Mi piacciono gli uomini (molto) più grandi di me!

maturo600

Tipo, lei 22, lui 54. O giù di lì. Ci sono ragazze che non prendono nemmeno in considerazione la possibilità di uscire con un coetaneo (mmm… brividi!!!) e che apprezzano solo gli uomini ‘maturi’. Perché? Bisogno di sicurezza? Qualcosa di ‘edipico’? O magari opportunismo e comodità. Forse tutte queste cose messe insieme, o forse nessuna di tutte queste? Sicuramente l’uomo ‘maturo’ ha un fascino che non si discute.

Un fascino che deriva dall’esperienza nella vita, spesso si accompagna ad una posizione sociale rispettata, ad un potere economico che un ventenne ‘normale’ non si può permettere, ad una tranquillità ed eleganza che (poveri ventenni!!!) i più giovani ancora non hanno raggiunto.

Poi, come in tutte le cose, il perché l’uomo maturo sia preferito da alcune rispetto al ragazzo più giovane, può dipendere da una infinità di motivi. Proviamo ad elencarne alcuni? Ecco i più comuni, alcuni li abbiamo presi dalle lettere che ci avete scritto su questo argomento, altri sono il frutto di una nostra breve indagine tra amiche che apprezzano l’uomo ‘maturo’.

1) Mi vizia. Non lo vedo molto spesso (è sposato…) ma quando lo vedo è sempre una festa. Sa cosa mi piace, e come farmi sentire speciale.

2) È più vicino ai miei interessi di quanto non lo siano i miei coetanei. I ragazzi della mia età hanno in mente solo la discoteca, il calcio, le ragazze ad ogni costo…

3) Sa apprezzarmi, non mi dà per scontata

4) Vogliamo parlare di sesso? Cento, mille volte meglio dei ragazzi più giovani. Sa ‘giocare’, prendersi il tempo, sa aspettarmi… (ragazzi… arrivato il messaggio?)

5) Sarò onesta. Ha una posizione economica solida. Le nostre cene non sono ‘pizza e birra’ ma in ristorantini romantici ed esclusivi. Vi pare poco?

6) Passiamo serate intere a parlare, di tutto. Ho imparato tantissimo dalla sua esperienza, e dai suoi racconti.

7) È diventato un ottimo amico di mio padre. Se devo essere onesta è più vecchio di mio padre di due anni… 🙂

8) Mi lascia i miei spazi. Non è assillante, anzi.

9) È come un padre, senza i lati negativi del rapporto padre/figlia. Mi aiuta, mi ascolta,mi consola quando ne ho bisogno.

10) Adesso tocca a voi… se volete contribuire a questo elenco con le vostre opinioni scrivetele sul nostro blog.

================================

Cara margherita, ti vorrei scrivere a riguardo dell’articolo “mi piacciono gli uomini (molto) più grandi di me!”.
Appena ho letto questo titolo mi sono subito sentita chiamata in causa.
Ho 18 anni ma già da 2 ho iniziato a subire il fascino dei ragazzi più grandi perchè due estati fa, quando ero in crociera con i miei genitori, ho subito provato attrazione per il dj della nave che avrà avuto più di 30 anni. Veramente molto sensuale, questo ragazzo non aveva niente a che fare con i miei coetanei e ne ho avuto la prova quando la stessa sera mi ha prima invitato a ballare un ragazzo della mia età e poi lui: che dire, non c’era confronto!!!
Ma non finisce qui: devo confessare che se il mio vicino di casa 36enne mi chiedesse di cominciare a frequentarlo accetterei ad occhi chiusi!!! La posizione economica solida in questo caso non c’entra proprio niente visto che non vive assolutamente nell’oro, tutt’altro… ma ha un savoir-faire che mi manda letteralmente fuori di testa!! E’ un ragazzo sicuro di sè, carismatico, dotato di una forte personalità e mi ha dato sempre l’impressione di una persona protettiva se coinvolto in una relazione sentimentale… insomma, sono tutte caratteristiche che nei miei coetanei non riscontro frequentemente perchè li trovo piuttosto immaturi e inaffidabili.
Infine c’è un ragazzo che conosco pochissimo che deve avere anche lui più di 30 anni che mi ha affascinato tantissimo da quando l’ho incontrato per la prima volta per i suoi modi gentili, la sua compostezza, la sua educazione e la sua eleganza.
In ogni modo, vedo che in me c’è una tendenza generale ad essere più attratta dai ragazzi che hanno parecchi anni più di me per diversi motivi, anche se forse sono orientata in questa direzione inconsciamente perchè magari, cercando relazioni serie, stabili e durature, penso che sono più propensi ad un rapporto del genere i ragazzi più grandi rispetto ai 20enni.
Vi mando un grosso bacio


Cara Margherita ti scrivo a proposito dell’articolo : “mi piacciono gli uomini (molto) più grandi di me!”.
Ho 26 anni e da quando ne ho 20 mi sono accorta di essere molto attratta dagli uomini molto più grandi.A 20 anni appunto ho iniziato a frequentare un uomo di 40 anni e mi sono letteralmente sentita in paradiso.Poi dopo vari periodi di tira e molla è finita in un modo in cui nemmeno io so spiegarmi, forse perchè entrambi eravamo impegnati.
Poi qualche tempo dopo, a circa 23 anni ho iniziato a flirtare con un uomo di 40 anni stupendo e affascinante come non mai, ma sposato.Ammetto che anche io ero impegnata ma non mi sono fermata e anche se non è successo nulla di veramente concreto (solo qualche bacio, effusione, molti messaggi piccanti) mi sono sentita attratta e affascinata dalla sua figura matura e molto sicura di sè.
Infine al momento sono ancora fidanzata ma sto frequentando un uomo di quasi 43 anni che mi piace molto e con cui ho instaurato un rapporto di complicità che mi fa sentire al sicuro.
Non so come mai mi sento attratta dagli uomini più grandi, forse per quella capacità che hanno di farmi sentire grande e a mio agio allo stesso tempo, oppure per quel loro modo di vivere le cose con molta più naturalezza dei miei coetanei. Ho fatto tante pazzie e tanti errori nella mia vita ma di sicuro queste avventure mi hanno lasciato un segno positivo.
E poi il mio sesto senso mi dice che la vera persona della mia vita sarà un uomo molto più grande di me….mah…staremo a vedere….

Se ti piace Margherita.net abbonati gratis alla nostra newsletter settimanale!

158 Comments

  • Ciao ragazze,ciao Margherita,capisco molto il vostro punto di vista dal momento che sono anni(e non esagero!)che mi piace un uomo mooolto più garnde di me.Lui adesso ha 46 anni,io 20.Ci conosciamo da molto tempo,ma tra noi non c’è mai stato niente di concreto.Però sono sicura che sa che mi piace.e so di piacerlgli a mia volta.Lui è fidanzato da molto tempo,non da quando lo conosco,ma quasi e sembra felice davvero con lei.
    Per qanto la vita intera mi facesse capire che dovevo smettere di pensare a lui,rimaneva sempre come un pensiero fisso nella mia testa,la sera,al mattino…più mi icevo “stupida” più ci pensavo e mi facevo male.Le mie amiche non mi hanno mai capita fino in fondo,mi dicevano solo”lascia perdere”congedandomi per parlare di altro.Mi sono sentita anormale per lungo tempo,anche perchè non riuscivo mai a trovare un momento nel quale potessi provarci…cercavo d fare di tutto per fare sì che lui pensasse a me.Poi ho capito che dovevo accttare le cose come erano,prima di tutto me stessa,quindi ho pensato bene di accettare il fatto che comunque mi piaceva senza ,crisi di coscienza,ma anche che il mio interesse l’avevo mostrato e non aveva più senso cercare ad ogni costo la sua attenzione.S voleva a quel punto sarebbe venuto lui.Nel frattempo ho conosciuto un ragazzo poco più grande di me a adesso siamo davvero innamorati.Nonostante il mio ragazzo,continuo a pensare all'”uomo maturo”anche quando non lo vedo,anche se con molta meno insistenza di prima.Non gli ho mai detto i miei veri sentimenti e non credo che lo farò.Tengo molto alla sua amicizia e ho paura di prderla e di non rivederlo se lo faccio.Lui spesso mi riempie di complimenti dicendomi che sono bella ecc. mi riempiedi attenzioni discrete,tanto che a volte faccio fatica a capire fino a che punto è serio.E anche questo che mi ci fa pensare ogni giorno.Non posso dire di amarlo,ma sento che l’attrazione che ho nei suoi cofronti non se ne andrà semplicemente smettendo di pensarci o facendo passare del tempo….e queso è il mio più grande segreto.

    • Sai cosa mi fa pensare il tuo bel post: che spesso le ragazze sono molto più sagge di molte donne mature e che i sogni possono accompagnare una vita, non sempre devono trasformarsi in realtà.

      • ciao sono contenta di vedere questo post. vuol dire che non ci sono ovunque pregiudizi… io ho paura di parlarne con miamadre perché lei e la mia famiglia non capirebbero… ma io 21 a. ho uno scambio (da tutti i punti di vista, intellettuale, culturale, fisico, sessuale! ecc ecc) con un uomo meraviglioso di 49 e da circa due anni siamo felici e viviamo insieme (quando non sono a casa dei miei… ufficialmente vivo sotto lo stesso tetto ancora).
        non è mai un errore se c’è complicità e rispetto e si fanno le cose insieme. tantiauguri a tutte 🙂

    • Anonima 1
      Mi rincuora un po sapere che ci sono persone nella stessa mia situazione.
      Non ho mai provato attrazione per uomini così grandi fino a pochi mesi fa.
      Lui è sposato e non ha nessuna intenzione di tradire perché la ama.
      Io sono persa di lui. Abbiamo uno strano rapporto. Vorrei delle conferme. Vorrei sapere se gli piaccio o no. Non so cosa fare.

  • ho 13 anni e parlo senza esperienza. posso solo dire che un uomo di 10-20 anni più grande si desidera xkè copre la mancanza di un papà. e secondo me ragginta l’età in cui si dovrebbe maturare bisogna aver colmato il vuoto di un papà mancato o troppo aggressivo. io è quello ke vorrei fare, ma al momento mi affido alla dolcezza di un timido 14enne a cui voglio molto bene e alle fantasie ke mi faccio su un uomo in particolare!

  • Buonasera…ho trovato un bel sito finalmente per fare questa “confessione”…Mi sono accorta da mesi a questa parte di provare una fortissima attrazione verso gli uomini molto, ma davvero molto più grandi di me. Io ho 18 anni, ho sempre avuto relazioni con dei miei coetanei, ma da quando ho trovato lavoro mi accorgo che provo una fortissima attrazione fisica e mentale per gli uomini, sopratutto in questo periodo sta nascendo credo qualcosa tra me e il mio teamleader lui ha compiuto 37 anni da poco, e di continuo facciamo un sacco di giochi di sguardi e frecciatine e spesso ci sentiamo per chatt la sera qnd torniamo a casa dal lavoro, mi sono fatta conoscere per quella che sono, è vero ho 18 anni ma le mie se ben poche esperienze di vita mi hanno portato a ragionare come una vera e proprio “donnina”. Non so cosa devo fare i miei amici che lo sanno a cui ho raccontato 1 decimo di tutto questo mi dicono di mollare il colpo e finirla ma io non ce la faccio, sento di avere bisogno di lui. Non so a cosa sia collegata questo desiderio dell’uomo molto + grande di me, io non ho mai avuto un buon rapporto con mio padre sebbene lui non mi ha mai fatto mancare niente, eppure ci sara’ un collegamento? Non so proprio come comportarmi dovrei frenare questo desiderio per lui? Soffocare la voglia di avere un vero uomo accanto a me?

  • care ragazze..io sn giovane ho ventanni,esco da una storia seria da giusto 4 mesi,circa tre mesi fa qndo ancora stavo vivendo la malinconia la sofferenza di una relazione rotta, è entrato lui nella mia vita cme un tornado travolgendomi corpo e anima,ha 36 anni un passato paticolare ha un figlia, divorziato,e ufficialmente fidanzato :(……ma non so xke e nato qlkosa di tenero tra noi,ci cerchiamo ci vogliamo ci manchiamo ma lui…non lascia mai mai lei,forse xke sa qllo ke lascia ma non sa qllo ke trova??io ci sto male lo vorrei avere tutto x me ho paura ke qsta storiella cosi possa finire male soffrendo di piu di qnto abbia sofferto in passato(nn c entra molto la mia storia cn qsta pagina xo dovevo sfogare cn qlkuno!)ho paura tant ke qlkuno possa scoprirci e far andare tutto male,io nn ce la faccio a lasciarlo,ci ho provato una volta ma dopo 2 sett ero li pronta a stringerlo forte a me e n farlo scappare via piu,penso molto anke a lei la fidanzata,forse nn se lo merita,forse lo ama cosi tanto ke nn riesce a vedere il suo uomo cambiare,forse forse…uffa non so piu ke fare mi sn messa contro tutte le persone a me care,ma non mi interessa,qelle poke ore di tempo a nostra disposizione mi riempiono il cuore di gioia ma la mente di pensieri!!!dentro qlle quattro portiere accade ke ,un suo bacio una sua carezza una sua mano sulla mia fanno si ke tutto passi,tutti i problemi le preucc,la rutin della vita rimangoni fuori da quella makkina ke è tutto il nostro mondo…vorrei ke il nostro rapporto diventi come qllo di due persone ke si vogliono si desiderano alla luce del sole,NO come due amanti x condividere con lui le gioie e i dolori di tutti i giorni…grazie baci

  • Ciao,
    mi sono sempre piaciuti i ragazzi più grandi, prima verso i 12 anni già sentitvo attrazione per quelli di 18 anni. La mia primissima esperienza sessuale l’ho inziata a 15-16 anni e lui aveva 25-26 anni. A 20 anni mi piaceva moltissimo un uomo di 42 anni ma non è mai successo niente anche se io glielo avevo fatto sapere con degli sguardi. A letto sono stata con ragazzi piu meno 10 o 12 anni piu di me (che in quel caso non è molta la differenza), mai di più. Adesso ho 25 anni e in questi ultimi giorni mi è capitato di masturbarmi pensando a un uomo di 62 anni. Non mi era mai successo. Ma piace pensare a lui. Il motivi… la parte economica non me ne frega niente, l’esperienza sessuale neanche. La miglior esperienza sessuale è stato con un ragazzo 2 anni più grande. Per me è un fatto di natura, d’instinto, sono diventata indipende sin da molto giovane, me ne sono andata di casa presto, forse per questo iragazzi che vivono con i genitori o nella stessa città dei genitori forse non mi attrago, non riesco a trovare un altra ragione logica.

    • Ciao Margherita, questo post sembra scritto per me, sono sempre stata attratta da uomini un po più grandi, ma a 24 anni mi sono innamorata perdutamente di un uomo 20 anni più grande di me, un anno e mezzo di passione, tenerezza, complicità….
      Si mi faceva sentire veramente speciale all’inizio fin troppo protettivo, ma poi mi faceva sentire donna come non mai.
      La storia è finita due anni fa e da allora non sono mai riuscita a trovare nient’altro di simile, ho provato a frequentare miei coetanei o qualche anno più grandi, ma dopo poco mi sentivo la loro mamma, lo dovevo accudire 😮 voglio un UOMOOOO non un figlio

  • Ciao a tutte…io ho 18 anni e sto vivendo un esperienza del tutto simile alle vostre…ma ancora più improbabile.
    Frequento il liceo e ho un professore di storia e filosofia di 52 anni. Dal primo giorno in cui l’ho visto mi ha subito affascinato e attratto, per la sua compostezza ed eleganza. E’ un uomo molto acuto ed erudito e mi ispira una grande simpatia e tenerezza. Lo stimo molto per come svolge il suo lavoro, è molto professionale e ci mette l’anima in quello che fa. Però provo nei suoi confronti delle emozioni, o anzi degli impulsi, che sono chiaramente sessuali. Non è un pezzo di figo e nn si veste neanche molto bene….ma mi attrae come nessun altro ragazzo potrà mai fare. Ovviamente lo so che è un utopia, ed è giusto che sia così, perchè lui è sposato e nn può essere interessato ad una ragazza della mia età, per quanto matura possa essere. Il punto è che non riesco a levarmelo dalla mente….mi ha stregato, corpo e anima.
    Anna

  • ciao a tutte
    ho 27 anni e il lui in questione 48, sposato con due figli + piccoli di me…siamo colleghi per giunta…non c’è niente di fisico tra di noi, direi piuttosto un amore platonico, ma lui lo vedo molto preso da questa situazione,(cosa che mi lusinga e mi spaventa) mi stampa bigliettini, mi scrive frasi romantiche, mi dedica link su fb….cerco di tenerlo a distanza per quanto sia possibile ma nn è facile xkè è così affascinante mannaggia…è uno che sa come prendere una donna..mica come quelli della mia età che il romanticismo non sanno nemmeno cos’è…e poi è “pazzo”forse + di me…va beh che dire…farò il possibile per tenerlo a bada..ma non è arrivato a 48 anni per niente…e io nel frattempo mi godo tutte le sue attenzioni…senza esagerare…:)

  • Ciao a tutte!
    Ho 19 anni, è un po’ di tempo che ho un infatuazione per un uomo di 47 anni. Non è mai successo niente ma ci scambiamo sguardi sorrisi e lui mi cerca per parlare con me e io anche, più passa il tempo più mi accorgo che lui ha una simpatia nei miei confronti anche se non so fino a che punto dato che è sposato e ha dei figli.
    Quando parliamo io mi sento bene, parliamo di cose profonde e non di cavolate come spesso mi trovo a parlare con i miei coetanei. Ridiamo tanto insieme e una volta mi ha detto che con la moglie non va a gonfie vele.
    Lui è un uomo molto colto e mi affascina, ha una voce così profonda che quando mi parla mi sento quasi onorata del fatto che lui mi stia parlando. Penso che mi piaccia un uomo molto più grande di me perchè mi dà l’impressione di essere una persona con esperienza e sicura di sè. E tornando al fatto padri…può essere! Io non ho un bel rapporto con mio padre e non si è mai comportato da padre con me, ma tutto l’opposto..

  • Cara Anonima,

    prova a rileggerti quando scrivi
    ‘…quando mi parla mi sento quasi onorata del fatto che lui mi stia parlando.’

      • Scusa se non mi sono spiegata bene, quello che intendevo è che magari la differenza di età ti porta ad ammirarlo e a metterlo su un piedistallo. Magari togliendolo da quel piedistallo lo vedresti per quello che è, cioè un uomo che ti piace per molte ragioni e che ha pregi e difetti. Allora saresti più libera di vivere una storia, con lui o con qualsiasi altro.

  • ciao a tutti ho 20 anni , ho preso una brutta cotta per il mio prof che ha 48 anni .. fa le battutine , quando mi vede mi vuol sempre far arrabiare ecc non so potete spiegarmi perche quando so che lo devo incontrare mi fa una cosa nello stomaco , tipo un vuoto , ripo grazie in anticipo

  • Salve a tutte……sono uomo quindi non mi piacciono gli uomini piu’ grandi xD…..non so bene come mi sia trovato in questo sito ma ho letto con attenzione i messaggi interessanti da voi postati e mi vien da dire che c’e’ magari ancora speranza per me!….mi spiego meglio,ho 29 anni ,ma ne dimostro max 22-23 ,anche se c’e’ addirittura qualcuno/a che appena conosciuto credeva avessi meno di 20…..quindi il mio principale problema e’ che le ragazze della mia eta’ non mi filano proprio(anche se a dire il vero non e’ che faccia molto per mettermi in evidenza con loro, le trovo troppo “grandi” per me ,ma proprio esteticamente),mentre quelle piu’ piccole (a volte addirittura minorenni xD),noto che mi guardano con piacere ed anch’io loro (minorenni a parte xD),ma ho paura ad avvicinarmi perche’ sicuramente loro mi reputano piu’ piccolo ,ed ho paura a spaventarle dicendo la mia vera eta’…..mi trovo quindi in una situazione che non so se proseguire avanti o tornare indietro,sono confuso e rimango nel mezzo……dopo questi post pero’ ho capito che magari non c’e’ nulla di male ad uscire con una ragazza di 19-20 anni e che puoi essere apprezzato anche avendo qualche anno in piu’….un saluto a tutte!

    • Ciao Doryan, anche io ho lo stesso problema, anche se sono una ragazza..
      punto di più su uomini di 20 30 anni e io ho 14 quasi 15 anni.. Ma se prendo uno x strada gli chiedo di indovinare la mia età ne dirà tipo 12 alcuni mi hanno dtt che ne dimostro 16 ma nn è vero. In qst periodo io voglio conoscere un ragazzo che mi protegga ke mi faccia ridere che mi tratta come se fossi l’unica ragazza al mondo.. insomma tt le cose che vorrebbero le ragazze da un uomo.. ma non ho tnt pazienza certi mi dicono di aspettare.. 🙁

    • Salve raggaze pure io ho 23 anni sono un raggazo ke ha 42 anni ti trovo molto bene..e molto maturo x gli 42 anni ke li porta nn li mostra ne meno li piace tantismo divertire ho imparato tante cose da lui .Solo ke lui ha tante amiche e io sn un po gelosa ha una sua amicha di 17 anni e ke vive in Ucraina parla sempre con lei .la raggaza la disturba sempre e lui e tanto buono ke li risponde e lo aiuta tantismo io sto male x il suo comportamento.Sento ke lui mi vuole tanto bene non e stato mai sposato mai figli lui mi ha pure prososto se piu avanti voglio farli un figlio..Chi mi puo dare un consiglio come dovrei comportarmi ke non voglio perderlo . Grazie Grazie

  • secondo me , nn c ennt di male se comunque e corrisposta la cosa , qnd nn ti preokkupare 🙂 nn succede nulla …….. per DORYAN ,,

  • Ciao a tutti, ho letto i vostri post e mi ci sono rispecchiata.
    Io ho 21 anni e il mio attuale moroso 46, andiamo d’accordo e ci unisce un feeling impressionante.
    La nostra storia è cominciata per telefono mentre ci sentivamo per lavoro, lui fidanzato e io pure.
    Tra una telefonata e l’altra ci stavamo innamorando, io ero al corrente di questo ma lui non voleva ammetterlo a se stesso e così ho deciso di troncare quello che ora mai dopo un anno quasi era diventata una vera e propria relazione.
    Siamo stati distanti 7 mesi, lui è andato in crisi e si è lasciato con la compagna che aveva e dopo 5 mesi ci siamo messi assieme.
    Tra noi due le cose vanno benissimo anche se ho dei problemi con i miei genitori che non vedono la cosa di buon occhio, soprattutto perchè economicamente la situazione è un pò “tirata”.
    Secondo voi come devo atteggiarmi ai miei, come faccio a convincerli che lui è il mio uomo e che non potranno mai farmi cambiare idea??
    Grazie
    Rolly

  • buonasera a tutte… anche io come voi da un paio di anni mi sono accorta di essere interessata a uomini molto più grandi di me… ho 17 anni e sono stata infatuata di vari amici di famiglia (tutti sui 40 anni) poi per un periodo ho perso la testa per il mio professore di cinema che ha 43 anni e sono arrivata a mandargli sms per fargli capire il mio interesse. le mie amiche dicono che non è normale una cosa del genere perchè dovrebbero interessarmi i ragazzi della mia età ed ora io mi sto frequentando con un ragazzo di 19 anni ma poi qualche giorno fa tramite chat ho conosciuto un uomo di 39 anni e ho subito perso la testa per lui. lo trovo attraente, sensuale, affascinante e l’idea di poter avere una relazione con lui mi fa impazzire. ma non so cosa fare, lui non sa che ho 17 anni crede che io ne abbia 22. cosa devo fare?

  • Ciao a tutti, non mi presento con il il mio nome, e sono arrivato a questo forum perchè l’altra sera mi è capitato qualcosa di surreale, sono un uomo 46 anni, separato ma attualmente convivente con una compagna, imprenditore , non sono un figo, ma porto bene i miei anni, ho avuto moltissime esperienze con le donne, viaggio tantissimo x motivi professionali e l’altra sera ………., l’altra sera mi è capitata una cosa che non mi sarei mai aspettato, eppure………..sono uno che ha vissuto tante esperienze con le donne.
    Mi imbarco in aereo dalla Puglia direzione Lombardia, sulla mia fila di poltrone (3 posti) sono seduto io affianco al finestrino, e poco dopo una bella ragazza, molto giovane che onestamente non ho guardato + di tanto, si siede, lasciando la poltrona centrale vuota.
    Dopo le classiche raccomandazioni di rito del personale di bordo, l’aereo comincia a muoversi e questa ragazza mi chiede se io avessi paura a volare; le rispondo di no, e le chiedo se lei ne avesse, lei mi risponde che è un po tesa, le consiglio di rilassarsi, respirare con calma e godersi il panorama, e per distrarla le racconto un aneddoto dei miei primi viaggi aerei, inizia così una piacevole chiacchierata, intervallata da notizie geografiche su dove ci trovavamo in quel momento.
    Praticamente, dopo circa mezz’ora, questa ragazza si slaccia la cintura di sicurezza e si viene a sedere accanto a me, perchè dice che vuole vedere il panorama, e fino a qua ancora tutto ok.
    Ad un certo punto questa ragazza, e vi garantisco di non essere stato per nulla malizioso o provocante, visto che avevo scoperto avere solo 23 anni ( ho un figlio di 20) mentre guarda il panorama si inizia a strusciare sul mio corpo, facendomi sentire i suoi seni , tra me e me , mi dico che sono un perverso e faccio finta di niente! Dopo un po lei inizia accarezzarmi le gambe, e tra una risatina ed un battutina le chiedo di smetterla perchè , testuali parole, “mi potrei eccitare”.
    La ragazza, che x convenienza chiameremo Barbara, continua imperterrita a dialogare con me e ad accarezzarmi, la lascio stare distraendomi con la lettura.
    In fase di atterraggio, vengono spente le luci per motivi tecnici, rimaniamo nella penombra, Barbara mi si avvicina, ringraziandomi x la compagnia e le risate che le avevo fatto fare durante il viaggio e brutalmente, mi chiede ” almeno un bacio”.
    Non sono riuscito a resisterle e ci siamo baciati + volte, fino all’atterraggio.
    Prima di uscire, mi ha chiesto di accendere il telefono e mi ha fatto uno squillo, perchè io la cercassi.
    In questi giorni ci siamo sentiti qualche volta con un paio di sms, e mi ha chiesto di rivedermi, anzi……mi ha chiesto di ritornare in aereo con lei x il giorno del suo ritorno.
    Sono molto combattuto e onestamente, molto attratto da questa storia, così ” strana”, se fosse capitata con una mia coetanea…………, sarebbe stata una delle tante, ma Barbara…………….., voi che dite?

    • Viaggiatore! Non so neanch’io come ho fatto a capitare su questo sito… La tua storia mi ha incuriosita! Si può sapere poi come è andata? Sono curiosa!!! 😀

  • Io preferisco gli uomini più grandi perchè mi sento protetta…stare con un ragazzo più grande (ad esempio io ho 18 anni e mi piace da morire un ragazzo di 37 anni) è come uscire con un fratello maggiore.. ti rassicura.. se ti senti poco bella ti da molta autostima avere relazioni con un avvenente uomo, piuttosto che mortificarsi con un 20enne o 18enne che appena vede capelli biondi ti lascia… Un uomo grande è saggio, protettivo..ti sa ascoltare in ogni momento, parla di cose serie, sembra quasi spaventato all’idea di desiderarti…

  • Ho diciasette anni, e in diciasette anni di vita ne ho passate molte. Ho avuto un padre malato prima in sedia rotelle poi varie ricadute per piu di otto anni, ed infine è deceduto, sto attraversando un momento no diciamo, ma non e di questo che voglio parlare è un argomento che preferisco tenere per me, ma serviva per introdurre quello di cui voglio parlare. Questa mi esperienza di vita ha fatto si che io già da piccolina mi son resa conto che la vita non è rose e fiori e mi son trovata a dover lottare contro le mie paure! E questo mi ha fatto maturare molto, e quindi nella mia “dolce metà” ho sempre cercato ragazzi maturi grandi, che mi davano una sorta di protezione,però non mi son mai fatta mettere i piedi in testa e in amore sono molto impulsiva. E poi è arrivato lui l’ho conosciuto nella mia scuola di danza. Io ho 17 anni lui ne ha 23.. Abbiamo fatto un viaggio con tutto il gruppo, tutti insieme, ma li niente non lo notavo e nemmeno lui notava me. Poi la sera dopo capodanno, dunque la serata del 1.1.11 lo incontro in discoteca, avevo un po bevuto ma ero brilla solamente ero felice si festeggiava e lui mi sorride,sorrido pure io ci salutiamo iniziamo a parlare del piu e del meno, e lui mi riporta a casa.. e da li inizia tutto.. ci vediamo ci frequentiamo scatta subito una scintilla..passione intrigo insomma io perdo la testa pero facciamo tutto di nascosto..è il nostro segreto nessuno lo sa.. e poi per un periodo non ci sentiamo per via di stupidaggini perchè lui in discoteca non mi ha salutato davanti agli altri e io per ripicca ho fatto la stupida (IMPULSIVa-.-) e poi niente passa ancora tempo mi cerca di nuovo ci vediamo ed e tutto perfetto solo noi due.. e poi non ci siamo sentiti per un lungo periodo lui ha la ragazza e niente pero mi lancia occhiate,una sera mi ha pure riportato a casa a me e alle mie amiche e dallospecchietto della macchina mi guardava tutto il tempo ora lui non sta piu con lei.. e ci sentiamo e settimana prossima ci dobbiamo vedere “a bere un caffe”….. Che faccio cosa li dico???? Come faccio a dirli quello che provo!! ho paura di un rifiuto non sono sicura di lui…. aiutatemi perfavore

  • Ciao ragazze, ciao Margherita, sono una ragazza di diciassette anni innamorata da quattro di un uomo di dodici anni più di me. Lui lavora in un’altra città, mentre io sto studiando per diventare (incrociando le dita) una professoressa in un riformatorio. Nonostante sia un uomo brillante, non è riuscito a trovare un lavoro che garantisca un certo benessere nel futuro. Ma non significa che io lo ami di meno a causa del suo stipendio, anzi: lo stimo molto perché, nonostante quello non sia il lavoro che più lo aggrada, lavora con un entusiasmo travolgente. Ammetto che il nostro futuro economicamente incerto mi spaventa, ma non credo che la mancanza di soldi possa far vacillare mai il mio sentimento: preferisco lavorare il triplo e rinunciare a delle piccole cose piuttosto che abbandonare un rapporto (seppur platonico, dato che io sono ancora minorenne) così saldo e solido. In lui non vedo solo un padre in grado di consolarmi e di proteggermi, ma anche un figlio che io stessa posso consolare e proteggere. Un bacio a tutti.

  • ciao a tutti. Secondo voi è da stupide a 18 anni dire che mi voglio divertire e non voglio storie serie xke ne ho avute e ho capito che però non sono ancora pronta a dedicarmi a qualcosa di veramente serio. Allora x ora mi diverto prendo quelli che capitano se mi piacciono naturalmente:) ma agli occhi di qualcuno passo x troia scusate la parola. Ma dite che non dovrei comportarmi così?? Secondo voi è sbagliato voler divertirsi e fare esperienza? Ragazzi la vita è una sola e ogni lasciata è persa!!!

  • Ciao a tutti….ho un grandissimo bisogno di aiuto.
    Sono una ragazza di 22 anni e frequento da 6 mesi un uomo di 49,separato con due bimbi di 10 anni.
    Conosco questa persona da 3 anni e dopo 1 anno di cotta da parte mia,mi sn fatta coraggio e c’ho provato (sapendo che era separato). Lui NON è ricco,anzi! E’ un uomo che come molti fatica ad arrivare a fine mese,ha una casa (la “nostra”) in affitto dove stiamo insieme ogni sera e una notte a settimana.Conosce molto bene anche i miei genitori,che lo vedono come un poco di buono,sicuramente non uno che potrebbe rendermi felice. Invece lui mi rende felicissima,sto bene con lui,lo amo davvero e anche se nel mio futuro dovrò rinunciare a delle cose per starli vicino,io sono pronta a farlo.
    Il fatto è che i miei genitori sn molto all’antica,mi dicono spesso di trovarmi un bravo ragazzo,di sistemarmi,magari uno con un po di soldini etc…
    Vivendo in casa con loro che mi fanno queste pressioni,e avendo una storia con lui nascosta da tutti,mi sento nervosa e non mi vedono felice come sono realmente.
    Detto questo:il mio problema è che io NON voglio e non posso rinunciare a lui,starei troppo male,ma non riesco nemmeno piu a tenerlo nascosto a loro…lui è pronto ad affrontarli appena io decido di dirglielo,ma la mia paura è che loro mi impediscano di vederlo…Ho paura che mi separano da lui…voi penserete:sei maggiorenne e vaccinata,non possono;invece io li conosco e so che farebbero di tutto per staccarmi da lui.
    Non so che fare,non so come comportarmi,mi sembra di vivere un incubo in casa mia e il una favola quando sono con lui. Qualcuno ha vissuto qualcosa di simile? che mi consigliate? non so con chi parlarne perchè comunque nessuno sa di noi due. Grazie.

  • Buonasera,vi scrivo perchè stò vivendo una strana situazione,ho 51 anni ma non li dimostro e convivo felicemente con una donna più grande di me di tre anni.
    Navigando in rete sono stato contattato su fb da una ragazza carina ,molto più giovane di me circa sui 24-25 anni, per richiedermi di scattarle alcune foto per un book fotografico.
    Le nostre conversazioni sono andate avanti nei giorni e lei mi ha confessato di sentirsi bene a confidarsi con me e mi ha ripetutamente inviato alcune foto particolarmente sexy di lei.
    Io sono stato al gioco e continuo a parlare e confidarmi con lei,ma sinceramente non so più cosa fare perchè mi sento così grande rispetto a lei….

  • Ecco qua! Presa in causa immediatamente… In parte sono contenta a non essere la sola… Da sempre ho subito il fascino di ragazzi molto più grandi di me che ora, essendo grande anche io (22 anni) sono in realtà uomini. La prima volta che provai attrazione, e sembra assurdo da dire, fu per un animatore di 22 anni, quando io ero davvero una bambina (8 anni).. Poi a 15 ho avuto una storia con uno di 40, a 17 con uno di 38, a 18 con uno di 44 per arrivare al top l’estate passata a 22 anni con uno di 50 e ora mi fa impazzire l’idea di poter uscire con un mio docente di 48 anni. Mi ha invitata a pranzo fuori ma ho rifiutato perché mi sono imposta di metterci un punto a situazioni simili. Però non faccio che pensare a lui, lo sogno la notte… Una vera ossessione credetemi. Lui è meraviglioso: sensuale da morire, dovreste vedere come cammina. Veste alla perfezione ha un profumo meraviglioso e un fisico da fare invidia a qualsiasi mio coetaneo. Fa arti marziali, ama viaggiare, ama i sapori esotici e mediorientali… Se solo fossi nata qualche anno prima… Aiuto! Direi di essere cotta completamente di lui. Ora probabilmente rifiutando di uscire con lui non mi contatterà più. Forse meglio così. Ma credetemi gli uomini maturi sono tutt’altra storia…

  • Ciao a tutte finalmente posso sfogarmi un po qui con qualcuno che affronta storie simili alla mia!
    Sono rebecca ho 24 anni e lui 37 è separato da quasi due anni e ha due bimbi piccoli che ques’estate ho conosciuto un po..ovviamente sotto i loro occhi come un amica di papa’.!
    Stiamo insieme da un anno ormai e praticamente sto da lui tutte le sere tranne i week end in cui ha i suoi bimbi!!mi ha presentato a tutte le sue amiche e amici..sono innamorata e anche molto ma ho paura a vivermi al meglio questa storia per la sua situazione..vorrei fare con lui di tutto e di più’ ma devo capire che ha i suoi impegni e che non mi puo dare tanto quanto un uomo libero!
    Mi lascio andare e mi godo questa storia per come andra’ o concludo qui il tutto?! 🙁

    • Ragazze, amiche care….ma perché non vivete la vita con serenità! Shakespeare diceva “Ama, ama follemente e se ti dicono che è peccato, ama il tuo peccato e sarai felice”.
      Cosa importa l’età? Cosa importano i commenti della gente? Chiudete gli occhi e pensate per un istante a come vi sentite quando state con “lui”……il vostro cuore risponderà per voi….
      Che abbia 10, 20, 30, 40 anni più di voi o meno di voi….amate!

  • Cara anonymous,purtroppo non e’ cosi semplice come dici tu….
    Purtroppo anche l eta’ ha un grande peso…
    Io ho 25 anni tra qualche giorno e da quasi un anno frequento un uomo che ne ha 42,mai stato sposato senza figli,beh mi chiederete dove sta il problema…
    A parte la distanza,1600 km che in aereo ci arrivo in 2 ore,ma va beh….
    Il problema principale e’ l eta’…Ho troppa paura in un futuro con lui,cmq da qualche anno desidero dei figli,una famiglia tutta mia,ma poi penso… Quando avro’ 30 anni lui ne avra’ 47 quando ne avro’ 40 e saro’ una donna in piena tempesta ormonale lui ne avra’ 57….
    Beh questa cosa mi spaventa tantissimo…
    Non nego che nonostante le mie solo 3 esperienze sessuali,lui sia senza dubbio il magnifico dei magnifici….
    Sa’ dove toccarmi,sa come farlo,basta che lui mi tocchi per dirvi il collo e i miei ormoni arrivano a 100 mila e non e mai stato cosi per me… e subito vado alle stelle…
    e’ un uomo stupendo fisicamente,e’ stato un fotomodello e ci sa’ fare in tuttooo…ed e’ pazzamente innamorato di me tanto da chiedermi di sposarlo e vivere con lui…proprio ieri ho visto il film di federico moccia:scusa ma ti voglio sposare,beh e’ solo un film anche se narra di un raoul bova che si sposa con una ragazza piu giovane di lui di 17 anni proprio come me e il mio lui…
    Beh,e’ un film ed e facile per loro…Sono veramente combattuta e non so proprio quello che voglio,so che non voglio perderlo perche per me e’ come una droga….ma non riesco ad essere serena pensando all eta… aiutatemiiiiiiiiiii grazieeeeeeeeeeeeee
    aiutatemi vi prego,ditemi la vostra

  • Io invece devo testimoniare la mia esperienza negativa con una ragazza più piccola.
    io quasi 48, ancora piacente, lei quasi 32, molto bella, a suo dire innamorata, ma confusa…
    Siamo andati avanti per più di un anno e mezzo dopo esserci conosciuti sul lavoro, ma se mentre stavamo insieme stavamo benissimo, quando lei tornava a casa, vive con i suoi, diventava una persona sfuggente.
    Alla fine dopo tanto tempo, mi ha ribadito che non ce la faceva a sostenere il giudizio dei suoi che non avrebbero mai accettato la differenza d’età e che io fossi separato.

  • Posso dire che dopo 37 anni in cui ho amato fedelmente e incondizionatamente un uomo, ora una ventireenne ha ottenuto in un batter d’occhio da lui tutto quello che io ho desiderato e per cui ho lottato, senza successo, per tanto tempo. Mi resta adesso una profonda amarezza e un dolore lacerante; questa storia è, tutto sommato, piuttosto banale e poco interessante, ma vorrei far presente che, in questo tripudio di racconti sentimentali vissuti, non riesco a vedere molto di buono. La mia vita – come altre vite – è stata distrutta, contro la mia volontà e senza che avessi fatto nulla per meritarlo, da due persone; una che mi vuole bene, l’altra che non mi conosce affatto. Non è uno strano destino crudele?

  • Ciao ragazze, ho 29 anni e un uomo di 53 anni mi ha letteralmente conquistato. Mai mai mai avrei pensato potesse succedere, mai guardati quelli così più vecchi di me, ma in questo caso è successo frequentando un corso. Lui è divorziato, ha due figli, fa un lavoro normale – nel senso: non mi ha conquistato per la sua posizione – ma è pieno di vita, è un tipo semplice, a posto. Ci frequentiamo da poco, e non so come comportarmi perchè sento che non è una cosa normale…..intendo dire nello schema logico, dove l’uomo dovrebbe avere solo qualche anno di differenza. Premetto che mio papà ha qualche anno in più, e l’affetto non mi manca e non mi è mai mancato. Ma il problema…(oltre a quelli che già mi faccio io) è dover mentire ai miei, mi pesa, non sono brava in queste cose, se inizio a frequentare qualcuno non ho problemi a dirlo, ma in questo caso si. Ho avuto un fidanzato poco più grande di me e uno più piccolo di qualche anno. E ora?! Vivere o non vivere questa storia…..

  • ciao a tutti sono una ragazza di 16 anni e da l’anno scorso che sono persa di un professore che c’è a scuola mia, ma non insegna a me. lui non so bene quanti anni abbia ma in teoria ne avrà sui 45. io ovviamente non posso non lanciarli occhiate quando lo vedo e lui, ho notato da quest’anno, che mi guarda..ma non so se sono io ad illudermi. e poi ogni tanto mi parla,cosa strana perchè non è un mio professore! a me piace tantissimo e lo penso sempre però questa cosa mi sta preocupando perchè non è tanto normale la differenza di età! pero lui ha un figlio e non so se è sposato o divorziato c’è se lui vorrebbe io ci starei al massimo e non mi preoccupa nemmeno il fatto di avere un rapporto sessuale con lui…ho già provato a dimenticarlo ma non ce la faccio! non so che fare..però da un lato vorrei che lui lo sapesse ma dal’altro mi vergognerei troppo..uffa aiutatemi

  • Io ho 17 anni, lui più di 60…. So che è grave (si parla di 40 anni di differenza) ma per me lui è un chiodo fisso. Credo (credo, eh!) di avergli fatto capire che mi piace. So anche che è incline ai tradimenti, ma a me non importa, anzi, la cosa mi aiuterebbe ad averlo. Provo attrazione sia fisica che mentale. Quando riesco a parlargli in confidenza è sempre affabile con me… Ha figli, inutile dirlo, più grandi di me, e non so di preciso in che rapporti sia con la moglie, ma quando parlando del più e del meno gli ho chiesto se era vero che era divorziato o separato in casa, lui mi ha detto che sicuramente non era divorziato (mi ha lasciato il dubbio però di se sia separato in casa, sapendo che aveva tradito la moglie, no?). Io so che la cosa è moralmente discutibile, e tuttavia non riesco a far capire ciò al mio cuore… Avete letto ‘Mirra’ di Alfieri? È un libro che mi ha colpito e che mi ha aiutato a ragionare in questo senso… Questa storia va avanti da due anni e so che non è una cotta: credo che non riuscirò a liberarmi del suo pensiero molto presto.
    Mi intesserebbe molto sapere i vostri pareri.

  • Ciao! Io ho 19 anni e sto con un uomo di 62 bellissimo e con un fisico da urlo ( fa palestra 3 volte a settimana e balla il Tango )…l’ho conosciuto su facebook ma si è instaurata comunque una relazione..preciso che quest’uomo era abbastanza famoso negli anni 80 perchè è un cantante londinese e preciso anche che non sono insieme a lui x un fatto di soldi dal momento che non se la sta cavando bene economicamente..ma a me piace ci sto bene e insieme riusciamo davvero a parlare di tutto,,,quest’anno ad agosto lo andrò a trovare a Londra e davvero non so che accadrà– non è finita qui perchè da un po di tempo sento un’attrazione x un mio prof di 52 anni e davvero non riesco a spiegare come possa succedere..sono innamorata del mio uomo ma sono arrivata a sognare il mio prof in atteggiamenti un po “strani” con me…ora ho il suo numero di cellulare e ci scriviamo ogni giorno,parliamo del più e del meno e lui mi dice che non lo disturbo mai e che con me si trova bene a chiacchierare…che devo fare? Aspetto le vostre risposte! Grazie!

  • Casualmente mi sono trovato davanti a questo blog e mi hanno colpito tutti i post che ho incontrato. Ê simpatico trovarsi nel’altro lato della barriera e sentirsi presi in causa, ebbene si in quanto mi trovo ad essere quasi un prototipo di uomo che ognuna di voi ha incontrato ed espressato nelle propie storie . Sono un uomo di 56 anni attraente , sportivo fisico atletico un attivita autonoma. Viaggio spesso amo ballare di tutto anche se prediligo latini americani e mucica 60/70/80 vivo super creativo ed un ottimo amante. Sono divorziato legalmente da tantissimi anni
    e ho due figlie che ormai svolgono la loro vita da sposate. nella mia vita non so perche ma sono stato circondato sempre da persone più giovani di me. non ultimo ho appena terminato una relazione che è durata un anno e mezzo con una ragazza che ha 28 anni meno che me . quello che posso dire ( mia convinzione basata dalle esperienze personali e di amici con i quali ci siamo trovati a parlare delle stesse esperienze )… che per diverse ragioni queste storie hanno degli inizi favolosi che si reggono in piedi solo su parametri escusivamente emotivi tra cui ; il fascino reciproco della differenza di età, il fascino dellèsperienza segreta , quasi sempre una persona adulta sa rispettare di più la sensibilità femminile ed in particolare anche nel rapporto amoroso, sa rispettare di più i tempi della donna , sa conoscere meglio le esigenze insomma un uomo adulto sa essere un buon amante é piu aperto sessualmente, e piu educato, semsibile, insomma sa sempre dove mettere il touch al momento giusto . Oltre a questo come si sa la posizione svolge un ruolo altrettanto inportante ed anche questa e legata all’esperienza , saper offrir il meglio sapere solo per esperienza perche magari si sono gia fatti tanti errori nelle precedenti esperienze quello che realmente la donna desidera in ogni circostanza ed in ogni momento. ma questo svolge un ruolo pericolo nei confronti dell’uomo ed è come una spada di damocle che prima o poi si irivolge contro facendo molto danno a noi uomini . Ora ci sono due aspetti da considerare: nel caso in cui l’ uomo sta nei panni dell’amante allora la cosa dopo un po diventa pericolosa in quento per legge universale la donna inizia a diventare esigente perche cio che ha lo vuole tutto per se , pur non sapendo che il suo amante già gli sta dando il 100% perche sta togliendo tutto alla moglie o la ragazza, infatti quello che accade normalmente e che la ragazza più giovane dopo un inizia a sentirsi sicura di se perche sempre lo ottiene. ed eco che in quel momento si stanca e subentra come una questione di ripicca del tipo ; ( io donna debbo stare ai tuoi momenti, accettare tutto, la tua famiglia, viene sempre prima , non mi puoi presentare ai tuoi amici perche ti vergogni, hai paura di portarmi in posti dove ti conoscono, insoma ci sono tante di quelle cose che mettono la ragazza ad avere delle reazioni inpulsive … ed ecco che qua iniziano i veri problemi . lùomo non si controlla più , diventa geloso, diffidente , persde sicurezza perche ha capito che ha perso il controllo della emozione e della situazione … da qual momento inizia il conto alla rovescia per questa relazione che prima o poi andra a morire. quindi, resoconto… se vi innamorate di un uomo più adulto cercate di capire realmente di cosa vi siete innamorate. guardatevi dentro. e non abbiate paura di perderlo nel chiedere le votre aspettanze immediatamente. nell’amore vero non ci sono scuse . l’amore con la A maiuscola non ha : paura, tempi, ostacolo, certezze . Io comunque credo nell’amore e mi piacerebbe immaginare che l’eta non sia un ostacolo … ma credetemi io credo fermamente che in questo momento le mentalita umane sono completamente diverse da quele che esistevano un tempo dove a torto o ha ragione. e rispetto entrambi la donna era considerata , moglie e mamma al 100% bene vi lascio e vi aguro di vivere felicemente ogni storia ma con la consapevolezza di logiche oggettive che la compongono. GP 🙂

  • Anche a me piacciono uomini più grandi, tranquillamente oltre i 40! Ora ho 18 ma infatuazioni di questo genere mi sono capitate anche alle medie.. Mi piace la sicurezza degli uomini maturi, che compensa la mia (inesistente). Mi piace che un uomo mi dica “tranquilla, mettiti nelle mie mani, ci penso io a te” e mi protegga, tutto li, non credo sia una vera infatuazione, semplicemente ammirazione, e poi quello è il tipo d’uomo che vorrei a fianco a me, dotato di quella sicurezza che è impossibile trovare in un coetaneo.

  • ciao ragazze!! e anche ragazzi a quanto vedo… allora, sono una diciottenne fidanzata da 8 mesi con un dolcissimo ragazzo di 16 anni e mezzo… luj è sempre dolcissimo, ultraprotettivo e premuroso, anche quando l’amore si preoccupa più di non farmi male chedarmi piacere…
    fatto sta che circa da un mese e mezzo ho conosciuto uno dei colleghi infermieri di mia mamma e lui (chiamiamolo D) ha 30 anni appena compiti… è molto molto bello, e di bella prestanza fisica… alto, rosso-biondo di capelli, occi nocciola e con una bella pelle ambrata… e pli diavolo…muscoloso e tanto! insomma, da subito ho sentito una fortissima attrazione fisica nei suoi confronti… e sembra che anche lui ricambi… ha ottenuto il mio numero per vie traverse, passando dai suoi colleghi nostri amici, insiste che io venga quando lui va il turno al pomeriggio… insomma mi vuole con lui… certe volte fa il bambinone, e mi fa i dispettti, certe altre invece fa il teneroso e mi abbraccoa, oppure mi accarezza di nascorto sulla gamba… con un dito, leggeroleggero, ma lo fa… e mi sorride, mi guarda spesso… sono profondamente attratta da lui…e ora mi accorgo che pian piano lo sto doventando non solo fisicamebte ma anche mentalmente… il punto è: io sono occupata e lo è anche lui… ci sará una soluzione? finiremo a letto come avventura di una notte…:S… ho un po’ paura….

  • ciao ragazze voglio condividere anche io con con voi la mia storia, io ho 28 anni e lui 48 comunque vi dico solo che io sono fidanzata da 4 anni e lui è sposato ed ha un figlio) ma al contrario che dite voi per me è un bel uomo nonostante non sia altissimo,lo conosco da 1 anno e 2 mesi ,non faccio il nome dico solo che è il mio istruttore di acquagym, circa un mese fa gli faccio gli auguri del onomastico e gli stavo a da un bacio sulla guancia lui prende e mi da un bacio in bocca, nn so in realtà cosa provi per me realmente forse attrazione fisica, credo che sia quella che provo io per lui, come dite voi anche a me mio padre nn mi ha fatto mai mancare niente ed ha precisamente 10 anni di più di lui.Io non sono mai stata attratta da persone di 20 anni più grandi di me diciamo che questa è la prima volta,forse perchè lui è scuro di carnagione e ha certi tatuaggi che ha me fanno impazzire, e come dice il capo del blog margherita riesce a capirmi molto di più lui che il mio ragazzo. alcune persone sanno di questa cosa,mi hanno consigliato di saltare qualche volta le sue lezioni, ma ho anche paura di un altra cosa che se salto la sua lezione di acquagym mia madre capisce qualcosa, voi che fareste al posto mio.

  • Ciao ragazze! Ho bisogno di confidarmi con qualcuno! O.o Ho 21 anni e qualche mese fa ho conosciuto un uomo in chat, ha 51 anni e vive a Napoli, (io abito al nord). Lui è dolcissimo, mi manda sempre i messaggi carinissimi e tenerissimi e mi dice persino che mi ama. Ma è sposato (ma mi ha detto che è in crisi…) e ha un figlio. Mi ripete sempre che mi vorrebbe incontrare dal vivo un giorno, ammetto che l’età un pò mi spaventa, ma lui mi capisce sempre e mi comprende anche perchè sa che io vivo con i miei e devo prendere piano le decisioni. Oddio sono confusa…U.u
    Mi date un consiglio! Grazie!

  • Eccomi…Ho 19 anni e mezzo…E mi sono follemente innamorata di un ragazzo di 31 anni…Tra noi c’è feeling, ma lui esce con una…Inoltre non so se potrà mai vedermi come una donna…Accidentaccio a voi, uomini! 🙁

    • Mah, guarda, la situazione è complicata solo per il fatto che fra voi due ci sia qualcosa e lui stia comunque con un’altra… Che poi: tra loro due è storia seria? Solo una storiella nemmeno iniziata? O escono solo senza “impegno”?

      Il fatto che non possa vederti come donna lo dici tu! Forse ti pensi ancora troppo ragazza spensierata che donna matura.. Ho anche io 19 anni, e anche il mio amato lui ne ha 31 (tra una settimana! E sono in piena crisi da regalo!) , ma (parole sue) gli piaccio proprio perchè sotto l’apparenza di donna (e ricordo che siamo coetanee… Quindi vedi che come donna ti vedono comunque?) sono riuscita a mantenere anche una parvenza da giovincella e questo lo manda ai matti!

      Comportati da donna, se vuoi che ti legga come tale. Hai quasi 20 anni, l’età da teenager è finita!

      Oh poi va a finire che sono solo paranoie tue come era per me, e donna lo sei veramente, ma sei tu che ancora ti vedi come una ragazzetta.

      Buona fortuna! Se vuoi saperne di più sulla mia storia Lunga quasi un anno, leggi il penultimo commento, e spero ti rassereni il cuore…

      Un bacio
      LaMarty

  • ciao a tutti…per caso navigando ho trovato qst sito e volevo sfogarmi anche io…io ho 23 anni e credo di essermi presa una bella cotta x un uomo sui 50…
    io lavoro in una profumeria e lui ogni volta che viene mi riempie di complimenti e attenzioni…pur essendo tre commesse lui vuole e aspetta me per essere servito,so che e sposato e a figli…a me qst suo comportamento ha confuso un po le idee perchè io anche sono fidanzata da quasi 5 anni…
    la domanda che mi assilla di più è…lo fa solo per gioco? a che scopo viene e mi fa tt quei complimenti pur essendo sposato e pur sapendo che io ho 23 anni?
    che confusione!!!!!!!!! l’unica cosa certa è che è bello e affascinante da morire ihihih…

  • .. non sono piccola, ho gia’ 35 anni ma penso che averne 18 o 40 nei sentimenti veri conti poco!….io sono spostata con due figli e mio marito sa che non lo amo piu’ e lui mi aspetta inesorabilmente, nonostante lo abbia detto chiaro!!. Da poco ho conosciuto un uomo che ha 20 anni piu’ di me e’ la dolcezza in persona e non e’ il suo aspetto fisico di cui mi sono innamorata non e’ Clooney!..sono i suoi modi gentili , il fatto che mi rispetti in tutto, che sappia aspettare , mi avvolge di coccole che da un po’ non avevo piu.Come voi sono confusa , perche’ forse c’e la paura di innamorarsi e poi magari rimanere deluse..non so , ma con la consapevolezza di cosa voglio a 35 anni , vivro’ questa cosa e chi lo dice, magari esiste il principe azzuro.!!

  • Ciao a tutte io ho 17 anni e mi ritrovo in quello che avete scritto..anche io mi sento attratta da uomini sulla quarantina e anche di più che dai ragazzi della mia età. Per esempio nella mia scuola c’è un prof che ha 58 anni (O.o) ma ne dimostra una quarantina ed è figo ma proprio figo…un pò tutte le ragazze della scuola lo dicono ma io sono proprio fissata. Cioè lo so che è pazzesco.. ha 40 anni più di me ma mi piace da morire!!!! Lui è uno che guarda le ragazze cioè non si fa molti scrupoli, era stato insieme anche ad una ragazza un pò di anni fa..e una volta mentre passavo per il corridoio mi ha guardato il ” fondo schiena” sorridendo..quanto vorrei averlo come prof, se lui me lo facesse capire io almeno per un bacio ci starei!!!

  • Buonasera ragazze….sono rimasta incuriosita dalle vostre storie.Io ho 21 anni e sono stata con un uomo di 38 anni,6 mesi fà! In questi due mesi tramite facebook mi ha aggiunto un uomo di 40 anni,lui fin dal primo giorno si mise a scherzare ma io gli dissi che se si comportava così lo cancellavo,così inizio a far vedere il suo carattere.Dopo un mese mi chiese il numero di cellulare io glielo diedi,mi chiamava 3 volte alla settimana ma con il numero privato,la prima volta sono stata 40 minuti al cel ma nelle volte seguenti stiedi da 1 a 3 ore..Lui mi riempe di complimenti,canzoni,link e comunque mi ascolta sempre e dice che parlare con me è piacevole e che non si annoia mai.Dopo due mesi,una sera mi confesso’ che che il nome e cognome di facebook non era vero e che io non meritavo tale segreto mi disse:il suo nome e cognome,mi chiamo’ con il numero e mi fece le sue scuse!
    L’altro ieri io per la prima volta m’innervosii e molto elegantemente gli dissi devo andare ciao….e lui mi mando’ un link e mi disse ciao,da quel momento non ci sentimmo piu’ ed ora mi son sentita in obbligo di cancellarmi da facebook; sperando in una sua chiamata (che da stupida penso non la faccia) Ne ho parlato con il mio migliore amico e lui mi fà è molto confuso,lascialo perdere! RAGAZZE COSA DEVO FARE????

    • simona ….. ho letto il tuo messaggio…a me successo una cosa simile….e non e facile, perche parlare sempre con una persona, diventa un abitudine o dipendenza ed e dificile uscirne.
      ci vuole unpo di pasienza , poi se lui ci tiene veramente ti chiamera, ma te c e l hai ancora amico su facebook ? se si mandalo te un messaggio su facebook chiedendoli tutto quello che vuoi chiedere.ogni tanto i passi li dobbiamo fare noi, perche facendo cosi forse vinceremo una persona speciale. ciao

  • Ciao sono una ragazza di 27 anni e ho sempre preferito uscire con uomini più grandi di me, forse perchè mio padre sia totalmente assente nella mia vita e forse perchè non abbiamo mai avuto un bel rapporto ho sempre ricercato nell’uomo più grande di me affetto paterno. L’uomo più grande con cui sono stata aveva 30 anni più di me, ed era fantastico stare con lui. Si parlava di tutto, dimostrava meno degli anni che aveva. Lo conoscevo da tempo, poi è successo che siamo finiti a letto diverse volte,lui avrebbe anche iniziato una relazione con me ma voleva la mia indipendenza, che purtroppo non sono ancora riuscita ad ottenere. Comunque preferisco di gran lunga gli uomini più grandi di me che i coetanei o quelli poco più grandi di me.

  • c ho 22 anni , mi piace un raggazzo di 44 anni..da sempre mi piaciono i raggazzi piu grandi di me ..perche c hanno tanta esperienza e mi capiscono al volo ..non so che fare , da un lato penso che mi devo allontanare da lui,perche lui a questa eta vuole fare una famiglia , ma io non sono ancora pronta e c ho ancora molto tempo , forse se mi allontano lui riesce a trovare la persona giusta, dal altro lato penso sempre a lui , lo voglio vicino, perche l affetto che mi da lui, non lo mai provato con nessun altro.

  • salve a tutti, ho 28 anni e sono fidanzata da 5 anni con una relazione a distanza,io sento di amarlo e mi manca da morire ma ultimamente non so cosa mi capita ma mi sono invaghita del mio istruttore di palestra e nn so ke fare.Mi piace un sacco e quando lo vedo divento tutta scema e rossa..come una bambina.Questo nn mi capitava da anni e mi fa un pò paura,nn so cm comportarmi.Premetto che lo penso sempre e ke è davvero ma davvero il mio tipo ma credo sia pure più piccolo di me.Accetto consigli ragazzi..aiiutoo

  • Ciao a tutti ho 20 anni e da un bel pò di tempo a me piacciono uomini più grandi di me…mi attraggono in modo particolare, da qualche tempo mi piace uno di 42 anni, ma lui non lo sa, forse a causa della mia timidezza ke non mi lascia mai…. 😉 Vorrei dirglielo ma non so come,ogni volta che lo vedo il cuore và a tremila…! come devo fare? ormai gli uomini più grandi di me sono sacri, mi affascinano e mi rendono più sicura!

  • Ho un dubbio
    Se la maggior delle ragazze continuano a stare con uomini più grandi di loro (come succede adesso), allora cosa fanno quelli della loro età e le donne più grandi?
    E quindi se la donna invecchia diventa inutile e inizia a non valere niente per un uomo?
    E come ci potrebbe essere un equilibrio in questo modo dato che il rapporto numero maschi:femmine è di circa 1:1?

  • io ho 26 anni e mi piace tantissimo un uomo di 56 anni
    Sono fidanzata e anke lui sposato è una situazione molto difficile
    So di piacergli… mi piace lui come persona, qualke volta usciamo a camminare
    Ma ci sono sempre gli sguardi della gente.. i pregiudizzi..
    Comunque possono pensare ke magari una ragazza così bella e giovane va con uno molto più grande x i soldi ma non è così. . Lui non ha niente…
    È una cosa del cuore

  • Eccomi nel girone delle amanti dei “Matusa” da sempre…ora sto vivendo emozioni da adolescente alla veneranda età di 40 anni x un uomo di 22 anni più grande di me (entrambi sposati con in tutto 6 figli equamente suddivisi)…
    Il primo giorno che l’ho visto ho detto:”Perderò la testa per lui”…Detto fatto, mi conosco…
    Non c’è nessuna relazione, mi illudo che la paura sia di entrambi…Staremo a vedere…
    Lui colto e affascinante ma moralmente a posto…qualità difficile da trovare in un uomo ;-P…
    Non è una questione nè di soldi (abbiamo entrambi una normale posizione) nè di sicurezze, alla mia età le ho conquistate…
    E’ nata da una passione per il nostro lavoro (stesso ambito professionale ma non colleghi) dopo un anno di condivisione di idee professionali si è acceso qualcosa in più…
    Sono fermamente convinta che, se non fossimo impegnati, la passione si sarebbe già consumata…
    A 40 anni si capisce se si è fatto colpo anche da certi atteggiamenti comunicativi, il gioco di esserci un momento con velata ma presente spinta emotiva e il ritirarsi per un po’ per poi ricomparire all’improvviso…
    Il gioco mi piace anche pechè ho chiesto prima se il nostro scambio di idee e battute era gradito e, la risposta è stata positiva.
    Non credo per cortesia, se non fosse stato gradito con una scusa qualsiasi si poteva interrompere…
    C’è stato solo un bacino per ora ma, se stai leggendo sono pronta a tutto il resto ;-D con molta discrezione…
    Baci Headmaster

  • Ragazze che amano gli uomini più grandi? Presente!
    Ho sempre avuto relazioni con uomini che avessero come minimo 7-8 anni più di me, non ho mai frequentato miei coetanei. A questa “stranezza” aggiungete delle pulsioni erotiche “particolari”… Per anni mi sono creduta solo dominante e sadica, da qualche tempo mi sono scoperta anche masochista e remissiva. Per farla breve, il sesso normale non mi attrae, e i miei coetanei mi annoiano. Bel casino!
    Eppure, l’Amore è arrivato anche per me… Ho 29 anni, e convivo con F. che ne ha 47, e oltre ad essere il mio futuro marito (ci sposiamo a settembre) è il mio Padrone. Nel BDSM, il Padrone (o Master) è la figura di riferimento del/la sub (sottomesso/a). Ed è sadico, tanto quanto io sono masochista. Dal di fuori una coppia come la nostra verrebbe considerata da ricovero, ma per me finalmente è arrivata la vera felicità a livello sessuale, sentimentale e relazionale. Il mio incoraggiamento va a tutte le ragazze che si sentono “strane” o “spaventate” dai loro gusti diversi… non tutti trovano la felicità nelle stesse cose, quindi continuate a cercare e la persona giusta arriverà, alla faccia dei pregiudizi altrui 🙂

  • Ciao a tutti,ho quasi 18 e da un anno circa ho iniziato a guardare ragazzi molto più grandi di me,a partire da un insegnante della mia scuolache ha circa più di 30 anni.quando lo guardavo,ho iniziato a notare che anche lui miguardare,e molto anche (me lo diceva sempre anche la mia amica).Certe volte mi ignorava completamente mentre altre mi guardava molto,anche davanti ad altri insegnati.Non ci conosciamo ma ci guardiamo molto,forse ha una figlia(io spero di no) e quindi magari anche una moglie o per lo meno una ragazza,però non riesco a capire se magari prova un’attrazioen fisica o magari mi vuole conoscere ed è ostacolato dal fatto che è un insegnante,potrebbe perdere il lavoro e la famiglia.Poi ci sono anche altri uomini che mi piacciono,mi affascinano però anche loro mi guardano e mi sorridono ,anche se hanno moglie ,famiglia.Cosa può essere? Mi guardano perché sono interessante,bella(Anche se io non mi ritengo tale) ?

  • Azzzz alla veneranda età di 43 anni, leggendo i vostri messaggi mi si è aperto un mondo…a questo punto che dire… sono di Roma, dicono che sono fascinoso…aoooo e fatevi avanti allora…per me sarebbe la prima volta :-)….con una ventenne s’itende.

    P.S.
    Sposato da molti anni 🙁

  • Scrivo di nuovo per aggiornare la mia situazione (il mio primo commento era il 40). In realtà non c’è molto da aggiornare… Ora ho 18 anni e sono ben tre anni che ho in mente solo lui. Sono arrivata alla conclusione che come relazione sarebbe piuttosto difficile, eppure io spero sempre di vederlo, incontrarlo per strada o cose così. Nel frattempo ho anche avuto relazioni serie con altri ragazzi coetanei poco più grandi di me… Eppure, distrattamente, ogni tanto, sempre lui mi viene in mente! Quando non lo penso, lo sogno! Ormai è appurato che lui sappia, se non che lo amo, almeno che lo ammiro tantissimo. Nonostante tutto ci siamo persi di vista ultimamente e con ogni probabilità ci vedremo a settembre (farò in modo di incontrarlo…). Mi sento così legata a lui mentalmente, e così attratta fisicamente! 40 anni sono tanti, eppure tutto ciò è il risultato dei pregiudizi altrui. Se fossimo vissuti in un altro millennio non sarebbe stato così strano…

  • Cara Margherita,
    Ho diciotto anni e amo da due anni un uomo di 38. Non è sposato e non ha figli, un uomo single insomma. Mi piace tutto di lui e ogni volta che lo vedo mi sento soggetta allo svenimento. Ho paura di dichiararmi perchè lavora da un mio zio ( un gran malignone, che ad una festa fece di tutto per farmi capire che il mio amato non è una brava persona), ma non è così. Non mi sono mai confidata con nessuno ma io lo amo e non riesco a dimenticarlo. Avrei bisogno di consigli…

  • Salve a tutti, e un buon pomeriggio a voi, blogger di margherita.net!
    Sono Martina, avevo commentato su questo articolo a novembre dell’anno scorso, scrivendovi a proposito della mia inquietudine e preoccupazione per l’attrazione mentale e fisica che provavo nei confronti di D., uomo di 30 anni, collega di mia madre in ambulanza.
    Commento quest’oggi, sperando che le mie parole siano di conforto e ispirazione per tutte le donne che si sono trovate o si trovano nella mia situazione di quasi un anno fa.
    Dopo tutta la preoccupazione, dopo 5 mesi di conoscenza e reciproca stima, D. ha preso la situazione in mano, e a gennaio, mi ha chiesto un appuntamento in piena regola. Mi ha portato a pattinare sul ghiaccio, sotto la neve e le stelle, e dopo una cioccolata insieme, nel momento di separarci per tornare a casa… Mi ha afferrata per una mano e mi ha baciata! Un bacio pieno di passione, pieno di desiderio e di voglia, forse un po’ rude, ma pur sempre desideratissimo da parte di entrambi.
    A novembre, ho chiuso la relazione con il precedente ragazzo. Ci sono aspetti come delle divergenze e piccole sfumature negative che talvolta in una relazione possono essere superate, ma talvolta purtroppo no. Come è stato nel mio caso, ma non voglio scendere nei dettagli.
    Contemporaneamente, anche D. Ha chiuso la sua relazione con la precedente compagna, relazione che stando a quanto raccontano gli amici, era entrata in un periodo di stanca da parecchio tempo e poteva essere definita quasi univoca…da parte della ragazza.
    Dopo un mese, a fine gennaio, dopo una gita fuori porta improvvisata a Livigno, abbiamo affrontato un momento di coppia a tutti gli effetti: la prima volta. Sapete, si dice che la prima volta deve rimanere impressa nella memoria come un momento magico….
    Insomma. Dolorosissima. Ma pregna di magia, di amore, e di vera passione.
    Nonostante siano 12 gli anni che ci separano, è tantissima la passione e il sentimento che ci unisce! Il nostro amore dura da 8 mesi, un mese e mezzo fa si è ufficializzato con la presentazione alla sua famiglia, che mi ha accolta con entusiasmo, e due giorni fa, nostro nipote di un annl mi ha chiamata per la prima volta zia. Ed è stata un emozione intensissima, da stringere il cuore quasi volesse scoppiare.
    Progettiamo un futuro insieme, progettiamo una casa, una famiglia dopo la mia laurea triennale, un matrimonio. Sappiamo e sentiamo entrambi di appartenerci come due tessere di puzzle, e desideriamo entrambi che questa storia non si spenga entro pochi mesi. L’intesa intellettuale e fisica è al massimo, la voglia di stare insieme è tanta…

    Quindi care donzelle innamorate di quei “vecchietti” tanto fascinosi che vi fanno battere il cuore, non disperate. Può essere che il vostro amato vecchietto ricambi questo sentimento…
    Siate semplicemente voi stesse, e incrociate le dita dandovi da fare per un lieto inizio!

    Un bacio!
    Martina (anonima 18)

  • Perche’ sentiamo sempre il bisogno di giudicare, etichettare, decifrare ogni sentimento umano. Siamo eterogenei, poliedrici. La societa’ propone modelli “utili” ma ognuno ha la liberta’ di scegliere se adattarcisi o meno. Io penso esistano delle propensioni ma non delle regole matematiche. Ad esempio io posso essere attratta maggiormente dagli uomini alti ma questo non significa che non mi innamorero’ mai di un uomo basso. E non significa nemmeno che se tutto il mondo preferisce gli uomini bassi io mi debba sentire anormale. Nel 2013 mi auspicherei che questo tipo di cliche’ non esistesse. Che dopo secoli di errori e di uomini e donne perseguitati per essere “diversi” , si riuscissero ad acettare il colore e la sfumatura di tutti. Unica eccezione: non ledere la liberta’ altrui. E allora cresciamo. Evolviamoci. E smettiamo di sentirci cosi’ insicuri da aver bisogno di puntare l’indice. Sembrano ovvieta’ eppure da quel che leggo viviamo in una societa’ che accetta solo un modello di coppia preconfezionato. E che si chiede cosa ci sia di sbagliato/strano in chi sceglie di comporsi da solo il proprio modello. Di sceglierlo in base ai propri sentimenti. Pazzesco. Per la cronaca: ho 25 anni, studio psichiatria, sono sposata con un uomo di 40 anni piu’ vecchio di me, prima di lui convivevo con un mio coetaneo, sono figlia di un importante imprenditore mentre lui e’ “semplicemente” uno statale (?!?! non lo fa per soldi?!?!?!), la mia famiglia ha storto a lungo il naso, ora non piu’ perche’ come sempre accaduto ci lega un cordone ombelicale profondo (?!?!?! non le he mancato il padre?!?!?!?), i miei amici lo hanno accettato e spesso andiamo a cena insieme (?!?!?! non lo fa per estraniarsi o per senso di superiorita’?!?!?!?!), la mia vita non e’ differente nel concreto da quella con il mio ex compagno. Eppure sono spesso costretta a stare male per gli sguardi dei passanti e i giudizi dei colleghi. Del resto le persone hanno paura dei “pazzi”. Ma secondo me semplicemente molte persone non conoscono la profondita’ di alcune emozioni e sentimenti. Non solo affettivi. Di qualsiasi natura. Cosi’ come spesso la malinconia e’ definita depressione. Quasi una persona fosse costretta ad essere sempre felice e con stampato un sorriso ebete disarmante che piace tanto alla societa’. Viviamo meglio. Abbiamo tutti gli strumenti per farlo. Si chiamano rispetto, consapevolezza e autocritica.

    • Sono completamente d’accordo con quanto scrivi. Anche io sto insieme a un uomo di 27 anni più grande e stiamo meravigliosamente bene insieme anche se – come a volte capita a te – i passanti ci guardano storcendo il naso. Ma per fortuna, come dice la parola stessa, sono passanti e piano piano – come sarà successo a te – ci si fa l’abitudine. I miei non ci hanno ancora accettati, anzi non ne vogliono proprio sentir parlare e non gli ho mai sentito dire “come sta Lui?” da quando mi hanno cacciata di casa per la mia storia. Parlano con me come se Lui non esistesse. Per esempio quando l’altro giorno ho annunciato di dover cambiare casa a causa di vicini troppo rumorosi mi hanno proposto:”perché non ti prendi una stanza con le tue amiche dell’università?” Come se non avessi un uomo con cui sto condividendo la vita [cosa che ho dovuto sottolineare con tono piuttosto seccato]. Mi chiedo: come possono i miei vivere nella più completa ipocrisia della situazione? Non solo mi hanno cacciata a un’età in cui – se davvero non mi fossi rimboccata le maniche per trovarmi un lavoraccio – chissà dove sarei finita e tuttora è ancora molto dura la situazione… ma per di più fanno anche finta che tutto ciò non sia mai accaduto e che io stia vivendo per una mia libera scelta in un appartamento da sola. [non si sono mai chiesti nemmeno come io riesca a tirare avanti la carretta e quando mi chiamano si limitano a chiedermi come stai? non capisco nemmeno con che faccia!!

  • Beh io ho 16 anni e parlo per esperienza personale Lui ha 36 anni siamo stati insieme tre anni e mi ha anche sverginato e posso dirvi cn certezza cosa ci troviamo in quelli più grandi sicurezza .. possiamo raccontargli tutto confidarci parlare di tutto per ore e ore ci possono possono aiutare per la loro esperienza .. però vi posso dire ci si litiga molto spesso perché nn si ha molto in comune e per la gelosia e fidatevi quelli più grandi sono molto stronzi ma dolcissimi provano sentimenti veri e nn ti deluderanno mai o quasi lui ha tre figli i quali mi adorano tutt ora io per loro ero un punto di riferimento se per un giorno nn mi vedevano si chiedevano dov ero .. premetto che lui è separato dal 2009 e nel 2010 si è messo cn me dopo tante mie provocazioni ha ceduto ci siamo mollatti il 14 febbraio di quest anno ma lo scoperto sulla mia pelle che ho sbagliato ho bruciato le tappe ci siamo mollati perché mia madre la scoperto .. beh e cmq io andavo d’accordo cn tutti i suoi amici .. abbiamo dormito dei pomeriggi interi insieme cn la piccola che adesso a sei anni ma prima ne aveva 3 dormivano tutti i pomeriggi anche cn tutti e tre i bimbi sembravamo una famiglia facevamo la doccia insieme eravamo sempre insieme mi portava anche a scuola e molto spesso stava a bada ai suoi figli quando nel pomeriggio aveva da fare o lavorava .. beh ci ho fatto nn sesso ma amore vero dove solo nelle favole si sente parlare di amore puro e sincero .. è stato il mio primo amore ma anche l’errore piu bello della mia vita tornassi indietro penso che rifarei tutto altre mille volte .. perché se hai amato era amore e nn è mai un errore ..

  • capisco perfettamente, mi ero innamorata anch io di una persona + grande (+15anni)e l ho sposato, MAI MAI fare un errore simile , quando lui avra 60 anni e tu molto piu giovane il sesso a te manchera’

  • Cari tutti. Vi ricordate che 2 anni fa [io 22 anni] scrissi di aver rifiutato un uscita galante con un mio professore di 48 anni. Beh, alla fine abbiamo ceduto tutti e due e altro che pranzo, sono 2 anni che stiamo insieme. E non avete idea di come questi 2 anni siano stati i 2 anni più belli di tutta la mia vita. Viviamo insieme da 1 anno e mezzo con un cane e un gatto e abbiamo intenzione di sposarci, non appena avrò finito i miei studi [il prossimo luglio]. Credetemi se Vi dico che non è stato affatto facile dire ai miei della mia nuova storia, spiegare loro come io avessi lasciato il mio ex fidanzato di 30 anni, imprenditore, ricco e di buona famiglia [ma credetemi stronzo da morire] per un uomo meraviglioso di 48 anni. Vi dico solo che mi hanno cacciato di casa e ho dovuto cercare un paio di lavori per potermi finire di pagare gli studi [sono in una università privata e non è stato affatto facile]. Lui? Lui c’è SEMPRE stato in OGNI MOMENTO, sempre là al mio fianco in ogni situazione. È sempre stato ed è tuttora il mio primo tifoso: mi spinge a migliorarmi, parliamo tanto,tantissimo di Noi e del nostro futuro e il tempo… Il tempo sembra essersi fermato. È tutto così bello che sembra un prodotto della mia immaginazione. Quindi accantonate il discorso dell’età, lasciate stare i pregiudizi e vivetevi le Vostre storie. Pensate a Colui che amate come a una persona UNICA e buttatevi a capofitto, che importa quanti anni abbiamo, l’importante è come viviamo questa nostra vita che è UNA e UNA SOLA. Cerchiamo dunque di ESSERE FELICI… il resto verrà da sé.

  • ciao, mi chiamo Laura sono una ragazza di 18 anni, lavoro come cassiera presso un supermercato. E da un mese che ogni giorno un cliente si presenta alla mia cassa, il primo giorno lo guardai, e tra di me mi dissi “mica male” ha un’etá sui 50 anni, ben messo, sportivo in ogni modo il mio tipo. Con il passare dei giorni come si presentava alla mia cassa sentivo che mi inumidivo, il mio corpo lo voleva anche perché avevo notato che aveva un bel rigonfio nei pantaloni. Ho provato di tutto, sorrisi, occhiolino, gli toccavo la mano quando gli davo il resto, ma senza successo. Ho un bel corpo, un viso carino, di seno ho la quarta misura, dunque a me non manca niente. Sono tormentata vorrei tanto fare sesso con lui. Vi chiederete perché non cerchi della mia etá, ho provato senza godimento. Amo uomini maturi.

  • Mi piace vedere che il fascino dell’uomo maturo colpisce non solo me. Sono una ragazza di 17 anni ed è da circa un anno che sono profondamente attratta dal mio ex prof di storia che ha 54 anni. Inizialmente non lo sopportavo proprio, mi dava sui nervi il suo voler apparire sempre simpatico alla classe. Poi, non so come mai, (forse per la crescente stima che stava maturando nei miei confronti in quanto sono una ragazza studiosa), ho cominciato a provare un certo interesse, non solo per la sua bravura di professore, ma anche per lui come uomo proprio. Cercavo di incontrarlo casualmente sul corridoio per salutarlo, o anche solo per vederlo da lontano. Ora non ce l’ho più, ma il mio coinvolgimento sentimentale invece che affievolirsi è andato aumentando. Sono inmamorata di lui perchè mi attrae in maniera indescrivibile il suo fascino, la sua cultura, i suoi atteggiamenti, i suoi pensieri. Non è un uomo che si tiene in forma, dimostra pienamente gli anni che ha, ma a me attrae anche a livello fisico, e moltissimo a livello sessuale. Sono totalmente vittima della sua persona, in primo luogo del suo cervello che mi ha rapita, e poi dal suo modo di fare che mi manda in estasi. Sono fidanzata da 4 mesi e prima di esserlo sono uscita con alcuni ragazzi, ma nessuno, e sottolineo NESSUNO, è riuscito a darmi la stessa pienezza che mi dà il mio ex prof quando ci capita (quei rarissimi momenti) di parlare per mezzo minuto in corridoio su cosa stiamo facendo ora al programma di storia e filosofia. Riconosco che sono anormale, ma non posso farci niente. Mi ha traviato totalmente, e io non faccio che pensare a lui. Non so se abbia capito questo mio interesse (ho provato a farglielo capire), ma anche se fosse lui non ci starebbe mai, è un uomo vecchio stampo con una rigida educazione e una forte fede religiosa. A me piace tanto, forse anche troppo, ma ora come ora sono così. Certo, 37 anni di differenza sono tantissimi, ma se solo fosse possibile costruire qualcosa insieme sarei sicuramente la persona più felice di questa terra. Un saluto a tutte!

  • Buonasera. Ho conosciuto per caso in chat una ragazza di 18 anni. Io sono 50enne brizzolato, non libero con due figli grandi. Sono stato a parlare con lei sempre in chat, su Facebook ed al cellulare e mi ha impressionato molto. Ha le idee molto chiare e si sfoga sopratutto sui ragazzi della sua età, che sono poco concreti, parlano di cavolate, bevono etc.. L’ho incontrata in un locale pubblico ed abbiamo preso una ape.. E’ deliziosa e ne sono affascinato. Lei non si stanca mai di parlare ed ascoltare con molta attenzione. Io mi sento ringiovanito nell’animo e per adesso non ci sono stati contatti fisici…

  • Mi chiamo Silvia e ho solo 13 anni e a me mi piace un ragazzo di 20 anni,l’ho conosciuto in gita con l’oratorio, a capodanno noi due abbiamo ballato insieme e lui veniva sempre da me, però io ho paura, perchè lui pretenderà di più di un semplice bacio,lui mi fà ridere’più sicurezza e mi fà venire il sorriso,di lui mi piace sia il carattere e sia l’aspetto fisico,se vado insieme con lui è più comodo perchè mi porterebbe a casa in macchina,mi farebbe dei regali… il problema che i miei non vorrebbero anche perchè sono piccola, ma come faccio dimenticarlo ?

  • Salve a tutti.
    Io da sempre ho provato una certa attrazione per l uomo più grande di me. E ho sempre giustificato questa cosa col fatto che io sono un eterna innamorata di mio padre ovvero soffro prp del complesso di Elettra. Comunque ora a confermare questa mia tendenza è questa relazione che ho intrapreso da 4 mesi con un uomo sposato ( con tre figli) 18 anni più grande di me ( io 21enne e lui 39enne).
    A parte che mi è sempre piaciuto. Io lo conoscevo già. Poi da quando abbiamo cominciato questa specie di relazione io ho prp perso la testa. Non riesco più a stare con i miei coetanei, ci sono stati diversi ragazzi con il quale sono uscita e al quale io interessavo tantissimo ma a me non mi stuzzicavano prp. Zero stimoli. E ora che continuo a frequentare il mio 39 enne, cerco solo altri uomini più o meno della stessa età. E tutto diverso. Prp l approccio che c e. Un modo di coinvolgerti diverso. Ci sanno fare. Ti senti manipolata e dominata mentalmente e questo mi piace. Mi faccio sopraffare dalla sua esperienza e posizione sociale. Mi eccita anche il ft che è sposato ma vuole me. Ultimamente mi sto sentendo anche con un uomo di 43 anni e dv dire la verità non voglio generalizzare ma l uomo maturo e tt un altra cosa. Ti a sentire diversa. Ti fa sentire grande, desiderata e importante. Perché ti ripeti in testa : un uomo così grande vuole me che potrei essere sua figlia.
    E spesso quando facciamo sesso lui melo dice prp. Mi dice potrei essere tuo padre. Ma questa cosa a me m eccita d più. E penso lo stesso vale per lui.

    • è esattamente la stessa cosa che pensano molti di noi maschietti adulti…solo che è difficile trovare una ragazza giovane con gli stessi pensieri, gli stessi desideri. Posso solo invidiare bonariamente quel fortunato ed augurarmi di fare anche io incontri simili, magari con una “bimba” deliziosa da coccolare come fosse una figlia. O quasi 😉

      prince

  • Ciao a tutte!
    Sono un uomo di 49 anni e non sta a me dire se sono piacente, bello o brutto. Lo lascio dire agli altri. Scrivo per raccontarvi la mia breve storia, che parla del mio matrimonio con una donna di 27 anni, quindi più giovane di me di circa 22 anni. Il nostro rapporto è bello, profondo, giocoso e intimamente sempre al top, cioè, in una parola: completo! Lei è stata attratta dal mio modo di essere, dentro e fuori, dal mio modo di esprimermi e soprattutto dalla mia capacità di saperla ascoltare (non consigliare) con il cuore e la mente, nei suoi momenti difficili. Non c’è di mezzo la quantità di denaro, (sono benestante ma non milionario);non ci sono regali quotidiani o belle macchine, ad alimentare ciò che di bello esiste tra di noi; tutto procede in maniera serena e seria tenendo conto delle reciproche necessità. A me, di lei, è piaciuto il fatto che si sia lanciata a capofitto nella storia con me, senza nessun timore o remora per la differenza d’età, e soltanto dopo essersi sentita dire (da me) che volevo una relazione più che seria .. impegnativa, esclusiva! Questo mi ha fatto capire che il suo unico timore era quello di essere presa in giro, come accade anche e spesso, tra coetanei che si fidanzano e che nel contempo ‘rimorchiano’ questo o quell’altra su facebook.
    Le donne più giovani, e questo è storia, dal medio evo in poi, sono sempre state attratte dagli uomini più maturi, che fondamentalmente sanno staccarsi dal ‘gioco’, e prendersi ogni responsabilità di una relazione seria (seria nel senso di .. univoca ed esclusiva); sanno prendersi cura della propria donna e renderla unica anche in presenza di altre donne, senza mai paragonarla con la .. o le .. proprie ex e soprattutto con la figura di riferimento tipica del nostro paese .. ‘la mamma’. Credo quindi che quell’attrazione femminile, scaturisca dal fatto che, in un uomo più maturo, si possono ritrovare, spesso accentuate al massimo, alcune qualità fondamentali dell’essere ‘uomo’: dalla pulizia personale, all’eleganza, al portamento maschile, al senso di protezione fisica e mentale che questo sa offrire ad una donna, rispetto ad un ragazzo più giovane, suo malgrado. E in fondo in fondo, seci pensiamo bene, non è questo che tutte le donne, giustamente, cercano? Essere ‘uniche’ agli occhi del proprio uomo; nonostante i: 20 – 30 – 40 anni di differenza d’età. In amore la differenza d’età non conta, neanche sotto il profilo dell’intimità, dove spesso, l’uomo più adulto, ritrova se stesso, e la donna rimane maggiormente appagata, che con un proprio coetaneo, troppo preoccupato dal raggiungimento del proprio piacere, più che da quello della propria compagna.
    In amore conta la disponibilità completa delle due persone ad affidarsi al cuore e i sentimenti dell’altro, per avviare il processo di stabilità che ogni coppia deve giustamente avere, per vivere in maniera felice il più a lungo possibile.
    Nel nostro paese, sempre lievemente controtendenza rispetto a tutto il resto del globo, questo fenomeno (rapporti con grande differenza d’età) è ancora una .. novità; novità sottoposta quindi a giudizi troppo frettolosi da parte di gente stereotipata e frettolosa nelle condanne; anche in totale assenza di mezzi per giudicare ogni cosa.
    A tutte le ragazze che hanno scritto, dico: ci sono una marea di uomini adulti, che vi aspettano, anche per storie serie e non soltanto passeggere; storie che, volendo, si possono vivere in maniera più che completa, dalla cena fuori, ad una caldissima notte di passione; basta scrollarsi da dosso ogni pregiudizio, ogni timore di essere giudicate male, da ogni essere stupido e ‘vivendo appieno’ una storia d’amore, ogni volta che questa bussa alle porte, anche con una grande differenza d’età. Forse questa storia non sarà eterna; è vero chi può dirlo! Ma perchè? E’ cosa certa, che tra due coetanei, una storia d’amore è .. per sempre?!
    Un bacio 😉
    ANTONIO (Roma)

  • Ciao a tutti, colgo l’occasione per raccontare la mia storia, ho 22 anni ed e da sempre che mi attraggono gli uomini molto più grandi di me, vivo una storia da 4 anni mentre lui ne ha 58, e un uomo affascinante elegante dolce e molto socievole, posso dirvi che la sua sua posizione economica non mi interessa, tra noi e nato tutto cosi all improvviso ci siamo innamorati prima mentalmente e poi fisicamente, e un uomo che amo con tutta me stessa che mi rispetta e mi ama, ciò che avvolte la gente non crede e che a me fa andarmi fiera del mio uomo e che siamo stati insieme dopo 8 mesi, ormai non esistono quasi più uomini che rispettano i tempi giusti ho conosciuto coetani che il giorno dopo volevano portarmi a letto ed invece poi ho conosciuto lui che mi disse “faremo l’amore quando sarò certo che un domani non mi alzi dicendo tra noi non va! Lui e stato il mio primo uomo in tutto e non riesco a pensare una vita senza lui, la gente giudica sparla ma non potranno mai capire che avendo lui accanto ho tutto! Non e per soldi non e per mancanza d’affetto e ne per protezione io lo amo prima per i suoi difetti e poi per i pregi! La nostra storia continua e spero per sempre

  • Buonasera a tutte, vi scrivo perchè mi trovo dall’altra parte della barricata. Sono un uomo di 49 anni innamorato di una ragazza straniera di 26 anni. Io le miei storie le ho avute , sono divorziato e con due figli. La mia precedente storia era con una stupenda ragadda con solo 8 anni di differenza , ora ho esagerato. Ho paura. Per vari motivi ci vediamo pochissimo e quelle poche volte ci facciamo delle stupende passeggiate che entrambi adoriamo. Non é successo nulla tra di noi e non so neanche se succederá. Io ho solo paura , paura di prendere una bella “tranvata” anche se l etá aiuta a passare sopra a mille cose. Paura anche di sentirmi redicolo con al fianco una ragazza con qualche anno più di mio figlio. Paura di essere additato come il solito tardone che rimorchia le giovani straniere..e mi dispiacerebbe per lei. Dai vari nostri discorsi io le ho comunicato questa mia paura. Lei non so se signorinilmente o realmente mi ha detto che nel suo paese differenze di etá cosi alte sono quasi normali facendomi anche esempi nella sua famiglia..ma si tratta in ogni caso di differenze di 10/15 anni e non di 23. Io mi mantengo ancora bene ..e a detta di molte e molti sono piacente..ma sinceramente che gli racconto ad una 26 enne nell intimitá? Devo essere anche pratico! Lei è una ragazza molto inteligente ed istruita e non credo che cerchi la sistemazione con il signorotto italiano. Che devo fare? Lo ammetto questa storia mi fa star bene. Che mi consigliate? Grazie mille

  • Ciao a tutti. Sono una ragazza di 18 anni. Ho conosciuto su facebook un ragazzo di 30 anni veramente carino in tutti i sensi, mi ha parlato un po’ di lui e viceversa e abbiamo chiacchierato. Sono un po’ preoccupata dai 12 anni che abbiamo di differenza e un po’ dal fatto che non ho esperienze di relazioni. Come devo comportarmi con lui? Devo restarci solo amica o posso tentare qualcosa di più? Grazie 🙂

  • Ciao a tutti. Ho 18 anni e mezzo e su facebook ho conosciuto un ragazzo veramente carino in tutti i sensi di 30 anni. Mi ha detto che al momento non cerca nessuna e che è impegnato con il lavoro. Cosa posso fare? Come mi comporto? A me interessa davvero ma non ho esperienza in queste cose. Ci provo o lascio perdere? Grazie 🙂

    • Cara R95
      Più che di un consiglio, potrei darti un suggeriment.;
      Non c’è nessun problema a frequentare un uomo che ha 30 anni, se tu ne hai 18. Avete dodici anni di differenza, tutto qui! Se hai letto la mia storia, sai già cosa penso a tal proposito. Spesso ci sono paure reali e giustificatissime da parte delle donne, che hanno il timore di essere giudicate male dalla nostra società, troppo indietro rispetto al resto del mondo, su tali argomenti. L’unica cosa che mi sento di dirti è: prova a frequentarlo seriamente, non solo su facebook, che rimane sempre una conoscenza virtuale, quindi falsata rispetto alla realtà; provate a parlarvi a cuore aperto e con sincerità; assicurati ad esempio, che non sia il ‘classico’ 30enne che rimorchia chiunque altra, come ha fatto con te; che sia cioè: un uomo serio, che sa prendersi cura della propria donna e che sa farsi carico delle proprie responsabilità, nonostante il suo lavoro, che non può certamente essere l’unica soddisfazione della sua vita (te lo dice un 49enne che dalla professione ha avuto tutto e di più, con grandissimi successi personali, ma che riceve le più grandi gioie, solo da sua moglie).
      Se come tu dici, non vuole impegnarsi, per motivi di lavoro, te ne farai presto una ragione, ricordando il fatto che quando un uomo ti dice che: – è troppo impegnato per darti retta o legarsi a te- probabilmente lo dice solo perchè non gli interessi al 100%; cioè veramente! Da uomo ti dico: Quando una donna ti colpisce davvero non hai neanche il tempo di pensare a cosa dirle e hai troppa paura di perderla per comunicarle che: non te la senti di legarti, per il momento, perchè c’è il lavoro, credimi!!
      Tutto il resto è affidarsi alla propria indole e le proprie capacità sentimentali, che una diciottenne come Te possiede senza dubbio e che un trentenne come lui .. dovrebbe aver già maturato da tempo.
      Comunque sia, ti faccio il mio: ‘in bocca al lupo’ 😉
      Antonio (Roma)

  • buona sera a tutte/i, anzi buona notte. per quanto mi riguarda io sono una ragazza di 21 anni e sono innamorata di un uomo di 49 anni, amico di mio padre. ci conosciamo da molti anni, lui non è sposato , ma ha una compagna da tanti anni e due figli più piccoli di me. io posso assicurare che il sentimento che sento è sincero e vero! io ne sono innamorata da tanto tempo ,ma purtroppo, essendo molto timida non gliel’ho mai detto!! 🙁 questo mi fa soffrire non poco!!! con lui mi trovo benissimo… tra noi c’è chimica… lui mi fa sempre ridere… mi cerca… si preoccupa per me, parliamo di tutto… se io faccio delle battute lui ride e poi mi da sempre ragione ( ovvio qnd ce l’ho:) ) poi quando siamo insieme sembra che intorno a noi , anche se ci sono altre persone, gli altri spariscano… almeno x me è cosi!! io trovo molto dolci le sue attenzioni e suoi modi di fare…. e forse gli interesso!!!! ma non essendone sicura purtroppo continuo a soffrire… anzi chiedo anche a voi cosa ne pensate!! cmq io ho sempre provato attrazione verso gli uomini più grandi…. a 11 anni mi piaceva uno di 19 …poi a 14 uno di 25…e poi a 16 mi sono innamorata di LUI….. non so xk accada, e tante volte me lo sono chiesto !!! cmq io sono felice di amare un uomo cosi meraviglioso e so che se in futuro dovessi innamorarmi di un altro ragazzo/uomo il mio cuore apparterrà sempre a LUI!!! buona serata a tuttiiiiiiiiiiiiii

  • il mio umile parere, é che avete un problema… e serio anche.
    Che si voglia chiamare problema di autostima, complesso di edipo, cupidigia, vita facile, etc etc…
    Illudere un uomo, notariamente in crisi dai 40 anni sú, é diabolico.
    In entrambi i casi, quindi la ventenne e l´ultra quarantenne o addirittura cinquantenne, avete dei problemi.
    La ventenne perché non ha gli strumenti per effettuare un´autoanalisi seria e accurata delle propria tara, e l´uomo maturo in questione anche 🙂 peccato che per lui non ci sono scusanti essendo ormai un matusalemme (che si prenda le proprie responsabilitá!)
    Care le mie ragazze, gli uomoni maturi vi scelgono perché siete piú facili da gestire e da eliminare… fatevi quattro conti.
    Fate conto che i quattro soldi che spendono per la cenetta a lume di candela non sono niente rispetto a quello che guadagnano… e a quello che devono dare in famiglia… insomma vi usano.

  • Ciao a tutti, io ho quasi 19 anni e nella palestra dv lavora mia madre c’è un uomo di 46 anni che mi piace davvero davvero tantissimo!!! Infatti una settimana fa’ ero in palestra e gli ho voluto fare un complimento dicendogli che era veramente un Bel l’uomo e lui mi ha ringraziato con un sorriso pazzesco, e da quando gli ho fatto questo complimento quando va in palestra ho notato che si veste piuttosto giovanile cosa che prima nn era!!! Solo che siamo fermi così che lui mi sorride ci sono veri sguardi in palestra ma nulla di più…e nn so’ proprio come fare, tralaltro lui credo sia pure sposato con due figli. Aiutatemi datemi qualche consiglio vi prego ne sarei felice!!!!

  • Finalmente ho trovato il modo pr potermi sfogare anche io e onestamente sono contenta perché pensavo di essere l’ unica.
    Da un paio di mesi trovo una forte attrazione per un mio superiore…lui ha 54 anni io solo 25, ma cosa più grave è che è il padre di un ragazzo con cui mi sono frequentata questa estate.
    Ho sempre criticato gli uomini più grandi che avevano attrazione per le ragazzine, ma adesso che mi trovo nella situazione non so davvero come comportarmi.
    I suoi sguardi, la sua voce, il suo modo di camminare…. Non faccio che pensare a lui giornalmente e ogni volta che lo vedo a lavoro sembro una stupida…
    Forse rimane solo un desiderio platonico, so soltanto che una cosa del ebete mi spaventa perché nn mi era mai capitata…
    Davvero nn so come comportarmi……

  • Ciao a tutti, io ho quasi 19 anni e nella palestra dv lavora mia madre c’è un uomo di 46 anni che mi piace davvero davvero tantissimo!!! Infatti una settimana fa’ ero in palestra e gli ho voluto fare un complimento dicendogli che era veramente un Bel l’uomo e lui mi ha ringraziato con un sorriso pazzesco, e da quando gli ho fatto questo complimento quando va in palestra ho notato che si veste piuttosto giovanile cosa che prima nn era!!! Solo che siamo fermi così che lui mi sorride ci sono veri sguardi in palestra ma nulla di più…e nn so’ proprio come fare, tralaltro lui credo sia pure sposato con due figli. Aiutatemi datemi qualche consiglio vi prego ne sarei felice!!!!

  • Ciao a tutti. Io ho 21 anni,quasi 22,e da 5 mesi ho una relazione con un uomo di 46 anni e padre di un mio amico. Abbiamo iniziato messaggiandoci e dopo un po mi sono dichiarata. Lui ha ricambiato nonostante sia sposato. Il figlio ha un anno meno di me ma è mio amico e la cosa non aiuta. Abbiamo avuto rapporti (fenomenali) e lui mi dice che vorrebbe un figlio da me… Così mollerebbe la moglie. Voi credete che avremo un futuro o sono impazzita? Grazie

    • Ciao,
      Se permetti un consiglio,vivi questa esperienza/relazione,ma secondo me 25 anni di differenza non sono pochi.Pensa anche alla relazione padre-figlio che quando il medesimo avrà 20 anni suo padre sarà prossimo ai 70.Per cui il desiderio di un figlio da parte sua potrebbe anche essere un desiderio per restare legato a te,ma pensaci molto bene.
      Auguri.Peter

  • Vorrei portare la mia testimonianza col fatto che….al cuor proprio non si comanda.La attrazione a volte,verso una persona esce da qualsiasi razionalità !
    Anche se lei,la persona è molto,troppo giovane!
    Ho 51 anni e,terminata causa distanza,una storia lunga e sofferente con la mia ex,che di anni ne aveva di 35,di donne non ne ho più voluto sapere per un buon periodo.Anzi più stavano lontane e meglio era.E,deluso com’ero,mai è poi mai avrei pensato di poter incontrare una persona che riuscisse a catturare ancora la mia attenzione.A 20 si ama col cuore,a 50 con il cervello.Per cui mi ritenevo ben esente da tentazioni sentimentali.Tanto meno con donne troppo giovani.E non perché fossi stato senza animo,ma ero molto sfiduciato di incontrare una persona che avesse avuto il potere di scongelare il mio cuore freddo e arido da cinquantenne.

    Nel bar dove a volte la domenica andavo a bere un cappuccino ho trovato lei.Era lì,fra una brioche e un cappuccino.Non si poteva non notarla.Emanava sole e luce ovunque,come un angelo sceso sulla terra.Era una stella che splendeva anche di giorno,dalla quale non ci si poteva non accorgersi.Impossibile.
    E,visto che in quel bar lei ci lavorava,ho potuto osservarla meglio,mentre era indaffarata fra un cliente e l’altro.Bel tipo ho pensato,educata,solare,gentile,umile ….strano che si trovino in giro ancora donne così.Però è giovane,molto giovane…però mi aveva incuriosito e attratto.
    Ogni domenica la guardavo rendendomi conto che la osservavo sempre con più attenzione.Cercavo la razionalità e la logica per non guardarla.Invece cercavo i particolari,pensando…oggi è pallida,sembra stanca.Ma riusciva a sorridere con tutti. Incredibile.Ci sono persone che le incontri 10 volte al giorno e,ne faresti veramente a meno,mentre altre,le vedi solo una volta e,ancora prima di salutarle ti domandi quando avrai la possibilità di rivedere…
    Una domenica le ho regalato un pacchetto di cioccolatini,con una poesia…dicendogli che non era mia intenzione farle la corte,soprattutto per non metterà in imbarazzo,ma il mio regalo era dovuto perché apprezzavo la sua gentilezza e simpatia.
    Finché una domenica,dopo aver pagato il cappuccino gli ho detto….ma il tuo fidanzato non ti porta al mare con una giornata così bella?mi ha guardato con un sorriso un po’ amaro dicendomi…mi ha lasciato dopo 7 anni,non ha voluto sposarmi.Dispiaciuto ,le ho chiesto impulsivamente,hai Facebook ?
    Adesso,col senno di poi,sono quasi pentito.Di averglielo chiesto e di avergli scritto.Per carità,non gli ho scritto niente di particolare.Però non mi ha più risposto.Mi sembra di averla messa a disagio e, nello stesso tempo,pensando a quando avrà visto la mia età,forse quello a sentirsi più a disagio adesso sono io.Mi trovo in una situazione ridicola.Mi sarei anche accontentato di passare una giornata con lei,naturalmente al mare.Una semplice passeggiata sulla riva,anche fuori stagione.Sentendo il profumo del mare e ascoltando il silenzio.Godendo della sua presenza,leggera e soave.Perché ci sono persone che con il loro silenzio ti riempiono l’animo.Anche se solo con uno sguardo veloce come un colpo di vento o,un sorriso che illumina la sera,lasciando la scena a una stella cadente…Peter

  • Salve. Si, sono tornata. Ci sono stati importanti sviluppi: vi ricordate l’uomo per cui avevo perso la testa? Ecco ora ho quasi 19 anni (tra due giorni) e nonostante tutto provo ancora per lui un infinito rispetto condito di dolcezza… Ho capito che lo porterò nel cuore, ma non posso fare di più. La vera novità è che nella mia vita è arrivato LUI. Stessa età dell’altro (60), ci siamo trovati come confidenti, ci dicevamo tutto, e abbiamo finito col diventare amanti. Dico così perché lui (solo su carta però) è sposato e quindi non possiamo rendere la cosa ufficiale. I nostri momenti sono ricchi di dolcezza e io spero tanto che possa durare quel che basta per rendermi una persona libera! Libera delle mie insicurezze! L’enorme differenza di età non ci ha impedito di stare bene insieme, e questo è praticamente tutto quello che importa. Ovviamente non è facile gestire una relazione così, l’uno non fa pensare all’altro; non ci vediamo spesso, eppure non c’è stato un giorno in cui non ci siamo sentiti. Da quando l’ho incontrato non ho più, diciamo, “problemi di cuore”, perché ci bastiamo a vicenda. Mi sento felice, e per il resto chi vivrà vedrà.

  • Ciao a tutti.. Ho 18 anni e mezzo e ho conosciuto su un sito, un uomo di 43 anni.. Ci siamo scambiati le foto e ci parliamo da qualche mese…. Lui dice di volermi incontrare, che gli piaccio… Solo che non so se è giusto uscire con un uomo di 25 anni più di me.. non sono pochi… Aiutooo 🙂

  • Seguo questo Blog, da un bel pò di tempo, e vorrei fare i miei complimenti a Margherita, per come lo gestisce e, ancora, a tutte le persone che hanno parlato a cuore aperto .. non di un loro ‘problema’ :-)) .. ma di loro esperienze sentimentali, vissute piacevolmente, nella stragrande maggiornaza dei casi.
    Buona Pasqua a tutti e a tutte.
    Antonio – Roma

  • Ringrazio Antonio per gli auguri di Pasqua e ricambio!
    Sono l’anonima 29 (ora 30 e qualche mese) che aveva scritto il commento n.41. Sono ancora assieme al mio lui. Fino ad ora sotto tutti i punti di vista, emotivo e sessuale mi trovo benissimo. Mi sento appagata e amata.
    Vedo che ci sono tante ragazze nella mia situazione e vedo come sempre che i pregiudizi sono sempre gli stessi. Andare contro a tutto è molto difficile. Mi è piaciuto molto l’esperienza che viene raccontata al n.71 No rules please.
    Bello sentire dopo anni come evolvono queste storie d’amore, ci ritroviamo, ci consigliamo. Ognuna/o con la propria “strana” vita da raccontare.

  • Ciao Anonima 30!
    Ho letto la tua storia al n.41 e mi è piaciuta molto, pur rendendomi perfettamente conto che non è facile fare outing su se stessi o su situazioni che ci riguardano molto da vicino.
    Posso solo dire che sono davvero molto felice per te (e per il tuo lui), che avete la stessa identica differenza d’età esistente tra me e mia moglie e augurarvi tutto il bene del mondo .. per sempre!
    Sono sicuro che sia il miglior in bocca al lupo che si possa fare a chi, come Te, sta vivendo un bell’amore!!
    Un abbraccio a Te a tutti i lettori del blog! 😉
    Antonio – Roma

  • Sono arrivata qui cercando notizie sulla personalità di Mirra… parlo di teatro, di Alfieri, di tormenti d’amore… ho letto un po’ qui un po’ là. Il mio è un parere non richiesto che divido in tre battute
    1. Se una ragazzina, minorenne o meno, è subornata dal suo professore, la cosa ha rilevanza penale
    2. Di tutte le appassionate storie che leggo tengo memoria e vorrei averne notizie tra, diciamo, cinque anni. Quelle che sopravviveranno alla decadenza fisica di lui e all’esuberanza sopraggiunta di lei avranno dimostrato di essere amore…
    3. Sposare un uomo più anziano è cosa che tristemente è imposta in quella parte del mondo che non ha conosciuto ancora la rivoluzione femminile…

    Non c’entra, ma lo dico, amare una persona con la quale si condividono esperienza crescita figli e nipoti è privilegio

  • Salve a tutti, ho già scritto delle mia situazione che riassumo brevemente. Io ho 49 anni portati decentemente ma sempre 49 anni sono, lei straniera (no comment please) quasi 27. Tutto bello carino sensuale ed intimo. Ma non nascondiamo dietro ad un dito, come qualcuno scriveva, diamo tempo al tempo e vediamo tra ad esempio 5 anni che cosa succede, se questa relazione sta ancora in piedi. Ma io non la vivo serenamente in quanto non sono il tipo che vive il momento o meglio lo vive ma pensando al futuro. ma il mio futuro o il nostro futuro di coppia come sarà tra 10 anni. Lei 37 anni ed io 59..lei nel pieno della sua femminilità , nell’essere donna, ed io ..decadente ..Non mi preoccupo per me..la natura è questa..ma per lei ..avrà desideri di coppia diversi , bisogno di frequentare persone più simili anche per interessi dovuti all’età e non ultimo del sesso. Questo è quello che mi rattrista. Lo sapevo sin dal primo bacio e a volte penso che sia meglio chiudere questa storia, ma ne sono pazzo di lei e lei di me..

  • Rispondo volentieri a Ginormico .. post n°100
    Dal mio punto di vista credo che Tu debba fidarti fortemente dell’ultima frase che hai scrittonel tuo post: ‘ma ne sono pazzo di lei e lei di me..’ A parte la bellezza della frase in se, essa è scritta con il cuore, è cioè: ‘sentita’ fortemente, rispetto a tutto il resto.
    Se, come Tu dici, sei pazzo di lei e lei di te, allora è questo ciò che conta di più in assoluto; non solo nell’immediato di un ‘carpe diem’ che, come te, detesto anche io, bensì a ragione dell’esistenza reale di un sentimento fortissimo ed evidente che, nonostante tutto, vi tiene inseparabili.
    Nessuno, nel tempo, è mai riuscito a spiegare di che pasta sia fatto un ‘amore vero’, e per quante volte, si cerchi di dargli un indirizzo, si cerchi di rendere ‘canonico’ un sentimento che in realtà è tra i più sfaccettati e poliedrici del mondo, si cerchi di spiegare cosa sia un vero amore, non ci si riuscirà. E poi .. evitare un sentimento così bello come il vostro, per timore di ciò che accadrà in futuro? Perchè?.. Chi di noi, sa per certo, cosa ci accadrà in futuro?
    Superare i dubbi che una bella storia d’amore ci incute non è semplice, ma in quei casi può aiutarci la disattivazione della nostra mente, lasciando spazio completo al sentimento. Il vostro desiderio di stare insieme è ancora presente rendendovi, come hai scritto .. ‘pazzi l’uno dell’altra’ e .. tanto basta ad azzerare tutto il resto.
    Ti faccio mille auguri sinceri perchè la tua storia possa durare il più a lungo possibile. 😉
    Antonio – Roma

  • Rispondo ad Antonio (post 101) in risposta alla mia n°100.
    Ti ringrazio di cuore e cercherò di vivere questa storia come se fosse la “STORIA”. Lei sicuramente la vive in maniera meno “romantica” passami il termine, nel senso che la vive per quello che cè in quel momento e non pensa ad un futuro lontano. La sua presenza in Italia diciamo che non è di quelle ufficiali , tempo fa le espressi il mio sentimento e lei si infuriò dicendo “io che devo fare ora, se domani dovrò scappare e non vederti più ..sarei una st..a per te, ma io sono tutto ma non questo e non posso permettermi certi sentimenti che non posso poi rispettare”. Spero di essermi spiegato. La sua venuta nel nostro paese è dovuta al solo motivo di fare qualche soldo da inviare ai genitori e poi tornare nel suo paese.
    Adoro quella giovane donna, per quello che fa e che farà e le auguro di riuscire in tutto quello che vuole, è intelligente, tenace e ha voglia di mettersi in gioco e non ultima cosa umile e rispettosa di tutto quello che la vita gli ha dato e di quello che riesce a creare.
    Un salutone a te Antonio e alla tua non spiegazione dell’amore che come tale non è riassumibile in nulla e solo chi lo prova conosce in cuor suo il significato.
    Ginormico – Roma

  • Caro Ginormico
    Tu la adori e lei adora te. Ripeto: la forza di un bel sentimento può realmente cambiarci in meglio la vita, basta accettarlo per come esso si presenta, sebbene le difficoltà. Augurare quanto di meglio ci sia ad una persona a cui teniamo, significa amarla totalmente e questo, a volte può preoccuparci, ma rendendoci comunque felici e soprattutto .. Vivi.
    Ancora mille auguri per il vostro futuro
    Antonio Roma

  • Buongiorno a tutti/e.
    Inanzitutto compimenti per il blog.
    Sono un uomo di 51 anni, non libero, che ha iniziato una storia con una ragazza nel 2006. Io avevo 43 anni Lei ne aveva 32, ucraina. Conosciuta nell’ambito del mio lavoro, iniziavamo a contattarci con sms e telefonate. In quel periodo dopo 20 anni di matrimonio mi ero spento coem uomo.
    Lei parlava poco l’italiano ed all’inizio era difficoltoso anche comprenderci. L’inizio fu per gioco, un caffè, una passeggiata al Lago, poi per motivi di lavoro non si riusciva a vederci oppure una,due ore sempre a parlare. Non pensavo di innamorarmi di Lei, invece é successo. Ottenni il trasferimento nella sua città e approfondii la conoscenza. Poi Lei cambiò, grazie a me, il suo lavoro e il nostro rapporto diventò più efficace. Per non farla lunga, pur non separandomi per ragioni che ben capite (due figli) etc…, cercavo di dedicarmi a Lei in ogni momento possibile. Vacanza insieme, terme isieme, qualche fine settimana al mare, qualche cena fuori da occhi indiscreti. Tutto filava liscio ed eravamo veramente complici e ci amavamo immensamente. Nel mese di agosto del 2013, dopo una piccola discussione per cose banali non ci siamo più frequentati. Ogni tanto una telefona qualche sms e poi il silenzio. Mi mancava molto, mi manca molto. Devo dire che sto cercando di dimenticarla ma 7 anni di frequentazione ed tanto amore dato e ricevuto sono difficili da dimenticare. Non spero più di vederla ma rimane sempre nel mio cuore.

  • Mah anni fa ero un po scettico su queste unioni , ma oggi le cose sono molto cambiate queste differenze di età oramai sono la norma ed oggi le considero anche auspicabili..
    due dei mie migliori amici anni fa si sono prima fidanzati e poi sposati con donne molto più giovani …bè a distanza di anni sono le uniche due coppie del nostro gruppo che stanno ancora insieme e vanno d’amore e d’accordo.
    il problema non nasce a 20 anni ovviamente ma dopo i 35/40 perché siamo sinceri c è anche da dire anche se può urtare qualcuno che oggi un uomo di 40/50 anni è spesso in gran forma , non sfigurando affatto con una donna più giovane… mentre una donna di quell’età di media si porta gli anni molto peggio.
    alla luce del poi(purtroppo) , ritengo che una differenza di età (tra i 10 e i 20) ovviamente tra adulti,sia solo benefica

  • Cico… bello illudersi! E soprattutto pensare che in un rapporto di coppia quel che conta sia l’apparire più giovane, non sfigurare ecc. Una bella donna di 40 anni accanto a un ventenne è un’ape regina..a sessanta tutto muta…idem per l’uomo che a sessanta si trova con una bella donna di 40…discorsi triti e francamenti discutibili caro Chico immagino più che 50enne a caccia di sogni

  • Le donne che vanno con uomini più vecchi di 10 anni, lo fanno perchè sono rinchiuse all’interno del complesso edipico e più che un compagno cercano un padre. Alla fine rapporti di questo tipo sono frustranti perchè la prima cosa a venire meno col tempo è il desiderio, inoltre soprattutto quando la differenza di età comincia a diventare notevole (oltre i 20 anni), raggiunta una certa età la coppia comincia a dare segnali di insofferenza. Uomo 65-70enne, donna 40-45 enne: chi lo va a dire alla donna che dovrà accontentarsi di fare sesso sempre più raro (i casi di vecchi arzilli sessualmente non sono tantissimi, e farlo col viagra per compensare l’assenza di desiderio penso sia abbastanza squallido) con un vecchio che comincia a dare i primi segni della senilità, con malattie, nervosismi dovuti all’età (si diventa bambini capricciosi se non arteriosclerotici) e tutte quelle complicazioni della vecchiaia, oltre ad un senso di depressione per la vita andata via e l’appuntamento con la morte che si avvicina.
    Tirando le somme: pochi anni di gioia e piacere e moltissimi anni di lavoro come infermiera non pagata.
    Meglio affrontare la vita con un coetaneo, stessa generazione, stessi problemi esistenziali, stesse sfide poste dalla vita. Volete la vita facile e stare con il vecchio con la posizione economica solida? Siate pronte a pagarne le conseguenze, non considerando che il vecchiaccio potrebbe essere stato mollato da una moglie precedente e si ritrovi a pagare fior di alimenti a lei e ai figli. Avrà pure un ottimo lavoro, ma tutto ciò che produce se ne va in ex moglie e figli…..

  • Sono un uomo più “grande”, come è capitato a chi ha scritto qui ho avuto una relazione con una ragazza più giovane.
    Vorrei darvi alcuni spunti di riflessione basati sulla mia esperienza (questo che sto per scrivere è un atto di accusa anche nei miei confronti).
    Tante hanno scritto di sentire le esperienze vissute dall’uomo come qualcosa che le fa maturare, che le fa crescere. Vi sbagliate è solo una trappola, fate vostre esperienze che non avete vissuto, saltate scalini e questo vi indebolisce l’anima e non vi porta a maturare. Ogni passo che credete di fare è un falsa sensazione derivata da altri, non crescete non camminate in avanti non maturate rimanete ferme dove siete.
    Tante parlano di sentirsi più protette, verissimo un uomo più grande vi protegge e sopperisce ai vostri bisogni come nessun vostro coetaneo sa fare. Peccato che poi non riuscite a sviluppare i mezzi per difendervi da sole, non sviluppate gli elementi che vi portano a raggiungere da sole quello che desiderate. Vi atrofizzate, vi evolvete in un essere in grado di esprimere solo dipendenza e bisogni. In aggiunta non riuscirete mai a sviluppare gli elementi che vi porteranno a sopperire ai bisogni di qualcuno a livello emotivo e sentimentale. E arriverete al punto di poter avere relazioni solo con chi non avrà bisogno di un vostro “vero” supporto affettivo ed emotivo cioè: persone che hanno già questo (famiglie, mogli, compagne ecc…), narcisisti o persone che non sono assolutamente in grado di provare sentimenti.
    Il sesso è vero lo facciamo meglio, ma lo abbiamo imparato e costruito con altre persone. Voi lo imparate o lo subite? Lo costruite o vivete qualcosa di già pronto? E un qualcosa di simmetrico o subite qualcosa di già confezionato, magari per la moglie a casa che aspetta il vostro lui?
    Un altra considerazione, non vi rendete conto di quanto è facile sopraffarvi con astuzie (anche declinate in maniera del tutto inconscia) per chi ha 15 o 20 anni più di voi, sopratutto se voi siete in un età (dai 17 ai 22) in cui non avete praticamente vissuto esperienze da adulte. Mai pensato di trovarvi in presenza di qualcuno a cui si può applicare la frase dello spot televisivo “Ti piace vincere facile?”
    E vi è mai capitato di pensare che trovando una persona più matura di voi forse anche a voi piaccia vincere facile?
    Con una persona più grande vincete, conseguite obiettivi che altrimenti richiederebbero dosi di tempo, impegno ed energie molto più grandi. Sono veramente vittorie? Sono veramente obiettivi conseguiti?
    Quanto vi forgiate veramente facendo affidamento su capacità ed esperienze che vi danno un vantaggio tremendo ma che non avete acquisito voi?
    La vita spesso è brutale, cattiva malefica. a volte viviamo esperienze talmente brutte che ci spezzano ci lasciano sanguinanti a terra. Molti si rialzano ma si rialzano perché hanno imparato a lottare, hanno imparato a vivere si sono forgiati. Voi con il paradiso a cui siete condotte dai vostri angeli di 35, 40, 45 o 50 primavere vi forgiate veramente? imparate a vivere e lottare? Imparate a reagire?
    Quando voi future mamme sarete guardate da un un figlio o una figlia che soffre saprete essere di esempio? Saprete insegnargli a cercare una via di uscita? Saprete lenire le loro sofferenze? Saprete tenergli la mano mentre cercheranno di salire gli scivolosi gradini della loro vita?
    O sarete solo in grado di insegnargli ad unirsi con chi ne sa più di loro, a chi ha più di loro per crescere ed essere felici?
    Nelle vostre storie leggo amore, alcune di voi fanno trasudare amore da ogni lettera che incidano sullo schermo, vi si legge anche l’amore che vi danno. Tante di voi sono amate, sono amate da impazzire da Angeli sinceri che come tutte le buone creature celesti vi danno tutto. Tutto quello che è nel loro immenso potere e sono felici nel farlo. Ma è troppo, quello che vi regalano (quello che ho regalato) è droga. Quello che vi facciamo scivolare dentro quello che vi fa toccare i cieli più alti con un dito non fa altro che rendervi dipendenti e indebolirvi. Vi blocca, vi cristallizza e atrofizza le vostre ali.
    Scusate questo sfogo.
    Non volevo offendere e sminuire nessuno.
    Auguro felicità a tutti e tutte.
    J.

  • Io 25, lui 60. Lui il mio titolare! Lui posizione rispettabile e benestante e separato. Ha lasciato la sua compagna con cui stava da 4 anni. Prima non concepivo che lui potesse corteggiarmi in quanto io sono fidanzata. Poi mi sono innamorata e non per soldi anche perché con lui condivido il lavoro ed il letto, niente vacanze ed uscite lussuose, preferiamo non far sapere in giro di noi. Diversamente non tutti condividerebbero. Ho lasciato il mio fidanzato perché non mi dava ciò che mi da lui, il sesso è fantastico!!!! ed è attento a sodfisfarmi a tutti i costi. I miei non l’accetterebbero, mia madre ha detto che posso andare via di casa…
    voi come fate? tenete nascoste le vostre relazioni??

  • Rispondo al post 109 (Elisabeth). Io ho una stupenda relazione con una ragazza poco più grande di te ed io ho 50 anni. Mi metto nei panni dei tuoi genitori, non è semplice accettare una situazione del genere, ma non per il sentimento ma per il futuro. Come descriveva Orange nel post prima del tuo, diventeresti la badante della situazione , non cresceresti mai e forse perderesti anni della tua vita che forse potresti utilizzare meglio. E’ inutile negarlo e io lo ricordo spesso alla mia compagna, del sano egoismo è necessario e noi vecchietti magari esageriamo ed io non sai che darei per essere più giovane di almeno 10 anni. Non mi sentrei a disagio quando siamo in giro (ora meglio di prima), potrei pensare ad un futuro diverso per entrambi. Penso che non sia giusto per Lei perdersi questi anni da quasi trentenne e per te penso la stessa cosa. Lo so che in amore si fa di tutto e di più..ma deve essere amore vero. Ora a parte le varie filosofie sul fatto che la giovane ragazza vede in noi più “maturi” la figura paterna etc etc ..devi solo capire se tra di voi cè quel famoso sentimento Vero…se cè ..vivila come credi e i tuoi genitori ..capiranno prima o poi. Da parte mia posso dirti che scappare non risolverà nulla. Io quando sono in giro con la mia dolce metà , straniera e molto vistosa per bellezza ed altezza , le reazioni dei passanti sono sempre molto imbarazzanti sia per commenti che per sguardi..ma lei mi dice “che ti importa ..lascia stare..tu sei con me”. Ma non passa un giorno in cui penso che Lei un giorno cercherà altro.. Per ora la vivo così ma non sono sereno. Cerca solo di capire il tuo e il suo sentimento e poi se decidi di andare avanti …vai tranquilla ..l’importante che la decisione sia la tua e non di altri. Se decidi il contrario , noi uomini “maturi” abbiamo dalla nostra la consapevolezza e l’umiltà di capire che va bene anche così e che è arrivato il momento di mettersi da parte. Ti auguro di capire cosa vuoi e per ora vivi questa storia come un favola.. tanti auguri.

