Invecchiamento della pelle e menopausa. Cosa succede alla pelle durante la menopausa? Cosa cambia?

I cambiamenti fisiopatologici che si verificano durante la menopausa sono stati studiati a fondo, e si è scoperto che esiste una correlazione diretta tra l’invecchiamento e…

Invecchiamento della pelle e menopausa. Cosa succede alla pelle durante la menopausa? Cosa cambia?
Invecchiamento della pelle e menopausa. Cosa succede alla pelle durante la menopausa? Cosa cambia?

Quali sono gli effetti della menopausa sulla pelle? Cosa cambia e perchè? E come si può fare per contrastare questi effetti, sempre che sia possibile? Queste sono alcune delle domande che ci avete inviato, e che noi abbiamo posto alla Prof. Bianca Maria Piraccini, Specialista in Dermatologia e Venereologia e Professore Associato presso l’Università degli Studi di Bologna. Ecco cosa ci ha detto.

Invecchiamento della pelle e menopausa, un periodo molto delicato anche sotto questo punto di vista. Come influisce la menopausa sull’invecchiamento della pelle e quali i suoi consigli per cercare di contrastare gli effetti della menopausa sulla pelle?

I cambiamenti fisiopatologici che si verificano durante la menopausa sono stati studiati a fondo, e si è scoperto che esiste una correlazione diretta tra l’invecchiamento e la riduzione dei livelli di estrogeni.

La deplezione estrogenica comporta la progressiva riduzione della secrezione delle ghiandole sebacee e sudoripare, della produzione di acido ialuronico e lipidi intercellulari che si traduce in un aumento di secchezza, assottigliamento e raggrinzimento cutaneo, variabile ovviamente da donna a donna.

Contrastare il passare del tempo è ovviamente impossibile ma in casi selezionati le  pazienti possono agire in modo sistemico, tramite prescrizione ginecologica, assumendo la terapia ormonale sostitutiva o tramite integratori a basi di fitosteroli, ove non sussistano controindicazioni.

Dal punto di vista dermatologico in base ai risultati che il paziente vuole ottenere esistono numerose creme idratanti anti-età, tra le più efficaci quelle a base di retinoidi che promuovono il turn-over cellulare. Altre alternative, ma più invasive,  sono rappresentate dai peeling chimici, microneedling, filler e botox che promuovono un’attenuazione delle rughe e un rimpolpamento del tessuto connettivo.

Ogni procedura ovviamente non è libera da controindicazioni o effetti collaterali per cui è bene rivolgersi al proprio dermatologo di fiducia.

Ringraziamo la Prof.ssa Bianca Maria Piraccini
Specialista in Dermatologia e Venereologia e Professore Associato presso l’Università degli Studi di Bologna.

Margherita.net

 

Se ti è piaciuto questo articolo, non perdiamoci di vista. Aggiungi Margherita.net ai tuoi preferiti. Basta premere contemporaneamente i tasti CTRL e D sulla tua tastiera. Prova! :-)

 
LINKS SPONSORIZZATI
NOVITÀ SU MARGHERITA

Send this to a friend