E se poi mi scoprono? Noi donne e la sindrome dell’impostore

Cos’è la sindrome dell’impostore? È la sensazione di non essere mai bravi abbastanza e di non meritare i risultati ottenuti nella vita, di aver avuto successo per caso, o per fortuna, o peggio per un errore altrui. E di conseguenza vivere nel terrore di venire prima o poi smascherati…

E se poi mi scoprono? Noi donne e la sindrome dell’impostore
E se poi mi scoprono? Noi donne e la sindrome dell’impostore

«Non abbiamo dovuto cercare a lungo per scoprire che, a parità di competenze, i comportamenti divergono. Quando un uomo mira a un posto di responsabilità, generalmente si pone come esperto e solo in seguito impara. Non solo non ha remore, ma tende persino a sopravvalutare le proprie capacità e le proprie prestazioni. Al contrario, nella maggior parte dei casi, prima di lanciarsi, di inviare il curriculum o dichiararsi interessata a un lavoro, una donna deve pensarci a lungo. Dopodiché dovrà sentirsi assolutamente «pronta» anche solo per concedersi il diritto e l’ardire di aspirarvi. Non appena il dubbio s’insinua, comincia la sua lenta opera di erosione, anche se è una donna iperqualificata».

Si tratta di una trappola mentale, una vera e propria sindrome psicologica che, identificata negli anni Settanta dalle due studiose americane Pauline Rose Clance e Suzanne Imes, oggi rappresenta una vera epidemia e colpisce soprattutto le donne: la mancanza di fiducia in se stesse sarebbe all’origine del minore successo economico delle donne sul lavoro, ma non limita il proprio «raggio d’azionealla sfera lavorativa», è un virus che contagia ogni ambito dell’esistenza, dal sesso, alle relazioni personali, alla qualità della vita traducendosi in continui atti di autosabotaggio.

Elisabeth Cadoche e Anne de Montarlot, rispettivamente una giornalista e una
psicoterapeuta, combinano informazioni e ricerche scientifiche, storie personali e interviste, per esaminare tutti gli aspetti della mancanza di fiducia in se stesse, dalla sua espressione più estrema – la sindrome dell’impostore – alla semplice tendenza a mettersi in dubbio, a tutti i livelli dell’esistenza, dal pubblico al privato, dalla carriera all’amore, all’amicizia, alla genitorialità. E per ogni ambito offrono un mini-prontuario di strategie pratiche per contrastarla, ritrovare la fiducia in se stessi o aiutare i propri cari a non perderla.

ELISABETH CADOCHE, giornalista e scrittrice, è autrice di fiction, spettacoli e diverse serie di documentari per la televisione.

ANNE DE MONTARLOT, dopo una carriera a New York nella finanza e nella pubblicità, è diventata psicoterapeuta. Esercita a Londra da quattordici anni.

E se poi mi scoprono?
Autore Elisabeth Cadoche, Anne de Montarlot
ISBN 9788830456372
Longanesi
N° di pagine 272

Se ti è piaciuto questo articolo, non perdiamoci di vista. Aggiungi Margherita.net ai tuoi preferiti! :-)

Leggi ADVERSUS, tendenze moda uomo, tagli di capelli e modelle

Tagli di capelli e cura del corpo uomo 2022. Le nuove tendenze moda uomo 2022 su ADVERSUS. FAI CLICK QUI!

L'OROSCOPO DEL MESE DI MARGHERITA.NET
Ariete
Toro
Gemelli
Cancro
Leone
Vergine
Bilancia
Scorpione
Sagittario
Capricorno
Acquario
Pesci

LINKS SPONSORIZZATI
NOVITÀ SU MARGHERITA