Come impostare alimentazione e allenamenti in inverno

Freddo, dieta e allenamenti
Freddo, dieta e allenamenti

Allenamento e mesi freddi. Come cambia l’allenamento rispetto ai mesi caldi? Quali gli svantaggi e quali i vantaggi di questa stagione per chi si allena regolarmente, e come tenerne conto nell’impostazione degli allenamenti?

Risponde Eugenio Paniccia
Personal Trainer a Roma & Online Coach.

L’allenamento in realtà non subisce alcuna differenza sostanziale, anzi probabilmente molte persone trovano più piacevole allenarsi nei mesi meno caldi per la mancanza di clima afoso. Pertanto l’arrivo dell’autunno è un ottimo motivo per tornare in palestra!

Anche le esigenze alimentari cambiano. Come? E quali sono gli errori alimentari che lei, nella sua pratica di personal trainer, vede commettere più spesso durante i mesi freddi dell’anno?

con il calo delle temperature il nostro corpo ha bisogno di bruciare più calorie per mantenere la stessa temperatura corporea quindi sarebbe bene aumentare leggermente l’apporto calorico prediligendo sempre cibi sani come per esempio la frutta secca. Aumentandone la dose quotidiana oltre a quelle calorie in più essa apporterà anche nutrienti importarti quali omega-6, potassio e fitosteroli, quest’ultimi utilissimi a mantenere basso il colesterolo.

Una quantità di frutta secca pari a 15-20 grammi al giorno, magari assunta a fine pasto o come spuntino affiancata ad un frutto fresco, è una dose accettabile anche quando non si ha appetito e riesce ad arricchire la nostra alimentazione di nutrienti.

Ringraziamo Eugenio Paniccia
Personal Trainer a Roma & Online Coach
http://www.eugeniopaniccia.com

NOVITÀ SU MARGHERITA

Prendere il sole fa bene o fa male?

In realtà la prescrizione del dermatologo di limitare le radiazioni ultraviolette sulla cute va vista in funzione delle esigenze e delle realtà di ogni singolo paziente e non va mai assolutizzata…

Combattere le rughe

Tutti noi avremo – presto o tardi – le rughe. Ma perché certe persone sono segnate dalle rughe in età molto giovane, mentre altre possono vantarsi anche in età avanzata di possedere una pelle (quasi) impeccabile?