OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Starbene | Starbene

Reflusso gastroesofageo - stile di vita

La Malattia da Reflusso Gastroesofageo (MRGE ), di cui abbiamo già trattato più volte, è una condizione morbosa estremamete diffusa e, quindi, è anche motivo di frequenti consultazioni del medico da parte dei propri pazienti. Per quello che ci riguarda, come responsabili di questa rubrica, possiamo dire che la maggior parte dei quesiti che ci vengono posti concerne proprio questa affezione ed il suo trattamento terapeutico.

Ma soprattutto, più che ai farmaci, i nostri lettori si mostrano spesso interessati a conoscere il comportamento dietetico da tenere per controllare i due sintomi principali della malattia, che sono la pirosi ( senso di bruciore retrosternale ) ed il rigurgito, cioè il reflusso gastroesofageo. Noi ne parleremo in questa nota medica, non senza avere però premesso che il comportamento alimentare può avere una certa importanza specialmente all'inizio della cura, quando la terapia farmacologica non ha ancora risolto gran parte dei problemi che caratterizzano tale patologia.

Ma permanendo quasi sempre le condizioni predisponenti, a causa delle quali capita spesso che la sintomatologia si possa ripresentare con il suo quadro morboso in tempi successivi, è bene conoscere le norma igienico-dietetiche da seguire durante la terapia farmacologica e, soprattutto, dopo che questa è stata interrotta.

In altre parole il paziente che ha sofferto di MRGE deve assumere un particolare stile di vita che gli consenta un duraturo benessere anche in assenza dei medicamenti, che non possono essere somministrati "vita natural durante".

Nelle forme lievi di esofagite da reflusso, anzi, capita che dieta e stile di vita in genere, possano essere sufficienti ad ottenere un netto miglioramento ( e talvolta la remissione dei fastidiosi sintomi della malattia ) senza l'intervento farmacologico, o con un trattamento di breve durata. Accenneremo pertanto in questa occasione agli acorgimenti che il paziente deve seguire in tale campo.

Vediamo innanzitutto le cose che non devono assolutamente essere fatte, a proposito di alimentazione, da parte dei soggetti che soffrono di MRGE od hanno avuto in passato sintomi importanti da reflusso gastroesofageo e vogliono ora salvaguardare lo stato attuale di benessere. Innanzitutto bisogna abituarsi a rinunciare all' alcol, che oltre all'azione irritante, provoca un "rilassamento" delle sfintere esofageo inferiore e favorisce il reflusso del contenuto gastrico, e, per lo stesso motivo, anche alla menta, alla cioccolata , all'aglio ed alla cipolla. Teniamo inoltre presente che caffè, tè, agrumi ed anche i pomodori possono abbassare il Ph gastrico ( aumentare cioè l'acidità ) e quindi sono in grado di danneggiare la mucosa esofagea attraverso un reflusso di succo gastrico particolarmente irritante. Teniamo infine presente che i pasti ricchi di grassi rallentano lo svuotamento gastrico e quindi prolungano i tempi a rischio per il paziente. Vanno quindi evitati come, del resto, vanno eliminate anche tutte le bevande gassate ( coca cola, ecc…) che facilitano meccanicamente il refluire del succo gastrico attraverso lo sfintere esofageo.

Per quanto riguarda le norme igieniche ( stile di vita ), si raccomanda di alzare la testiera del letto di almeno 15-20 centimetri, di ridurre il peso corporeo se necessario e di abbandonare il fumo. Concludiamo ricordando che molti farmaci, assunti per altre patologie, posono peggiorare tale malattia o, talvolta, anche favorirne l'insorgenza. Ma questo importante capitolo medico sarà trattato in una prossima occasione.

Prof. Giovanni Cristianini
http://www.geragogia.net/


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox