L’orgasmo cerebrale, ovvero il piacere senza sesso

Da tempo gli addetti ai lavori si sono interessati allo studio del cosìddetto “orgasmo cerebrale” o più precisamente ASMR.

L'orgasmo cerebrale, ovvero il piacere senza sesso
L’orgasmo cerebrale, ovvero il piacere senza sesso

La risposta sessuale umana si compone di varie fasi; desiderio, eccitazione e orgasmo. Ognuna ha una funzione e tutte insieme concorrono nel rendere l’attività sessuale, un’esperienza piacevole per sé e per l’altro.

Durante l’orgasmo, la persona giunge all’apice del piacere, quel momento in cui il corpo e la mente sono “investiti” da un turbinio di vibrazioni e sensazioni che producono uno stato di benessere psico-fisico; raggiungibile durante l’atto sessuale o masturbatorio.

L’orgasmo però non è solo il risultato di un’eccitazione fisica e mentale, di una stimolazione erogena/genitale; ma è determinato da un insieme di fattori psicologici, sociali e relazionali che coinvolgono la persona e/o la coppia. Con il termine orgasmo quindi non intendiamo solo la manifestazione fisiologica dovuta ad una eccitazione sessuale e stimolazione genitale, come l’eiaculazione nell’uomo e la contrazione muscolare nella donna; bensì un particolare stato di coscienza, intensamente piacevole.

E se questo stato di piacere potesse essere raggiunto al di fuori della sessualità?

Da tempo gli addetti ai lavori si sono interessati allo studio del cosìddetto “orgasmo cerebrale” o più precisamente ASMR.

DI COSA SI TRATTA?
Con l’acronimo ASMR (Autonomous Sensory Meridian Response- risposta autonoma del meridiano sensoriale) ci si riferisce ad un’esperienza sensoriale indotta da stimoli specifici (voci sussurrate, gesti lenti e armoniosi, rumori secchi e ritmici).

Una sensazione piacevole di formicolio in varie parti del corpo accompagnato da uno stato di rilassamento e torpore per chi lo sperimenta. Tale sensazione ha origine nel cuoio capelluto e si diffonde dalla schiena a tutto il corpo.

Non tutti riescono a sperimentare ASMR ma chi lo ha vissuto riferisce di aver provato una sensazione simile all’orgasmo “convenzionale”; ossia sensazioni simili a brividi, “scariche elettriche che arrivano ad ondate” che partono dalla testa e si diffondono lungo la parte posteriore del collo e della colonna vertebrale superiore.
Talvolta queste sensazioni si diffondono per tutto il corpo.

QUALI SONO GLI STIMOLI CHE LO PROVOCANO?
Mentre per l’orgasmo “convenzionale” gli stimoli necessari riguardano la stimolazione genitale, l’eccitazione fisica e mentale, il coinvolgimento relazionale…
Per quello che concerne l’orgasmo cerebrale gli stimoli possono essere diversi e molto variabili.
Sono fortemente individuali, ma comprendono generalmente esperienze uditive e visive che evocano risposte apparentemente opposte di rilassamento ed eccitamento.

I metodi per ottenere l’orgasmo cerebrale comprendono:

  • Parole sussurrate o bisbigli (whispering);
  • Movimenti lenti e ripetitivi (sfregare le dita, accarezzare la spazzola per capelli, disegnare con la matita);
  • Rumore sul foglio con la matita o movimento della matita;
  • Suoni specifici, (masticare con delicatezza, increspare graffiare, tamburellare);
  • Scenari guidati, giochi di ruolo di situazioni sociali ed esperienze rilassanti come farsi fare un massaggio alla schiena.
  • Rumore provocato dal masticare cibi o bere bevande;

Nonostante il web stia spopolando di video che utilizzano trigger specifici per provocare asmr negli spettatori, nel mondo scientifico vi sono ancora pochi studi, soprattutto per quello che riguarda la possibile correlazione tra asmr e sessualità.
Un gruppo di studiosi americani nel 2018 ha somministrato la visione di video asmr a due gruppi di persone. I risultati mostrano che coloro che avevano sperimentato l’ASMR hanno mostrato una riduzione della frequenza cardiaca (in media di 3,14 battiti al minuto), un aumento della conduttanza cutanea e un aumento nelle emozioni positive, come stati di rilassamento e sentimenti di connessione sociale.

Il rilassamento, l’emozioni positive e la connessione sociale potrebbero influenzare positivamente l’esperienza sessuale delle persone sia single che in coppia.
In alcuni casi l’attività sessuale viene vissuta con un velo di timore e paura, forse la percezione e la familiarizzazione con sensazioni fisiche e mentali piacevoli, provocate da trigger “comuni” e non sessuali potrebbero contribuire a vivere l’attività sessuale con maggiore consapevolezza di se stessi e dell’altro, godendo e condividendo le proprie percezioni corporee e mentali.

Tale consapevolezza inoltre potrebbe essere utile nei casi di disfunzioni sessuali sia maschili che femminili, attraverso la conoscenza e consapevolezza del “proprio sentire” la persona può prendere coscienza di ciò che avviene durante l’attività sessuale sia sul piano fisico che mentale e ciò può essere uno strumento utile nella stanza di terapia.

Se vuoi contattare un sessuologo dell’Istituto di Sessuologia Clinica chiama lo 0685356211

Serena Armocida
Istituto di Sessuologia Clinica
https://sessuologiaclinicaroma.it/

Leggi ADVERSUS, tendenze moda uomo, tagli di capelli e modelle

Tagli di capelli e cura del corpo uomo 2022. Le nuove tendenze moda uomo 2022 su ADVERSUS. FAI CLICK QUI!