OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Viaggi e vacanze | fuerteventura

fuerteventura
foto & testo: mauro pilotto

Ciò che salta immediatamente agli occhi, percorrendo la nuova Superstrada che dall'aeroporto di Puerto del Rosario, a nord dell'isola, conduce verso la parte sud, è la bellezza desertica e desolata del paesaggio lunare; fatto di saliscendi, di dune arse e disseminate di cespugli di rovi…il tutto di uno stupefacente impatto, struggente e selvatico.

Ad onor del vero, ci sono cantieri disseminati un po' ovunque, agglomerati di case, villette, bi-familiari. tutto sembra sul punto di divenire un nuovo quartiere dall'oggi al domani.

C'è da augurarsi che non sorgano edifici troppo alti, pseudo-grattacieli, così ingombranti da offendere la naturalezza del paesaggio circostante, ma si sa che spesso la mano umana è totalmente disinteressata al rispetto dell'ambiente!

Ciò le rende un paradiso per i patiti del kitesurf e del windsurf, è uno spettacolo sotto gli occhi di tutti: si radunano a centinaia, di ogni nazionalità, punto d'incontro è la grande spiaggia de Sotavento nella zona sud dell'isola; sfidano il vento tra le onde consapevoli di essere folklore e divertimento dell'isola.

Sembrano immagini tratte da qualche film americano, fotogrammi che portiamo impressi nella memoria… ragazzi dal torso nudo, con bermuda fiorati, capelli lunghi mechati dal sole che stesi sulla sabbia con i gomiti puntati, scrutano attenti, con lo sguardo perso nell'orizzonte, le evoluzioni acrobatiche di amici o avversari in bilico tra i flutti del mare.

Questo tratto di spiaggia, lungo circa 20 chilometri, conduce a Jandia, località verso la punta estrema dell'isola, luogo ideale anche per chi cerca una vacanza al di fuori delle comodità delle spiagge attrezzate, all'insegna della libertà totale, del naturismo consentito senza restrizioni, con possibilità di piantare tende da campeggio ai piedi delle dune bianche che degradano fino a diventare spiaggia.

Il succedersi delle maree rende percorribili anche a piedi lunghe strisce di sabbia che si ergono dal mare che pare essersi diviso in due, incanto e suggestione di luoghi in cui la natura gioca un ruolo predominante. Lontani dal frastuono delle città, dal logorìo dei rumori che caratterizzano la nostra esistenza, gli unici suoni a tenerci compagnia sono gli striduli acuti dei gabbiani che popolano le spiagge meno battute, e la risacca perpetua delle onde che si infrangono sulla battigia, cancellando di colpo l'orma del passaggio di ogni essere umano.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox