La single felice

La single felice
La single felice

Negli anni ’80 le single erano di moda, sembrava nato un nuovo trend, e chi era single si sentiva in qualche modo una ‘privilegiata’. Adesso, complici campagne di (dis)informazione volte a valorizzare stili di vita più tradizionali, e con il supporto di libri e film nei quali le single vengono descritte come delle buffe poverine alla disperata ricerca di un uomo da sposare, la single non è più considerata così trendy.


Se ti piace Margherita.net iscriviti alla nostra newsletter per ricevere i nostri aggiornamenti via email. Fai click qui per iscriverti.

Provate per un attimo a pensare all’immagine della single come viene proposta dai mezzi di comunicazione: non bellissima, leggermente sovrappeso, sempre alla disperata ricerca di un appuntamento che potrebbe segnare la svolta della sua vita, propensa ad andare in crisi per ogni stupidaggine, non più giovanissima, iscritta a dubbi servizi di dating online per poter dire di averle provate proprio tutte. Insomma, una single per forza di cose piuttosto che una single per scelta. Una specie di Bridget Jones, personaggio che a noi personalmente non è mai piaciuto.

Come avrete capito non siamo d’accordo per moltissimi motivi, ma soprattutto perchè riceviamo regolarmente tantissime lettere da parte di nostre lettrici single, le quali sono ben contente di essere libere, indipendenti, e a ‘sistemarsi’ non ci pensano nemmeno lontanamente. Con buona pace di chi continua a sostenere che il sogno nascosto di ogni ragazza è quello di incontrare il principe azzurro e formare con lui una famiglia.

La single a cui ci riferiamo non è una ragazza che preferisce starsene sola a casa, intendiamoci. Tutte le testimonianze che abbiamo ricevuto sono scritte da ragazze della vita sociale molto attiva, con un bel giro di amiche e amici, e con una vita sessuale soddisfacente e completa. Solo che non vogliono impegnarsi in una storia a lungo termine che le priverebbe di tutte quelle piccole e grandi libertà che la vita della single può offrire.

Quali sono queste libertà? Quali gli aspetti positivi della vita da single? Eccone alcuni, ricavati dalle vostre lettere. Ne aspettiamo altri, da parte vostra. I più interessanti verranno come sempre aggiunti in forma anonima al nostro elenco.

Quando non hai voglia (ci siamo capite) non devi mai inventarti una scusa, basta un no che non ammetta repliche. Nessun vincolo, nessun obbligo. (Non male… Ndr)

Nessun pranzo o cena o vacanza con la famiglia di lui. Nessun giocare alla brava ragazza per fare buona impressione su delle persone con cui, in ogni caso, non hai molto in comune… (d’accordissimo ndr)

Non devi rinunciare alle tue amicizie storiche, come spesso capita quando ci si ‘sistema’ (esattamente! Ndr)
Le vacanze! Dove e con chi vuoi.

Anche da sola perchè il viaggio solitario è un piacere poco conosciuto ed un privilegio consentito a poche. (se non avete mai provato almeno una vacanza da sole provate a pensarci, è un’esperienza che non si dimentica)

Niente liti, niente musi lunghi, niente piccole ripicche (mmm… Come possono diventare odiosi).
Nessuno spazio per chi cerca di plasmarti a ‘sua immagine e somiglianza’

…e potremmo continuare, ma ci fermiamo qui e rimaniamo in attesa di altri contributi sul tema da parte delle lettrici (e dei lettori, perchè il piacere di essere single è reciproco, e ci farebbe piacere sentire quali sono gli aspetti positivi della vita da single anche secondo i maschietti che ci leggono)

Margherita.net

riguardo alle cose positive dell’essere single….ce ne sono alcune che mi vengono in mente… – puoi uscire quando voui e con chi voui senza dover niente a nessuno -se il sabato sera preferisci uscire con amici o amiche per andare a ballare non devi più sentirti in colpa sapendo che lui anche se non te lo dice è offeso “xke è l’unica sera in cui siete totalmente liberi entrambi” -puoi guardarti intorno senza rischiare di essere fucilata viva -puoi scherzare e flirtare con chi ti pare senza sentirti stronza -e essenzialmente puoi gestire le tue giornate come meglio credi tra le tue passioni e i tuoi hobby,le amiche etc…

————

Sono un ragazzo di 21 anni e condivido pienamente cio che è stato detto.. ma solo se si parte dal presupposto che non si è innamorati del proprio partner. Credo che invece se si è innamorati di qualcuno il vero piacere è trovare un equilibrio tra hobby, amici e partner. Trovare la sincerità nel dire le proprie necessità e accettare quelle del partner, provare a trovare il confronto nel superare le discordie in maniera pacata e costruttiva. Tutto per aprezzare al meglio i momenti intimi senza rancori d’obblighi. Se si pensa al rapporto come un obbligo vuol dire che non si è innamorati. La vita da single è bella perchè non contiene fedeltà e sacrifici, ma purtroppo nella vita bisogna sacrificare qualcosa ognitanto per un bene maggiore. Ovviamente sto parlando di una coppia compensiva, non di una coppia dove un partner è geloso e incomprensivo ma qui mi pare si stava facendo di tutti i ragazzi un fascio unico. L’essere single porta anch’esso non solo libertà, perchè come un rapporto crea un immaginaria gabbia, il non averlo da poche sicurezze e fa mancare quel senso di protezione o appoggio sentimentale diverso da quello che possono dare amici e amiche. Diverse volte questo desiderio d’esser single è portato da un rapporto che creava troppo stress, troppe costrizioni o piu semplicemente dove c’era un periodo di crisi passionale, quindi l’oppoggio alle amiche e nelle distrazioni crea un oasi felice fuori dalla routin e dalle delusioni dove ci si sente liberi e di avere in mano la propria vita senza l’intrusione di un partner. A volte la scelta d’esser single è portata anche dalla curiosità sessuale, spece nei giovani, nel voler vedere, confrontare e ricercare emozioni nuove o perse attraverso flirt o incontri occasionali. Il voler esser single spesso è scambiato come una ricerca di se stessi perchè permette svago distrazionie e divertimento senza molte responsabilità, ma mi chiedo tralasciando gli aspetti fisici e portamentali imposti dai media, perchè chi è single non per scelta desidera un compagno, delle carezze, dei momenti romantici o cmq l’esser desiderati? L’idea di voler esser single per scelta credo sia d’obbligo dopo un rapporto esaurito, deludente o costrittivo, altre cause credo non ne abbia. Se l’essere amati e amare non è importante, o la persona con la quale state non lo reputa maggiore di questi sacrifici, si meglio single e liberi da tutte quelle piccole cose fastidiose ma naturali di un rapporto e godersi la vita in maniera frivola e vivace ma senza rimpianti sentimentali.

————-

Sono una quarantenne single da 6 anni e devo concordare che, anche se mi ha divertito molto Bridget Jones, forse grazie ad una buona dose di autoironia e di voglia di sdrammatizzare di cui dispongo, effettivamente lo stereotipo della donna single che ci viene propinato nei media assomiglia sempre di più ad una “zitella” versione anni 2000. E anche la distinzione tra single “per scelta e non” è assolutamente inutile, single si è sempre per scelta, la scelta di non accontentarsi di un rapporto che non ci appaga: io credo veramente che chiunque voglia un partner qualsiasi possa trovarlo. Ma se si vuole un rapporto di vero amore allora la cosa cambia ed è ovvio che non è facile riuscire ad instaurare un rapporto dove esistono tutti i vantaggi di essere in coppia e non mancano nemmeno le libertà, fondamentali, tipiche dell’essere single (alcune delle quali sono nel vostro elenco e vi aggiungerei la libertà di essere se stessi, sempre). Non è facile, ma io non credo sia un’utopia, tanto che mi dichiaro disposta a barattare immediatamente la mia singletudine per quel tipo di rapporto, ma non per un rapporto qualsiasi. Quindi secondo me non c’è contraddizione tra l’essere single per scelta e desiderare un amore vero, non perfetto, ma vero nel profondo. La nostra società ha bisogno di “inquadrare” tutti, di creare stereotipi, e lasciamo pure che li crei, ma noi, almeno, non prendiamoli troppo sul serio.

Se ti piace leggere Margherita.net, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.