  • Grazie Ginormico per la tua risposta. Sì anche lui come te mi ricorda sempre che prima o poi sceglierò altro, ma in realtà provo davvero qualcosa di profondo per lui, credo anche lui per me, che mi fa sopportare tutto e anche i commenti della gente che sinceramente non mi interessano più. Io sono davvero felicissima e non rinuncerei a lui per nessun motivo. Ora mi godo la mia storia e chissà prima o poi anche i miei capiranno.
    Ciao grazie mille..

  • Salve, casualmente questa sera ho trovato questo blog ed ho pensato di scrivervi la mia storia. Io attualmente ho 32 anni, ma mi sono sempre piaciuti uomini assai più grandi di me. Il primo rapporto l’ho avuto a 18 anni con un uomo che ne aveva 52. Era sposato ma io ero molto innamorata e abbiamo vissuto una storia di ben 12 anni. Poi mi sono innamorata di un uomo di 48 anni che nel frattempo è “cresciuto” ed ora ne ha 57. Non abbiamo rapporti in quanto era impegnato e non ha mai voluto tradire la sua metà. Attualmente ho una “storia” con uomo di 63 anni a cui mi sono affezionata ma che al contrario del primo, non vive con me un rapporto fatto di esclusività, in quanto è un donnaiolo. Ad ogni modo io sono assai preoccupata per la mia situazione. Ho parlato con uno psicologo che mi ha consigliato di affrontare il problema e di crecare di frequentare uomini della mia età… ma io ne ho paura. Sessualmente parlando poi non mi attraggono per niente… mi sembra quasi fossero un sesso a parte. Preferirei andare a letto con uno brutto di 60 anni e nn con uno passabile di 35. Il problema è serio perchè gli anni passano e rischio di nn riuscire a farmi una vita mia e stabile… Proprio in questo periodo sto frequentando con grande difficoltà un ragazzo. Cmq sia… spero di avere da voi una risposta. Ciao!

  • Ciao a tutte/i ciao margherita! Ho trovato questo Blog molto interessante ho letto tutte le storie e mi sono rispecchiata in alcune. Ho 23 anni e mi sto innamorando di un uomo di 40. Premetto che sembra molto più giovane è affascinante e un super sportivo. A parte questo volevo precisare che nell’uomo maturo non cerco l’affetto di un padre ne un uomo che mi protegga o mi faccia regali! Comunque il problema che volevo porvi è : quest’uomo mi piace molto ci scriviamo ttt i giorni e molto bello parlare con lui mi coinvolge nella sua vita e in quello che fa è molto bello! Parliamo di qualsiasi cosa! Lui è un cliente del bar in cui lavoro quindi lo vedo abbastanza spesso!
    Tempo fa mi aveva chiesto di uscire ma io gli ho detto di no xke mi faceva un po paura la cosa! Ora xo credo di aver fatto un passo troppo azzardato…gli ho chiesto io di uscire con me! Lui ha detto va bene xo mi sembra un po…lontano. chiedo aiuto a voi e a margherita xke x me è una cosa nuova non sono mai uscita con un uomo con così tanti anni più di me. Spero in un aiuto! Ciao a tutti e auguri a tutti per le vostre storie!

  • Ciao a tutti sono una ragazza di 21 anni innamorata di un 35 enne ci siamo conosciuti 9 mesi fa lui é una persona molto timida diciamo che fin’ora non si é mai fatto avanti io gli ho detto che per lui provo una certa attrazione ma lui mi ha detto che non vuole una relazione, però mi sta facendo capire che in un certo senso lui mi vuole e io ora che le cose si stanno concretizzando ho paura, non so più cosa voglio ho paura che cercare un uomo più grande sia sbagliato, uno che poi non vuole nemmeno una relazione e che probabilmente vuole solo un rapporto di letto, mi sento tanto confusa, lui é un uomo molto dolce e io ho paura di soffrire secondo voi cosa devo fare?

    • Sono solo 14 anni di differenza !!! E ti definisci innamorata!! Lo sei veramente ? Se lui ha quel tipo di intenzioni, prima di tutto bisogna vedere se è vero, poi bisogna vedere se tu vuoi e poi vedere il resto.
      Ma se hai un minimo dubbio..lascia stare. se ci tiene sarà lui ad essere cordiale e sincero.
      Prova ad essere chiara anche tu con lui..dille che tu non vuoi una storia di letto ma non dirle che sei innamorata..
      sei piccola e ancora poco “esperta” ma fidati che noi uomini siamo animali semplici e facili da capire..
      buona fortuna

      • Grazie girormico per i tuoi consigli le cose tra me e lui si sono come dire “evolute” siamo stati insieme, ma il suo comportamento resta quasi invariato, e sta cosa mi fa impazzire, sinceramente non so come mettere in chiaro le cose..

  • A me è capitata la stessa cosa, ma con il mio maestro durante un tirocinio. Lui ha 65 anni, sposato, figli più grandi di me, eteroe cattolico. Un giorno mi sono deciso a rivelarlo tutto. E da allora le cose di sono un po congelate. Il solo vederlo o sentirlo mi fa impazzire. Mi sforzo di non pensarlo. Di non andare a trovarlo. Non ci sto andando. Ma il suo pensiero è sempre vivo. Avrei voluto capire di più. Anche senza implicazioni sessualità. Solo idealmente. Cosa è questo sentimento. Per certo so che lui è tremendamente importante per me. Assurdo.

  • Ciao Margherita
    sono capitato per caso in questo blog sono un 44enne che sta uscendo da una storia dopo due annie mezzo con una ragazza di 19 anni meno di me .
    Sono uno di quelli che fin ora sono stati descritti ,sono giovanile sono stato premuroso presente per lei ho perso la testa ,bellissima ,per me lei si è buttata in questa avventura .
    Prima però ho lasciato mia moglie ormai il rapporto dopo 20 anni si era logorato e mi sono buttato a capofitto in questo rapporto che mi ha ridato nuova vita .
    Eravamo tutti e due molto coinvolti abbiamo dovuto mantenere un certo riserbo sulla nostra storia e io ho dovuto fare i conti col rancore della mia ex e con i tanti ammiratori che lei aveva collezionato nel suo periodo di sigletudine .
    Comunque ho cominciato a prendermi cura di lei le ho fatto fare il primo viaggio all estero oltre ad organizzare vari week end fuori ,per starle più vicino abbiamo deciso di convivere in casa sua insieme alla madre ed al fratello dove mi sono piano piano trasferito ed ho comincia a contribuire al menage familiare ,nel frattempo lei perde il lavoro quindi il mio impegno è diventato maggiore.
    Ma col tempo questa mancanza di lavoro ha portato della noia in casa sua e lei ha cominciato a passare troppo tempo su facebook condividendo cose sconvenienti mancandomi spesso di rispetto e cercando attenzioni e riscontri estetici un pò in gitro per fb creandomi un mare di disagi e timori .
    abbiamo discusso molto per questo suo comportamento che per risultato ha dato solo una maggiore indifferenza per i miei sentimenti .
    Il giorno prima che io firmassi la mia separazione lei ha dato sostegno ad un suo amico (che so per certo essere un suo ex)con cui ho avuto una mezza discussione per la sua invadenza anzichè dare sostegno a me che le stavo dando la reale dimostrazione del mio grande impegno a stare con lei .
    Da li è cominciato il declino inesorabile i timori sono aumentati e l ‘indifferenza ai miei sentimenti pure .
    Ho comunque cercato di portare avanti il rapporto anche io da parte mia ho cominciato a fare degli errori dettati però dalla difesa di me stesso .
    Stavo dando fondo ai miei risparmi per prendermi cura di lei e della sua famiglia fin quando ho dovuto mettere dei paletti e tornare dai miei perchè non era più possibile mantenere i suoi capricci non voleva sentirsi mantenuta ma voleva che mi preoccupassi del suo benessere comodo no ?
    Per un lavoro straordinario necessario e urgente le ho preso a nome mio un prestito per eseguire i lavori pur sapendo che disoccupata non l’avrebbe mai restituito per cui lo sto pagando io .
    Oltre tutto le ho chiesto di ritrovare la nostra intimità andando ad abitare insieme per tentare di riconciliarci ma non ha voluto
    Beh alla fine tira e molla tira e molla ci siamo lasciati malamente …… mi manca da morire purtroppo …… ma la odio dal profondo ….. mi ritrovo devastato innammorato perso e abbandonato nel nome del suo narcisismo.
    Care bambine non mettevi con gli uomini più grandi per gioco se non siete capaci poi di avere il coraggio di andare fino in fondo ,noi a differenza dei vostri coetanei ci mettiamo il cuore vi diamo tutto e molto spesso ce lo restituite distrutto ci tenete ostaggio della vostra giovinezza della vostra bellezza

    Saluti

  • Ciao finalmente ho trovato qualcuno con i miei stessi gusti. Le mie amiche mi prendono per pazza perché sono in effetti attratta da uomini più grandi. A 19 anni ero attratta da un uomo di 36 anni e diciamo ok. Ora ne ho 22 e sono attratta da uno che ne ha 57. Lui ne dimostra 10 di meno è super affascinante mi fa impazzire. Quando lo vedo non so nemmeno io cosa mi prende. A qualcuna è capitata un attrazione con una grande differenza di età. Io sono ancora senza parole per la differenza.ma non posso negarlo mi fa impazzire.

  • Attenzione ragazze giovani!!! Ho sposato un uomo più grande di me di 22 anni…dapprima ero una star per lui viaggi pellicce gioielli, poi piano piano tolto tutto anche gli affetti familiari vuoto intorno. no non sono capaci di farti crescere hanno paura dei tuoi cambiamenti, ti creano complessi. Paura che tu vada via espressa nei modi peggiori. Quando ha capito che io dovevo “crescere” mi ha scaraventato addosso tutta la sua rabbia lasciandomi senza soldi e cercando di portarmi via (senza riuscirvi) anche le mie bambine. Mi spiace e ve lo dice una donna vittima per anni della sindrome di elettra, ma quando un “vecchio”(non ci sono altre parole) vuole una ragazzina è solo perché non è in grado di gestire il confronto con una coetanea. Che diciamo poi del sesso quando gli anni passano? Ciao pensateci e non buttate via il vostro tempo si cresce insieme!!!

  • In buona sostanza: La cosa più bella del mondo è partire assieme mano nella mano ed arrivare al tramonto mano nella mano, non uno avanti e l’altro dietro…
    Poi se deve essere presa come situazione perversa….beh la gente al mondo ne fa di tutti i colori. Ma attenzione che andare a letto con il transfert del proprio padre è perversione pesante bella e buona.

  • Sono una ragazzadi 18 anni, tra pochi mesi 19 e ultimamente mi sono accorta di essere attratta da un uomo di 37 anni. Lui è il mio istruttore di giuda, ridiamo e scherziamo sempre, alle volte mi lancia qualche occhiatina. Nella scuola giuda che frequento molte ragazze e ragazzi dicono che lui sia stronzo con loro perchè se giudano male lui le riprovera fortemente. Con me questo non è mai accaduto, non si mai arrabbiato con me, seppur sbagliavo..
    Ieri sera, durante la giuda, gli ho parlato di alcuni problemi che ho con le partenze in salita e lui si è reso disponibile, lasciandomi il suo numero, a venire a casa per insegnarmi.
    Lui non è fidanzato, da quello che mi dice, gli piacciono le sue coetanea ma non le ragazze più giovani.. io lo penso in continuazione.. sembro una stupida, ma davvero vorrei fagli capire che io sono diversa, sento che possiamo stare bene insieme. Voi che mi consigliate?

    • Sono una ragazzadi 18 anni, tra pochi mesi 19 e ultimamente mi sono accorta di essere attratta da un uomo di 37 anni. Lui è il mio istruttore di giuda, ridiamo e scherziamo sempre, alle volte mi lancia qualche occhiatina. Nella scuola giuda che frequento molte ragazze e ragazzi dicono che lui sia stronzo con loro perchè se giudano male lui le riprovera fortemente. Con me questo non è mai accaduto, non si mai arrabbiato con me, seppur sbagliavo..
      Ieri sera, durante la giuda, gli ho parlato di alcuni problemi che ho con le partenze in salita e lui si è reso disponibile, lasciandomi il suo numero, a venire a casa per insegnarmi.
      Lui non è fidanzato, da quello che mi dice, gli piacciono le sue coetanea ma non le ragazze più giovani.. io lo penso in continuazione.. sembro una stupida, ma davvero vorrei fagli capire che io sono diversa, sento che possiamo stare bene insieme. Voi che mi consigliate?

      • Scherzando ti direi , vai in bicicletta..
        Io direi di aspettare e capire meglio. Certo che il comportamento dell’istruttore di farti delle lezioni a casa..non mi piace ed è poco professionale. Ed io sono maschietto !!! Sai comè fidarsi è bene ma non fidarsi..
        Stai attenta..

  • Ciao ho una grande problema, mio ragazzo a 42 anni ed io 18 mia madre non lo sa che stiamo insieme da due anni,però io lavoro per lui e lei non lo puo vedere,lo odia proprio.Sono passati due anni bellissimi che lui sia comportato benissimo con me e mi ha capito sempre,e il uomo con quale io mi voglio fare la vita però come faccio a dirgli,lei ha pure problemi con il cuore,vi prego aiutatemi

  • Ciao ho una grande problema, mio ragazzo a 42 anni ed io 18 mia madre non lo sa che stiamo insieme da due anni,però io lavoro per lui e lei non lo puo vedere,lo odia proprio.Sono passati due anni bellissimi che lui sia comportato benissimo con me e mi ha capito sempre,e il uomo con quale io mi voglio fare la vita però come faccio a dirgli,lei ha pure problemi con il cuore,vi prego aiutatemi per favore !

  • Scherzando ti direi , vai in bicicletta..
    Io direi di aspettare e capire meglio. Certo che il comportamento dell’istruttore di farti delle lezioni a casa..non mi piace ed è poco professionale. Ed io sono maschietto !!! Sai comè fidarsi è bene ma non fidarsi..
    Stai attenta..

  • Ciao a tutti,
    ho trovato per caso questo blog e leggendo alcuni dei vostri commenti, sopratutto quelli iniziali, mi sono sentita meno sola.
    Ho 15 anni ed a volte quasi provo disgusto verso i miei coetanei: mancanza di cervello, di maturità, di responsabilità. Non fanno altro che pensare a “divertirsi” e sballarsi nei modi più assurdi con alcolici, canne e droghe. Ed è inutile dire che “L’abito non fa il monaco”, perchè li riconosci subito: cappellino storto, pantaloni a metà coscia, camminata inguardabile.
    Non mi sento parte di questa generazione, insomma, si è capito.
    Da un paio d’anni provo attrazione sia fisica che mentale per uomini molto grandi….30-40 anni, più o meno. Lo dico alle mie amiche e loro pensano che ho qualche rotella fuori posto, e che in giro ci sono tanti bei ragazzi per me. Ma non mi interessa che siano superfighi, con la canna sempre pronta e il cervello di una formica.
    Voglio un Lui intelligente, raffinato e protettivo, all’antica.

    Insomma sarò anche pazza, ma almeno grazie a questo blog ho capito che non sono la sola 😉

  • Salve a tutti. Mi chiamo Veronica ho 36 anni e sono innamorata follemente di un uomo di 76 anni. Lo amo da tanto tempo ma lui è sposato e ha figli. Vive in un’altra città e per di più è un personaggio pubblico. NON HO SPERANZA. Ma l’AMORE non ha logica . Non siamo noi a decidere di chi innamorarci ma il CUORE!!!! Mi aggrappo lo stesso allo 0,1% di speranza. Sarei disposta pur di stare vicina a lui anche a fargli un domani da colf, badante, pur di stargli vicino. LO AMO!!!! Non mi offendo ma se potete rispondetemi pure. Forse ho perso la ragione. Ma credetemi gli voglio TROPPO BENE!!!!! L’ho visto. Vivo questo AMORE PLATONICO ma vorrei che si concretizzasse. Ci teno troppo. Preciso anche che non dimostra affatto la sua età. E’ un tipo molto giovanile. Grazie a tutti.

    • Cara Veronica,leggo il tuo post quasi 2 anni dopo la sua pubblicazione quindi spero che nel frattempo tu abbia chiarito o ridimensionato questo sentimento.Ti dico che ho 39 anni e anch’io sono fissata da 4 anni con un uomo di 76.Non ho mai ammesso di esserne innamorata nè mai desiderato di prendere il posto di sua moglie,ma riconosco che il sentimento va ben oltre l’amicizia.L’ho conosciuto per caso lavorando assieme a un progetto culturale (vive a 300 km da me),mi ha presa in simpatia abbiamo iniziato a scriverci e a sentirci anche tre volte al giorno…non è mai successo nulla ,ma è stata la persona alla quale ho più pensato negli ultimi 4 anni oggetto delle mie fantasie e della mia ricerca di affetto,l’amico sempre disposto ad ascoltarmi e consolarmi,l’uomo di classe ,esperienza e cultura sul quale vagheggiare..sì ok lo sto dicendo forse sono alla ricerca di un padre?eppure il mio per fortuna è vivente e presente.Riconosco di avere dei problemi ad instaurare una normale relazione affettiva con un mio coetaneo o comunque un uomo alla mia portata,forse preferisco vivere nell’immaginazione che affrontare la realtà.Beh con questo uomo le cose si sono incrinate circa un anno fa,perché ci scrivevamo spesso ma non ci vedevamo mai ( 10 volte circa in 3 anni)e ho incominciato a incazzarmi, a dirgli che non teneva veramente alla mia amicizia che era solo un ripiego…però insomma continuo a volergli bene a pensarlo .

  • CIAO,MI CHIAMO GIADA E HO 15 ANNI. LO SO CHE PENSERETE A ME COME UNA RAGAZZA STUPIDA E NON ANCORA INTELLIGENTE,MA LE PERSONE CHE MI CIRCONDANO MI HANNO FATTO SEMPRE CAPIRE IL CONTRARIO. HO LETTO TUTTO CIO’ CHE AVETE SCRITTO E MI SONO INTERESSATA TANTISSIMO. A ME PIACE UN UOMO DI 36,PERCIO’ CI DIVIDONO 22 ANNI. SONO TROPPI,DAVVERO, MA LA MIA E UNA COTTA A LUNGO TERMINE. CI CONOSCIAMO DA 1 ANNO E RIGUARDO A ME, MI SONO SEMPRE PIACIUTI I RAGAZZI PIU’ GRNDI DI ME. IO NON CREDI CHE TRA NOI CI POSSA ESSERE QUALCOSA,PERCHE’ LUI E’ FIDANZATO DA 4 ANNI CREDO E MI RIPETE SEMPRE CHE IO DOVREI STARE CON QUELLI DELLA MIA ETA’. CIO’ MI HA FATTO BEN CAPIRE CHE NON SUCCEDERA’ NULLA. LO SA SOLO UNA MIA AMICA,E BASTAAA! ORA ANCHE VOI PEROò

  • ciao a tutti… io sono una ragazza di 17 anni..fin dalle medie mi piacevano sempre dei prof…quindi degli uomini piu grandi (30-40 anni in piu)…ora …da circa 6 mesi ho conosciuto su facebook un uomo di 41 anni di cui mi sono innamorata…. lui è single per brutte esperienze avute in passato…e dice di non volere avere piu relazioni..dice di aver perso la fiducia nelle donne…ma con me si confida ..io faccio lo stesso….lo sogno la notte…lo penso …. parliamo ogni giorno. qualche tempo fa in qualche modo mi ha detto che gli piaccio…poi mi ha detto per scherzare credo che quando fosse diventato vecchio lo avrei abbandonato per uno piu giovane…ma gli ho detto di no…viviamo a circa 1000km di distanza…io ho una voglia pazzesca di conoscerlo….e mi piacerebbe avere la prima volta con lui però sono un po confusa…..per non dirgli che lo amo gli dico sempre che lo voglio bene..mi preoccupo quando non sta molto bene…proprio sento una specie di dolore interiore che non so come spiegare…vorrei poter fare qualcosa per farlo sentire meglio..siamo entrambi molto sensibili…ma penso che abbia poca autostima di se per le esperienze passate..e questo mi addolora… che ne pensate?

