OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Donne e salute | Starbene | Starbene

Come 'farsi le ossa'

Abbiamo già trattato di osteoporosi in questa rubrica, ma essendo ancora numerose le richieste che ci pervengono, vorremmo approfondire, nel campo di questa diffusa patologia, i problemi che riguardano soprattutto la prevenzione. Dobbiamo anzitutto premettere che questa importante malattia rimane troppo spesso indiagnostica, almeno in fase iniziale, e non viene pertanto adeguatamente affrontata sul piano della prevenzione primaria, l'unico intervento che possa contenere con successo la consistente incidenza di tale affezione.

Le nostre lettrici, mi sembra di capire dai messaggi che ci pervengono, sanno troppo poco dell'osteoporosi e credono ancora, sbagliando, che riguardi soltanto le donne in post-menopausa o le nonne in generale, in quanto inevitabile conseguenza del processo d'invecchiamento e quindi di nessun interesse per gli adolescenti ed i giovani ancora in via di accrescimento.

Ed invece va subito chiarito che, per la prevenzione, è di fondamentale importanza osservare un corretto stile di vita ed imparare a "farsi le ossa" proprio negli anni dell'infanzia, della adolescenza e della prima giovinezza per favorire lo sviluppo di uno scheletro sano e robusto, onde evitare che nelle età successive della vita esso possa andare incontro al danno osteoporotico.

Non ci addentreremo nella parte clinica ( già esaminata in passato, vedi nell'archivio della "Salute" ), ricordando soltanto che l'osteoporosi è una condizione molto comune, soprattutto nel sesso femminile, e che la causa principale di tale malattia è la perdita ossea determinata dal processo d'invecchiamento, riduzione che nelle donna viene esaltata in modo rapido e rilevante dalla menopausa.
Ma le seconda causa di osteoporosi, ed è questo che ci interessa agli effetti di una prevenzione tempestiva della malattia, è la mancata "capitalizzazione" di una adeguata massa ossea proprio durante il periodo dello sviluppo corporeo, vale a dire nell'età giovanile. Quello che viene comunemente definito come "picco di massa ossea", cioè la massima densità raggiunta dallo scheletro di ciascun individuo, viene conseguito solitamente verso i 30 anni ed è questo un prezioso patrimonio che può e deve essere salvaguardato, curando il tipo di alimentazione, lo stile di vita ed altri fattori a cui accenneremo.

L'osteoporosi, quindi, può essere prevenuta con una efficace strategia che deve essere impostata fino dalla giovane età, nelle donne abbiamo detto, tenendo il massimo conto dei fattori di rischio modificabili sui quali deve essere principalmente centrato l'intervento del medico.E' dimostrato, ad esempio, che sono particolarmente a rischio di osteoporosi, per avere uno scarso "capitale" di massa ossea, le donne longilinee e magre, quelle con una familiarità accertata per la malattia, i soggetti che hanno avuto un menarca ritardato, le donne che hanno subito l'asportazione chirurgica delle ovaie, quelle che conducono vita eccessivamente sedentaria,, le donne con un inadeguato apporto alimentare di calcio e quelle che devono sottoporsi a trattamenti prolungati con cortisonici.Altri rilevanti fattori di rischio, legati allo stile di vita, possono essere considerati anche l'abuso di alcolici, il tabagismo e la scarsa esposizione ai raggi solari.

E' necessario, quindi, curare la dieta affinchè assicuri una sufficiente assunzione alimentare di calcio, praticare una moderata, ma continua, attività fisica, ridurre l'alcol ed abolire il fumo, limitare l'uso del caffè che favorisce l'eliminazione del calcio. La prevenzione si avvale anche di farmaci, come l'uso preventivo degli estroprogestinici nella post-menopausa, dei sali di calcio, della vitamina D e di altri presidi che in questa sede non è il caso nominare.Possiamo soltanto concludere ricordando che l'osteoporosi, allo stato attuale delle conoscenze scientifiche, rimane una malattia che è molto più facile prevenire che cercare di curare, una volta che si sia manifestata.

Prof. Giovanni Cristianini
http://www.geragogia.net/


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox