Home | Margherita.net Blog | Donne e salute | Donne e psicologia, psiche | Infertilità e sterilità di coppia: risvolti emotivi, psicologici e relazionali

Infertilità e sterilità di coppia: risvolti emotivi, psicologici e relazionali

Interventi psicologici mirati a ristrutturare i pensieri disfunzionali legati alla diagnosi di infertilità potrebbero aiutare la coppia a raggiungere un livello maggiore di benessere…

Infertilità e sterilità di coppia: risvolti emotivi, psicologici e relazionali
Infertilità e sterilità di coppia: risvolti emotivi, psicologici e relazionali

Per molte coppie la capacità di concepire e diventare genitori rappresenta un qualcosa di profondamente radicato nella definizione di femminilità e mascolinità e nell’identificazione della propria identità che spesso determina il significato dell’esistenza. Diventa, quindi, sempre più evidente la necessità di considerare i risvolti emotivi, psicologici e relazionali che questa esperienza comporta.

Infertilità e Sterilità, spesso utilizzati in maniera impropria, sono due concetti differenti: la prima è un difetto dell’annidamento e/o sviluppo dell’embrione per cui c’è l’incapacità di proseguire la gravidanza fino ad un’epoca di vitalità del feto, la seconda è un ostacolo alla fecondazione che determina l’assoluta mancanza della capacità riproduttiva sia nella donna che nell’uomo. Le risposte emotive all’infertilità all’interno della coppia sono diverse, dal senso di colpa alla depressione, alla rabbia fino all’isolamento. Gli uomini tendono a sopprimere e/o negare ogni reazione emozionale, mentre le donne sono inclini a credere di essere loro stesse la causa dell’infertilità, con conseguente senso di colpevolezza e depressione.

La perdita della stima personale e la vergogna portano la coppia ad una dolorosa solitudine con la difficoltà a parlare della propria sterilità con amici e parenti. Lo stress, qualunque sia la sua origine, è ampiamente studiato come fattore di infertilità e nei soggetti maschi è più volte segnalato un effetto negativo sui parametri seminali. Ciò, costituisce un vero e proprio trauma per alcuni uomini al punto da innescare delle difficoltà sessuali e trascinarli a mescolare e confondere la potenza sessuale con la capacità di procreare.

La sterilità psicogena è una situazione molto frequente in donne che presentano esami ormonali e strumentali regolari ma che non riescono a concepire. A ciò, non esiste una spiegazione apparente o razionale, sicuramente l’uso di contraccettivi per molti anni può aver giocato un ruolo importante: l’ovaio inibito può rallentarne il perfetto funzionamento. Lo stesso vale per l’inquinamento elettromagnetico generale e l’uso massivo dei cellulari (tossici anche sulla mobilità degli spermatozoi), i farmaci tossici, la chemioterapia, ecc. La letteratura medica sottolinea sempre di più il ruolo di fattori psico-sociali di infertilità dovuti a fenomeni complessi come lo stile di vita, fattori genetici ,ormonali, chirurgici,  infezioni, traumi, uso di droghe, abuso di alcool, fumo, ma non è da sottovalutare il riconoscimento del proprio ruolo materno, in una società come quella attuale dove la gravidanza è vista come un’interruzione dei ritmi, della carriera o addirittura come la perdita del lavoro. Poi ci sono le storie nascoste di abusi e violenze, dove l’istinto di sopravvivenza e il vissuto fragile non offrono le basi per un progetto genitoriale.

Dunque, sia quando una coppia riceve la diagnosi di infertilità, sia quando decide di sottoporsi ad un trattamento di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA), si trova ad affrontare una vera e propria crisi che investe l’area privata, sociale e relazionale e diventa quindi indispensabile sottolineare la dimensione relazionale, guardare alla coppia e non al singolo individuo che diventa invece oggetto di indagine e cura medica, confrontarsi il più possibile e condividere emozioni e vissuti. Altro aspetto essenziale è mantenere spazi di coppia piacevoli e ludici perché la relazione va alimentata di desiderio e leggerezza, affinché non soccomba nelle preoccupazioni e angosce, cercando di preservare momenti di intimità.

Interventi psicologici mirati a ristrutturare i pensieri disfunzionali legati alla diagnosi di infertilità potrebbero aiutare la coppia a raggiungere un livello maggiore di benessere. È importante quindi che la coppia sia supportata psicologicamente in questo lungo e difficile periodo in cui elevati stati d’ansia e depressione sono presenti. Uno studio pubblicato nel 2013 (Mahbobeh Faramarzi et al, 2013) mostra come la terapia cognitivo-comportamentale possa essere più efficace di un trattamento di farmacoterapia nel curare gli effetti emotivi e psicologici dell’infertilità a livello relazionale, sessuale, sociale e della rappresentazione di sé.

Il supporto psicologico è uno strumento prezioso per ridurre lo stress, gestire al meglio l’impatto dei trattamenti, esplorare e comprendere i propri vissuti e le proprie motivazioni, oltrechè uno strumento per promuovere le risorse e il benessere della coppia. In tutte quelle infertilità dove non ci sia una causa medica evidente, il supporto psicologico può aiutare a mettere in luce componenti psicogene e sbloccare una situazione di tensione e ansia che interferisce con la fertilità.

Capire che non si è soli e non si è sbagliati è il primo fondamentale passo per superare la crisi legata a tale situazione e ritrovare le proprie risorse e aprirsi a nuove possibilità di vita. Occorre aiutare la coppia a superare gli errori di pensiero, ricordare loro quali sono i motivi per cui desiderano avere un figlio, al di là del fatto che venga concepito naturalmente o meno, o che sia adottato. Diventa necessario appagare quei desideri profondi in modi alternativi e creativi e sarà importante condurre la coppia a ritrovare una progettualità futura comune su cui investire insieme.

Dott.ssa Carmen Perri

Se vuoi contattare un sessuologo dell’Istituto di Sessuologia Clinica chiama lo 0685356211

Leggi ADVERSUS, tendenze moda uomo, tagli di capelli e modelle

Tagli di capelli e cura del corpo uomo 2022. Le nuove tendenze moda uomo 2022 su ADVERSUS. FAI CLICK QUI!

Se ti è piaciuto questo articolo, non perdiamoci di vista. Aggiungi Margherita.net ai tuoi preferiti! :-)

NOVITÀ SU MARGHERITA