ‘successometri‘ o dei ‘soddisfattometri‘. Nè sono sufficienti le analisi quantitative. Una coppia che lo fa ogni giorno non è necessariamente una coppia soddisfatta dal punto di vista sessuale, così come una coppia che lo fa molto meno spesso deve per forza di cose essere considerata una coppia insoddisfatta. Anzi, a volte vale proprio il contrario…

Allora bisogna far ricorso ad uno strumento di giudizio alquanto empirico, impreciso, ma indiscutibilmente efficace. “Sono soddisfatta/o della mia vita sessuale?” è la domanda che ci si deve porre, e alla quale cercare di dare una risposta onesta. Come ha fatto Loredana, la quale ha poi anche pensato di segnalarci le sue riflessioni in una lettera di cui pubblichiamo qualche riga “quando devo andare a letto e penso di dover ancora fare l’amore con il mio ragazzo mi sento male. non è colpa sua, almeno credo, ma mia. Non ho più voglia, ecco. Non mi sento a posto con il mio aspetto e questo si riflette sulla mia autostima, e di conseguenza sulla mia vita sessuale. Non è che con un altro sarebbe diverso, almeno credo…“.

Anche Maria ci ha scritto, qualche settimana fa, raccontandoci la sua situazione, dove sembra che un problema di incomprensione di fondo sia alla base della sua frustrazione “inizio a pensare che siamo incompatibili dal punto di vista sessuale. Lui si sente un amante stile casanova, ci mette moltissimo impegno, ma nelle cose sbagliate! Quello che piacerebbe fare a me lui lo salta a piè pari, per dedicarsi ad attività ginniche che evidentemente soddisfano le sue fantasie. Ed è soddisfattissimo, quasi orgoglioso, alla fine. Ma io? A me chi ci pensa? Chi ha il coraggio di dirgli che così non mi va? Non vorrei certo fargli crollare il castello di carte…

Per onestà dobbiamo dire che la situazione, invertendo i fattori, rimane quasi la stessa anche se vista dal punto di osservazione maschile. Sentite Paolo “Non capisco davvero cosa le piace, di sicuro mi sembra perennemente annoiata a letto, pare che non veda l’ora che io abbia finito. All’inizio non ci facevo caso, pensavo fosse colpa mia, ma adesso inizio a pensare che la causa di questa situazione sia lei. O è davvero colpa mia e del fatto che non so capire quello che vuole?

L’insicurezza e la mancanza di dialogo giocano ruoli molto importanti nella genesi di situazioni come quelle che abbiamo descritto. E poi lo stress della vita moderna “Ho così tanti problemi con il mio lavoro, che mi sento quasi in colpa a dedicare del tempo alla vita sessuale… con il lavoro che occupa ogni secondo della mia vita e monopolizza le mie preoccupazioni non ho davvero più voglia di sesso. Incredibile, se me lo avessero pronosticato solo un paio di anni fa avrei detto che erano matti…

Voi cosa ne pensate? Noi non vogliamo nemmeno tentare di proporre delle soluzioni, tanto è complesso e radicato questo problema. Vogliamo solo segnalarlo e chiedervi cosa ne pensate.

Siete soddisfatte/i della vostra vita sessuale? E se non lo siete, quale pensate sia la causa del problema? Voi, il vostro partner, entrambi? O magari lo stress del lavoro e della vita che conducete? Aiutateci a compilare un breve elenco di testimonianze, anonime, sullo stato della vita sessuale all’interno della coppia. Le lettere, storie, opinioni più interessanti e utili alle altre lettrici e ai lettori verranno pubblicate su questa pagina. Andate sul nostro blog per dire la vostra.

Margherita.net


Io posso dire di essere soddisfatta ora a 46 anni sposata da 23.
Il mio percorso è stato un lavoro con uno psicologo e l’uso della preghiera come un “mantra” nel senso che distogliendo dalla mente i pensieri negativi mi permette di rimanere nella realtà del rapporto tanto da averlo migliorato sempre nel tempo fino alla piena e completa soddisfazione. Il lavoro fatto mi ha permesso di riflettere con mio marito sul nostro rapporto fuori e dentro il letto e cioè dirsi e capire fino in fondo cosa ci piace e cosa no (sembra banale ma non lo è), quali sono i nostri ruoli e cosa è giusto fare e cosa no. Una regola che ci siamo dati è di dedicarci un appuntamento fisso per il rapporto sessuale mettendo in pratica il detto “l’appetito vien mangiando”.
Non so se sono riuscita a essere chiara, se cio che ho scritto può essere utile a qualcuno mi farà piacere.
Saluti a tutti


Anch’io vorrei dire qualcosa. Ho un rapporto da anni con una persona che -credo – mi ami molto, e me lo dimostra con l’affetto e la continua ricerca di contatto, mi telefona tutti i giorni, ci tiene tanto alla nostra storia che fa i salti mortali ( e anch’io) per vedermi. Tutto bene, possiamo passare poche ore insieme solo una volta la settimana perchè siamo sposati entrambi, ma quando finalmente ci incontriamo lui è talmente focoso (da sempre, anzi è aumentata questa cosa con gli anni) che quasi mi aggredisce, sembra che voglia fare una gara di sesso, piu’ ne facciamo meglio è , diciamo che sono cose che mi lasciano addirittura tramortita dalla passione che ci mette, persino in macchina mentre andiamo al nostro punto di incontro fa cose che a volte mi dico: adesso ci ammazziamo…..non so se mi spiego, è veramente una cosa fantastica da una parte, ma tremendamente impegnativa dall’altra, perchè lui continua a chiedermi mentre siamo insieme: ma ti piace, ma cosa devo fare per, ma cosa provi, ma guardiamoci nello specchio, guardati mentre, ecc. mi senbra una gara, come arrivare a un record. Ho provato a spiegarglielo, ma lui quasi si è offeso: ma come, siamo così appassionati, dopo tanto tempo è sempre meglio, non capisco! Non capisce che a volte il troppo stroppia…vorrei piu’ dolcezza, non il conto di quante volte lo facciamo…..poi comunque è dolce, mi bacia e abbraccia di continuo, quando mi telefona devo scappare col cellulare perchè mi fa arrossire…insomma, mi sono spiegata bene? Qualcuno mi puo’ rispondere? grazie


Condividi questo articolo sui tuoi social, usa le icone qui sotto

Foto dell'autore
A cura di

Margherita.net

ADVERSUS

SU ADVERSUS TENDENZE MODA UOMO, TAGLI DI CAPELLI, FITNESS, MODELLE...

Tutte le novità moda uomo, i tagli di capelli e il fitness. Le modelle di copertina. Le nuove tendenze moda uomo su ADVERSUS. Fai click qui!

Se ti è piaciuto questo articolo, non perdiamoci di vista. Aggiungi Margherita.net ai tuoi preferiti! :-)

I commenti sono chiusi.

NOVITÀ SU MARGHERITA