OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Starbene | Starbene

Dietoterapia

Prima di iniziare un discorso approfondito sulla dietoterapia è necessario ricordare che il ruolo principale di questa disciplina medica è quello di prevenire e curare la malnutrizione, come compito principale, oltre a rappresentare poi un importante supporto nella cura di molte malattie degenerative croniche e nel miglioramento della qualità di vita in molti pazienti tra cui quelli terminali (ricorrendo, ad esempio, alla alimentazione enterale e parenterale quando non è possibile, o sufficiente, la semplice supplementazione orale).

Ma a parte questi casi piuttosto importanti, che sono di pertinenza del medico dietologo in collaborazione con lo specialista che ha in cura il malato, la grande maggioranza dei pazienti (o anche soggetti che non possono definirsi tali perché sono soltanto " a rischio" di malattia) abbisogna il più delle volte di semplici suggerimenti dietetici che rappresentano un valido aiuto non solo per la cura di alcune malattie (in associazione spesso alla terapia farmacologica), ma anche e soprattutto per la prevenzione di molte forme morbose che sono correlate ad una inadeguata nutrizione.

E' noto anche al profano che vi sono patologie che più delle altre si collegano alla alimentazione, sia come patogenesi che come scelta della terapia. In altre parole anche nel caso dell' individuo sano, ed in quello con una patologia appena iniziale, può essere necessario introdurre alcune modificazioni nella dieta abituale per assicurare ad esso una alimentazione adatta, a seconda del caso, alla prevenzione od alla cura della malattia.

La messa a punto di una terapia dietetica spetta generalmente al medico di famiglia, specie nella prevenzione e nei casi con patologie non eccessivamente complesse che possono essere trattate direttamente dal medico generalista senza ricorrere obbligatoriamente allo specialista dietologo. Così la dieta dovrà essere modificata nella sua composizione in molte forme morbose che comprendono soprattutto le iperlipidemie, il diabete mellito, le malattie renali, la diverticolosi colica, l'obesità e molte altre malattie che non è il caso qui di menzionare, ricordando soltanto che la dieta va prescritta anche nei pazienti a rischio allo scopo di prevenire, con diete adeguate , l'insorgenza di tali malattie.

Da ultimo va ricordato che per ottenere i migliori risultati il paziente deve essere sempre motivato a seguire diligentemente la dieta ed anche questo compito spetta naturalmente, in prima istanza, al medico di base che deve assumersi spesso anche la funzione di educatore e di consigliere per assicurare la continuità e l'efficacia di una terapia dietetica.

In questo senso, lasciando al medico curante il compito non sempre facile di curare con la dieta i suoi pazienti, ci limiteremo a fare , alle nostre lettrici, delle semplici proposte dietetiche generali, mettendo in evidenza quello che può essere considerato lo schema alimentare di base per una giovane donna e quelle che sono riconosciute, dalla moderna scienza dell'alimentazione, come regole fondamentali da osservare puntualmente per una corretta alimentazione.

Prof. Giovanni Cristianini
http://www.geragogia.net/


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox