OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Starbene | Starbene

Orticaria e angioderma

Parlando, qualche tempo fa, delle "allergie alimentari" abbiamo accennato anche all'orticaria, naturalmente, e all'angioedema. Però in questa nota vorremmo discorrere un po' più a fondo dell'edema angioneurotico perché così desiderano molte nostre lettrici che, essendone affette, vorrebbero saperne qualcosa di più. O meglio desidereremmo trattare di quella che ormai è definita nel mondo scientifico come la "sindrome orticaria - angioedema".

E vediamo di iniziare subito questa scheda con una definizione chiara e precisa. Quella che è detta la sindrome orticaria - angioedema è costituita dalla presenza di pomfi (o lesioni eritemato - edematose) transitori e pruriginosi, vale a dire dall'orticaria, e da aree edematose di grandi dimensioni che interessano il derma ed il tessuto sottocutaneo (angioedema).

Queste ultime lesioni rappresentano l'angioedema o edema angioneurotico, se preferite, o edema di Quincke, dal nome dell'Autore che l'ha studiato. L'angioedema si presenta come una tumefazione che compare rapidamente (addirittura in pochi minuti), interessando il tessuto sottocutaneo, come abbiamo detto. Dura qualche ora (talvolta un paio di giorni) e si può accompagnare a prurito. Viene attribuito ad una reazione di tipo anafilattico della cute , o anche delle mucose, mediata dalle immunoglobuline IgE.

L'orticaria interessa solamente le porzioni superficiali del derma presentandosi in forma di lesioni circoscritte, con margini eritematosi e rilevati. L'angioedema è un edema localizzato e ben delimitato che riguarda gli strati più profondi della cute ed anche il tessuto sottocutaneo.

L'angioedema (ed anche l'orticaria) è particolarmente frequente dopo l'adolescenza, con un massimo di incidenza nel corso del terzo decennio di vita. Si tratta di una reazione di ipersensibilità (non entriamo nei particolari), dovuta alla inalazione di spore, di polline e di muffe (piuttosto raramente) o alla ingestione, più di frequente, di crostacei, frutta, cioccolata e vari farmaci.
Esiste un angioedema ereditario, malattia autosomica dominante, che può interessare qualsiasi parte del corpo. La forma ereditaria non è di solito associata ad orticaria e possono coesistere disturbi intestinali. La complicanza più grave di questa varietà è l'edema laringeo. L'angioedema acquisito è più raro, compare dopo i 40 anni e non coesiste mai una storia familiare di angioedema.

La profilassi e la terapia si fondano essenzialmente sulla identificazione e sull' allontanamento del fattore eziologico, sull' uso di antistaminici di ultima generazione e, nella forma ereditaria, sulla somministrazione dell'inibitore della prima frazione del complemento.

Prof. Giovanni Cristianini
http://www.geragogia.net/


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox