Lo spazio dei sogni. David Lynch, Kristine McKenna

Lo spazio dei sogni. David Lynch, Kristine McKenna
Lo spazio dei sogni. David Lynch, Kristine McKenna

«Il secondo dopoguerra era un periodo perfetto per essere bambini negli Stati Uniti. All’epoca, pur essendo la capitale dell’Idaho, Boise manteneva un clima da cittadina di provincia, dove i figli della classe media godevano di libertà oggi inimmaginabili» scrive Kristine McKenna a proposito dell’infanzia e della città natale di David Lynch. Il quale, da parte sua, conferma ma aggiunge: «Quando giravo in bici la sera, al buio, da certe case provenivano luci calde, accoglienti. In altre le luci erano basse. Ecco, io avevo la sensazione che dentro quelle case non succedessero cose belle».

Questo doppio registro narrativo – da un lato le oltre cento testimonianze di parenti, amici, attori, produttori, sceneggiatori e collaboratori che hanno lavorato con lui e che parlano unanimemente di Lynch come di una persona dolce e affabile e di un cineasta geniale, dall’altro la viva voce del protagonista che rivisita, talora con occhi diversi, gli stessi episodi e le stesse esperienze – è il tratto saliente di una biografia-autobiografia che, nel raccontare la vita del grande regista americano, offre una formidabile chiave d’accesso ai segreti della sua poetica e della sua creatività.

Il flusso corale di ricordi, sentimenti e riflessioni, reso in un linguaggio colloquiale che ne esalta la spontaneità, chiarisce la natura di quello sguardo eccentrico e visionario che guida in modo coerente la cinematografia di Lynch, lungo una sequenza di titoli dal successo alterno ma tutti capaci di sferzare la fantasia e smuovere l’inconscio dello spettatore: da Eraserhead(1977) a The Elephant Man (1980), da Velluto blu (1986) alla saga tv di Twin Peaks (1990), da Cuore selvaggio (1990) a Mulholland Drive (2001).

Ampio spazio è dedicato anche al talentuoso e vulcanico eclettismo del Lynch non regista. Che dipinge, una passione coltivata fin da ragazzo e mai abbandonata, con mostre in alcune delle più importanti gallerie del mondo; pratica la Meditazione Trascendentale; suona e compone musica; costruisce con le proprie mani oggetti, mobili e scenografie; e ha dato il proprio nome a una fondazione che promuove l’educazione infantile basata sullo sviluppo della coscienza.

Di questo corposo racconto, Lynch dice che ha appena scalfito la superficie delle cose. Eppure il ritratto dell’uomo e dell’artista che ne emerge è così penetrante da rendere difficile credere che vi si possa aggiungere qualcosa di essenziale.

Genere: Biografie e Memoir
ISBN: 9788804700777
576 pagine
Prezzo: € 25,00
15,5 x 23,3 cm
Cartonato con sovraccoperta
In vendita dal 28 agosto 2018

David Lynch si è imposto ai vertici del cinema internazionale sin dal suo film di debutto Eraserhead, del 1977. Tre volte candidato all’Oscar come miglior regista per i film The Elephant Man (1980), Velluto blu (1986) e Mulholland Drive (2001) e insignito del Leone d’oro alla carriera alla Mostra del cinema di Venezia del 2006, ha vinto la Palma d’oro a Cannes con Cuore selvaggio (1990), ha scatenato in tutto il mondo negli anni Novanta la «Twin Peaksmania», grazie all’omonima serie televisiva, e ha consolidato nel tempo la sua reputazione di artista poliedrico e visionario. Questo è il suo secondo libro dopo In acque profonde (2008), un volume sulla Meditazione Trascendentale, edito in Italia da Mondadori.

Kristine McKenna ha scritto per il «Los Angeles Times» dal 1977 al 1998 e dal 1979 è amica intima di David Lynch, che ha intervistato in diverse occasioni. I suoi numerosi articoli sono comparsi anche su «Artforum», «The New York Times», «ARTnews», «Vanity Fair», «Washington Post» e «Rolling Stone». Tra i suoi libri, ricordiamo due raccolte di interviste e The Ferus Gallery: A Place to Begin (2009).

L'OROSCOPO DI MARGHERITA
Oroscopo dell'ariete
Oroscopo del toro
Oroscopo dei gemelli
Oroscopo del cancro
Oroscopo del leone
Oroscopo della vergine
Oroscopo della bilancia
Oroscopo dello scorpione
Oroscopo del sagittario
Oroscopo del capricorno
Oroscopo dell'acquario
Oroscopo dei pesci

 

Leggi ADVERSUS, il magazine per l'uomo. Fai click qui

 

Se ti è piaciuto questo articolo, non perdiamoci di vista. Aggiungi Margherita.net ai tuoi preferiti. Basta premere contemporaneamente i tasti CTRL e D sulla tua tastiera. Prova! :-)

 
LINKS SPONSORIZZATI
NOVITÀ SU MARGHERITA

Send this to a friend