I prodotti per la cura dei capelli: cosa usare, cosa evitare. I consigli della dermatologa

Importante è sottolineare che tutto ciò che facciamo dall’esterno sul fusto, come l’uso di piastre per capelli, phon, lacca o gel, non fa cadere i capelli ma può solo indebolire maggiormente il fusto del capello.

I prodotti per la cura dei capelli: cosa usare, cosa evitare. I consigli della dermatologa
I prodotti per la cura dei capelli: cosa usare, cosa evitare. I consigli della dermatologa

A cosa dobbiamo fare attenzione nella scelta dei prodotti per la cura e l’igiene dei capelli? Esistono ingredienti che ancora oggi vengono usati nei prodotti per capelli che faremmo bene ad individuare tra gli ingredienti e – quando possibile – ad evitare? Risponde la D.ssa Michela Starace, Specialista in Dermatologia presso l’Università di Bologna.

La prima cosa da sottolineare è che lavare i capelli fa bene! I capelli sono felici ad essere lavati anche tutti i giorni! Questo è un grande falso mito che ancora fa fatica a essere smentito e si pensa ancora che i lavaggi frequenti sono dannosi ma non è assolutamente così!

La scelta dei prodotti specifici si basa sul tipo di cuoio capelluto. Si sceglieranno sostanze con azione anti-sebo in caso di dermatite seborroica o seborrea, shampoo con azione anti-forfora in caso di presenza di molte squame.

Ovviamente si richiede poi uno shampoo specifico in base alla patologia sottostante come la psoriasi, dermatite atopica etc… Per quanto riguarda i prodotti per il fusto dei capelli, la scelta è davvero molto vasta e dipende dal tipo di capello: balsami per chi ha capelli sottili, mentre sono preferibili le maschere per chi ha capelli con diametro più spesso.

Importante è sottolineare che tutto ciò che facciamo dall’esterno sul fusto, come l’uso di piastre per capelli, phon, lacca o gel, non fa cadere i capelli ma può solo indebolire maggiormente il fusto del capello.

Ringraziamo la D.ssa Michela Starace, Specialista in Dermatologia presso l’Università di Bologna. Dirigente medico presso Ospedale Sant’Orsola-Malpighi, Università di Bologna.

Margherita.net

NOVITÀ SU MARGHERITA