  • Salve a tutti/e.. sono un ragazzo di 33 anni e mi scuso anzitutto se vado contro molti e molte che hanno scritto su questa pagina, sulla quale mi sono imbattuto per caso, certo, ma cercando qualcosa che rispondesse alle mie domande: perché la mia donna sta con me e guarda in continuazione ogni uomo o ragazzo brizzolato che passi a tiro..
    Vedete, mentre alcune di voi addirittura scrivono che stanno coi rispettivi e in realtà desiderano (o peggio ancora hanno relazioni) con altri “uomini”, ci sono tanti ragazzi davvero maturi e pronti per una relazione che magari stanno male per voi perché vi vedono distanti, persone più mature dell’età che hanno e tante che hanno meno maturità degli anni che portano (bella cosa uno che è sposato e sfotte le ragazzine che ci cascano con facilità), e mentre molte di voi giocano a fare esperienza… una signora che conoscevo si è suicidata dopo aver trovato il marito a letto con la figlia di una sua collega. E tutto questo per cosa? A mio avviso, tutto ci sta, complesso di elettra, genitori possessivi, mancanza di affetto.. ma porca miseria, riferito alle ragazze/ine che giocano a mettersi il rossetto per sembrare donne.. ma perchè non vi godete l’età che avete rispettando certi “equilibri”…e poi perchè gli altri devono essere sempre il mezzo con cui colmate i vostri vuoti? Non ho letto altro che EGOISMO: mi dà questo.. mi dà quello, mi fa sentire… e cosa potete sperar di dare a uno di 50 anni voi piccole cucciolotte ventenni, sperate davvero che l’altro sia innamorato? E di che cosa? Di quale parte di voi? Per condividere cosa? Non capite, vero? L’uomo ha esigenze fisiologiche diverse.. e più fresca è meglio è! Questa è la mentalità di persone che si avvicinano alla maturità. Eterni peter pan che nella vita distruggono ciò che costruiscono. Molto più stuipidamente di un topo in gabbia. Ma cercate di crescere veramente, di cercare di educere da voi stesse quanto il Padre eterno vi ha donato, così come ha donato ad altri. Ve lo dico non per giuduicare, né per criticare… ma sento il bisogno di dire realmente ciò che penso e ci credo fortemente!
    C’è così tanto da dire.. e veramente poco da commentare. Essere UOMINI vuol dire saper dire di no con la testa che sta sotto piuttosto che quella di sopra. Essere uomini non significa necessariamente avere una posizione o una tranquillità economica o stima della gente, perché molte cose sono diverse da quelle che sembrano. Io non ho un cavolo in tasca ma ho al dignità di chi si alza la mattina e si sente uomo perché ha la forza di lottare per essere VERO, oltre che per lavorare onestamente: certo non serve che vi dica che c’è chi è figlio di papà, chi ruba forse, e sinceramente se uno stava bene e aveva tutto come mai ha lasciato la moglie o mentre la moglie cucina lava e stira si “lavora” la ragazzina.. perché molte di voi SONO ragazzine.. senza offesa chiaramente. Ma vedete, un ragazzo realmente innamorato è sempre poco apprezzato perché è sempre lì presente, perché mostra interesse…sì, diciamocelo chiaramente: non vi sa di conquista.. non vi sa di conquistatore. Ebbene, grazie al piffero che uno che ha soldi da parte, che ha un buon lavoro e può scoparsi chi vuole ha tutto il tempo di lavorarsi una ragazzina.. perchè sa già che è solo questione di tempo.. Perché sappiate che un “buco” stabile ce l’ha già e non ha bisogno di insistere per soddisfare le proprie esigenze. E’ ovvio che vi tira di più.. perchè si lascia deisderare, perchè ha l’esperienza… già, l’esperienza! Quella che tutti siamo chiamati a fare, o mi sbaglio? Quella esperienza che sarebbe bene imparare assieme a un ragazzo non necessariamente più grande del doppio.. perchè sapete, più grande è per motle di voi più maturo è…quanto vi sbagliate! E se proprio non volete perchè non vi sentite circondati da ragazzi quantomeno alla pari.. almeno abbiate maggiore fiducia in voi e a denti stretti cercate di vivere esperienze sane, almeno avrete da insegnare qualcosa…e i maschui, si adatteranno. Siete cieche a tal punto di vedere fascino anche dove in realtà neanche c’è.. perchè è solo l’IDEA che vi alimenta… null’altro (eccezion fatta per poche mosche bianche). Io ho 33 anni, lavoro in banca e non mi manca nulla, so di essere un bel ragazzo, non sono un figone, ma sono una persona ricercata perchè ho una bella personalità (e non lo dico a me stesso ma lo dicono gli ALTRI, uomini e donne).
    No, non vi scrivo da persona frustrata, né delusa. Personalmente non sono nessuno, anzi, vi parlo da persona che di stronzate ne ha fatte parecchie e sono quasi 20 anni che sono in mezzo alla strada a mangiar polvere di marciapiede. Cominciate a vivere meno di illusioni e aprite gli occhi, perchè colui che desiderate è una figura immaginaria, non è amore e non è innamoramento. Non sempre ciò che fa star bene è ciò che è giusto, e non sempre ciò che è giusto fa comodo, sono insegnamenti base della vita.
    Premetto che la mia ragazza (lei ha 2 anni più di me) ha perso il papà all’età di 5 anni.. e sente bisogno di sicurezza affettiva, economica e morale… ma una donna con un po’ di palle no???? Bene, io ho scelto di fare comunque i conti con tutto questo casino della sua vita, le ho chiesto di fidarsi di me e stiamo camminando assieme.. ma è sempre più facile lasciare che siano gli altri a risolvere i problemi. Pretendere che qualcuno si prenda cura di voi mi sa di pigro, di bambino, e anche un po’ di accattone privo di dignità. E’ sempre più facile dare la colpa al passato che uscire fuori nel presente e cominciare a vivere. Nessuno ha mai detto cjhe sia facile, ma non è nemmeno impossibile.
    Non me ne vogliate, per questo, anzi accetto qualsiasi cosa vogliate dirmi.
    Fabio

  • Salve a tutti ed a tutte, sono Michele un uomo di 42 anni.
    Vorrei portare alla vostra gentile attenzione alcune riflessioni inerenti l’età anagrafica.
    Premetto che a mio avviso ogni singola persona è libera di amare e desiderare ciò che vuole, ma quello che non ho mai fatto io è il binomio età-maturità. Nella mia vita ho incontrato giovani ventenni con un grado di saggezza e buon senso da fare invidia a qualunque persona, così come ho incontrato 40enni, 50enni ed anche 60enni di una superficialità, stupidità ed immaturità che nemmeno un bambino di 10 anni avrebbe. Attenzione, quindi, ai luoghi comuni! Non si faccia di tutta l’erba un fascio. Personalmente posso dire con enorme certezza che darei qualunque cosa per riavere i miei vent’anni! L’età della bellezza assoluta, della perfezione e di quell’innocente e meravigliosa spavalderia che solo a vent’anni si può avere. Non trovo nulla di bello nell’avere 40 anni e rabbrividisco alla sola idea degli anni che passano. All’inizio di questo blog c’è una frase che dice: l’uomo maturo ha un fascino indiscutibile….Mi piacerebbe sapere dove lo si vede questo fascino! Tralasciamo, poi, l’aggettivo “indiscutibile”…
    Un piccolo quesito a tutte le giovani ragazze di vent’anni alle quali piacciono gli uomini “molto” più grandi: ma quando voi avrete 40 o 50 anni e il vostro lui ne avrà 70!! Che farete? Continuerete a cercare uomini più grandi, oppure volgerete lo sguardo su qualche giovane, bello ed aitante 20 enne?
    Lascio l’ardua sentenza ai posteri.

  • Salve a tutti, sono Sofia e ho 14 anni, e da sempre sono stata attratta da uomini molto più grandi di me. Mi reputo una ragazza matura per la mia età, e anche esteriormente dimostro più anni di quanti ne ho realmente.
    Inizialmente tutti gli uomini più grandi che ho conosciuto mi hanno respinta per la mia età… Ma poi ho deciso di mentire, di fingermi più grande e da allora sto frequentando uomini molto più grandi (dai 20 ai 40 di solito), e non c’è niente di più bello. Sono molto più maturi e più intelligenti dei miei coetanei, sanno come comportarsi con le donne, e soprattutto danno sicurezza. Ma la cosa più eccitante credo sia il fatto di mentire, di vivere in una farsa bellissima. Ma queste relazioni hanno anche i loro difetti. Per esempio l’imbarazzo quando le amiche mi fanno domande su di lui, o chiedono di mostrare qualche foto…e lì arriva la parte difficile…mostrare una foto di un uomo che potrebbe essere loro padre. Ma nonostante tutto non posso fare a meno di concedermi a ragazzi più grandi, il solo pensiero di frequentare un ragazzo della mia età mi fa ribrezzo.

    • Come darti torto, Sofia…per molti maschi adulti vale il discorso opposto, solo che “socialmente” questa cosa è ritenuta assolutamente inaccettabile.
      Se ti dovesse capitare di leggere la mia risposta, e se ti va, rispondimi. Mi piacerebbe sapere di più sul tuo punto di vista.

      Davide

      P.S. Sono un uomo maturo

  • Buonasera ragazze, leggendo vari post ho notato che non sono l’unica ad avere questa sorta di attrazione per gli uomini piu grandi, e credetemi, fino a 30minuti fa mi sentivo una cogliona di prima categoria.
    Beh sono stata per tre anni fino a maggio con un uomo di 50anni fatti ad ottobre ed io 17 fatti a febbraio.
    Ci amavamo piu di qualsiasi altra cosa al mondo, ma purtroppo ci hanno scoperti e le cose non sono andate a buon fine, ma non mi interessa perchè so perfettamente che lui mi sta aspettando, che mi ama e che per me darebbe anche la vita. Per lui sono disposta persino a rinunciare a i miei genitori perche lui è lui, non ce niente da fare. Cioe tremo ad averlo un metro da me e tutt’ora che non ci parliamo da luglio quando ci vediamo con i nostri occhi diciamo piu di mille parole perche si sa che se due sono destinati a stare insieme prima o poi si ritrovano.
    Il problema di fondo pero e un altro. E che nel non averlo piu accanto io ho iniziato a frequentare altri posti conoscendo un altro uomo di 58anni (troppi) e beh le sensazioni sono quasi uguali a quelle che ho tutt’ora quando vedo all’altro. Quest’uomo non riesce a farmi capire se prova qualcosa o pure no… ed io… Sto in cris.. aiutatemi.

  • Salve, sono un uomo di 53 anni al quale è capitata di recente una cosa strana. Sono un docente universitario e circs un mese fa sono stato contattato da una mia ex allieva di 23 anni per alcuni consigli. Ci siamo incontrati una prima volta nel mio studio e fin qui nulla di strano. Tanti discorsi inerenti gli studi e poi lentamente la confidenza è aumentata e mi ha confidato tante cose relative alla sfera personale e al difficile rapporto con i genitori. In quel momento ho iniziato a provare una sorta di tenerezza che mi ha spinto a proporle di vederci ancora ma non in sede accademica bensì per un caffè, in un contesto meno formale. Ben presto siamo passati a darci del tu e io ho scoperto di essere sempre più dolce e premuroso con lei. Vi giuro però che non era una cosa studiata per secondi fini. In quei momenti c’era solo tanta dolcezza ed empatia che io in casa non ho. Sono sposato ma il mio matrimonio è finito da un pezzo anche se con mia moglie vivo sotto lo stesso tetto. Da allora ci sono stati altri incontri dello stesso tipo e un crescendo di mail e messaggi certamente allusivi ma mai espliciti, almeno da parte mia. Continuavo a ripetermi che non era possibile che mi stessi innamorando come un ragazzino e soprattutto che non era possibile che una bella ragazza di 30 anni più giovane provasse qualcosa per me (fisicamente non sono molto giovanile e dimostro gli anni che ho, ho i capelli folti ma grigi, tanto per dirne una). Un giorno le ho mandato una mail con alcuni links a canzoni degli anni ’70 chiedendole se le conoscesse. Mi ha risposto che le aveva trovate molto dolci e a sua volta me ne ha suggerita una non recente che io non avevo in mente. Quando l’ho ascoltata ho capito tante cose. La canzone e’ ” Ti sento” dei Matia bazar e non ci potrebbe essere testo più chiaro. La cantante continua a rivolgere con la sua splendida voce una domanda ossesiva. “Mi ami o no?” A quel punto l’ho invitata a cena promettendo a me stesso di raccontarle cosa mi sta succedendo. La cena è stata piacevole ma io non sono riuscito ad essere esplicito. So bene di avere sbagliato e di averla molto probabilmente delusa. Infatti, dopo quella cena, le sue mail sono molto diminuite e sono diventate molto più brevi e distaccate. Mi sembra proprio di percepire quasi un senso di rabbia e delusione. Tutto comprensibile ma tutto dovuto ad un eccesso di scarsa fiducia in me. Chiedo alle ragazze su questo blog una cosa molto semplice: secondo voi c’è ancora modo di rimediare o no? Grazie

    Aldo

    • Secondo me… dovresti spiegarle il motivo per il quale non sei riuscito a esprimere i tuoi sentimenti nei suoi confronti,lei probabilmente lo ha preso come un rifiuto o probabilmente pensa di non interessarti quanto invece è così, invece che scriverle è molto meglio che chiedi di rivederti con lei,e farti coraggio provando ad esprimerle ciò che davvero senti,non devi aver paura di mostrarti sensibile ai suoi occhi perché le prime sensibili sono le donne,e riuscirà a comprendere… se ci tieni davvero

      • Grazie del messaggio. Credo proprio che seguirò il tuo consiglio, anche se per me non sarà semplice. Sono sempre stato un po’ timido anche con le coetanee e questo fatto non mi aiuterà di certo ma devo riuscire a dirle la dolcezza che sento dentro…

  • Buonasera a tutti!
    Un anno e mezzo fà ho conosciuto un uomo MOLTO più grande di me, io 21 lui 54, sposato con due figlie (di cui non mi ha mai parlato ma di cui ho scoperto per vie traverse), e dal primo giorno c’è sempre stato molto feeling. Da subito ha iniziato a farmi complimenti, battute e domande sul mio privato, è passato a voler solo me come assistente e a snobbare le altre (lavoriamo insieme). Ha iniziato con l’accompagnarmi in stazione, ad abbracciarmi forte quando mi lasciava, a l’esprimere la voglia irrefrenabile di baciarmi una due e altre mille volte quando siamo soli, poi è arrivato l’invito a pranzo e quello a cena, quello per insegnarmi a guidare la moto e la gelosia verso chi ha un attenzione in più verso di me. In tutto ció, io che con i ragazzi non sono mai stata timida, di fronte a lui divento una cretina. Agli abbracci non partecipo, resto immobile, quando mi dice “voglio darti un bacio ma ho paura di fare una brutta figura non so se tu vuoi” non riesco a parlare, come quando mi invita fuori e mi mancano le parole anche soltanto per dire che non è il caso, o quando mi chiama con i suoi nomignoli e non riesco a ribattere, perchè se me lo dice lui perdo il senso della ragione! Questo perché so che sarebbe sbagliato, nei confronti di molte persone e perchè so che una storia del genere non ha futuro, perchè alla mia età si è liberi e spensierati e alla sua sposati e stabili. Ma è giusto pensare agli altri e non a quello che sentiamo in un preciso momento con una precisa persona? Non soddisfare i propri desideri e istinti? È giusto non poter essere se stessi e non poter dire ció che ci passa per la testa? Vivere con il dubbio di ciò che poteva essere? Io non credo.

  • Mi sento un po’ meno sola leggendo i commenti. Io 17 anni tra poco 18. Senza problemi in famiglia ne di padri ne di altro tipo.
    Ma da quando avevo 13 anni circa inizio ad interessarmi a uomini piú grandi. Da l’anno scorso impazzisco del tutto per il attuale prof di 63 anni..si cosí tanti. Che a dirla tutta ne dimostra di piú forma fisica pessima. Ma appena mi tocca io tocco le stelle. Ogni sua lezione sono sempre molto attenta e ho voti molto altri. All’inizio pensavo fosse solo ammirazione, poi piano piano è nato altro. Qualche stimolo che bon si controlla. So che una relazione sarebbe impossibile davvero troppi anni di differenza (è piú vecchio di mio papà) ma voglio qualcosa da lui. Bon riesco a trattenermi sebbene sia grasso, molto grasso non mi fa schifo e ci andrei tranquillamente a letto. Molte volte mi ha detto che sono una bella ragazza e che ho un bel fisico e mi ha lasciata come un pero. L’anno scorso ricordo era molto duro nei miei confronti anche quando non facevo nulla e io non riuscivo a darmi pace lo stesso. Quest’anno invece si è mostrato molto carino e comprensivo e io non mi do pace, non so quante cose gli farei. D’estate venivo con una scollatura incredibile con quei pantaloncino da cui si intravede la chiappa sperando in qualcosa.. Spesso andavo in cattedra per “chiedere” qualcosa, solo per un contatto, magari strusciandomi su di lui. Si sono una persona di merd.a ma non posso dire nulla di esplicito. So che non è mai stato sposato, ne ha figli. E che ora è single. Non so piú come fare non riesco a darmi pace..

  • Cia a tutti…
    Sono passati ben due anni da quando ho scrittola prima volta su questo blog.
    Adesso ho sedici anni e certamente sono maturata sotto parecchi punti di vista, sono cambiata.
    Eppure, sono sempre più convinta di essere ancora fuori di testa. C’è questo uomo, avrà circa sui 30-35 anni, che mi toglie letteralmente il cervello.
    Non ci siamo mai parlati, mai toccati, ma i nostri sguardi sono ben più significativi di un semplice tocco. Ho iniziato a guardarlo, o meglio fissarlo, per via dei suoi bellissimi capelli lunghi. Da lì, ogni singolo giorno, anche se non ricambio, posso sentire il suo sguardo insistente addosso. A volte mi imbarazzo, altre volte sono più spavalda e lo fisso spudoratamente così come fa lui.
    Sa bene che sono piccola per lui, perchè insomma, non dimostro 20 anni…. quindi mi chiedo se abbia solo un interesse fisico verso di me o se ci sia anche un interesse di altro genere. Non so se è sposato, nè se ha figli…. so solo che, davvero, non me lo tolgo dalla testa…. è una vera e propria ossessione.

  • Ciao a tutti.

    Ho 50 anni e ho avuto una relazione di due anni e mezzo con una ragazza di 30 anni.

    Ho una compagna (che ha 10 anni meno di me) con la quale convivo da 11 anni, ma purtroppo non ho avuto il coraggio di lasciarla sebbene il nostro rapporto sia con il tempo divenuto sempre meno stimolante e più stanco da parte mia).

    Ora purtroppo la storia con questa ragazza di 30 anni è finita.

    Credo di avere commesso un grave errore perché purtroppo una vocina mi dice che era lei la donna della mia vita.

    Un solo consiglio mi sento di dare. Vivete la vostra vita seguendo il vostro istinto, quello non sbaglia mai.

    L’età non conta nulla.

    L’età non esiste è solo un’ illusione.

    Un ragazzo che muore a 20 anni a 19 è vecchissimo.

    Un uomo che muore a 100 anni a 70 ha ancora moltissima strada da fare.

    Cosa è questa se non la prova più evidente che ognuno ha il “suo” di tempo, la “sua” di età.

    Ogni vita è unica e non comparabile.

    E ricordiamoci che il tempo in ogni caso è un illusione di noi esseri umani.

    Einstein molti decenni fa aveva ben capito che tempo e spazio sono la stessa cosa. Ai più questa cosa sfugge.

    Il tempo, di fatto verosimilmente non esiste neppure perché non c’è mai stato un inizio e non ci sarà mai una fine.

    Viviamo la vita senza paranoie…

    Io non ho lasciato la mia compagna perché mi ha dato moltissimo e non volevo farle del male per il tutto il bene che mi ha voluto e perché mi ama moltissimo.

    E’ stato un gesto d’amore….ma il mio cuore è a pezzi.

    Un bacio a tutte voi ragazze e un saluto a tutti voi maschietti. Buona fortuna a tutti.

  • Ciao a tutti,
    sono un uomo di 44 anni, e ho avuto una relazione con una ragazza gia’ divorziata, che ha una figlia di quasi 3 anni. Lei pero’, ha solo 22 anni. Dice di essere innamorata di me. Io non sono ne ricco ne bello. Si, sono simpatico e serio, e sono un buon amante. Nonostante lei mi piaccia, l’ho mollata anche se lei dice di volere vivere tutta la vita con me, perche’ penso che quando io saro’ piu’ vecchio, lei maturera’ e si rendera’ conto che un coetaneo e’ molto meglio di un vecchio che non ha piu’ nulla da dare, mentre lei sara’ ancora nel pieno della vita.
    Forse ho sbagliato, ma credo che sia giusto cosi’.
    Adios.

Rispondi a Rolly Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.