OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Viaggi e vacanze | Un weekend a Taipei, Taiwan

Diario di viaggio.
Un weekend a Taipei, Taiwan
Un giorno (e due notti) a Taipei. (seconda parte) Vai alla prima parte Vai alla seconda parte Vai alla terza parte Vai alla quarta parte

Fuori dall'hotel la prima cosa che colpisce è l'odore di cibo. Fritto. Un odore che ci accompagnerà per tutto il weekend.

Primo giro di ricognizione della zona intorno all'hotel. Negozi bellissimi dappertutto, centri commerciali che - basta prenderne uno a caso per far impallidire via Montenapoleone a Milano - pullulano di coppie intente a fare shopping. E che shopping. Aria frizzante, luci dappertutto, davvero un primo impatto con Taipei molto divertente.

A sovrastare la zona, visibile ovunque si vada, è la Taipei 101. Decidiamo di tentare la 'scalata'. Sembra chiusa... (in effetti la Taipei 101 è il Taipei Financial Center, e alle 8 di sera gli uffici sono chiusi). Sembra chiusa, ma in effetti ai piani alti rimane aperta ai turisti, e vi si accede attraverso il centro commerciale che si trova alla base del grattacielo.

Basta salire al quinto piano, dove si trovano i bar e i ristoranti, e seguire le indicazioni. Per accedere all'osservatorio situato all'89esimo piano si paga un biglietto di (circa) 9 euro a persona, ci si mette in fila e si aspetta qualche minuto. Si entra nell'ascensore (pressurizzato!) assieme ad una ventina di persone e ad una guida, che in tre lingue fornisce delle rapide informazioni.

La corsa dura solo 35 secondi, un monitor indica la posizione della cabina dell'ascensore rispetto all'edificio, la velocità, il piano eccetera. Davvero molto suggestivo.

All'89esimo piano un ambiente da togliere il fiato. Finestre tutto intorno, una vista incredibile. I palazzi che avevamo visto da terra adesso sembrano delle casette. Le luci tenui del piano consentono una vista perfetta della Taipei by night che avevamo finora immaginato solo attraverso le foto delle guide turistiche. Strade trafficate, insegne al neon, palazzi illuminati... incredibile. Al piano un bar e vari negozi di souvenir, oltre ad uno stand per le foto ricordo.

Pagando un piccolo sovrapprezzo (circa 2,50 euro) si può salire a piedi al 91esimo piano. All'aperto. Vento molto forte (a questa quota, siamo ad oltre 400 metri dal suolo...) e formiche nella pancia. Una ringhiera di protezione altissima e guardiani vigili (a dire il vero intenti a fare delle foto ad un gruppo di giapponesi quando siamo saliti noi...) lungo tutto il perimetro.

Si torna all'89esimo piano, e si aspetta l'ascensore. Che vola verso il basso, verso il piano di partenza (nonostante la pressurizzazione le orecchie si fanno sentire).

Fine della visita, che richiede una ventina di minuti in tutto. Esperienza da fare sicuramente, non si vola a Taipei tutti i giorni.

Terminato il primo assaggio con la città, in attesa di riprendere il giro la mattina seguente, è ora di cena. Anzi, è già piuttosto tardi, almeno per gli standard locali. Ancora di salvezza, il bellissimo Bar / Ristorante Cheers, all'interno dell'hotel, il Grand Hyatt Taipei. Musica live - molto raffinata - e pubblico selezionato. Un misto di ospiti dell'hotel e di avventori che vengono appositamente per gustare i piatti (cucina internazionale), i vini (ottima la selezione) e la musica offerti dal locale.

Domani sarà sabato, giornata di shopping (leggi).


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox