OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Starbene | Starbene

La couperose

Abbiamo già accennato, poco tempo fa, all'acne rosacea ed ora vorremmo dire qualcosa a proposito di quella particolare eritrosi della faccia che è universalmente nota come couperose. In termini semplici e comprensibili si vuole indicare con questo termine un arrossamento protratto delle guance ( di lunga durata, cioè) con numerose teleangectasie filiformi, che viene considerato come espressione di uno stato seborroico, in certi casi, o come il I° stadio della "rosacea" in altri.

Quando si parla di seborrea si vuole generalmente indicare uno sviluppo eccessivo delle pellicola lipidica dell'epidermide, dovuto generalmente ad un aumento di secrezione delle ghiandole sebacee, come sintomo di una particolare costituzione della pelle che potremmo definire appunto "stato seborroico". Su questa base si sviluppano spesso malattie di tipo seborroico come l'acne volgare (comedonica) e la dermatite o eczema seborroico. Vanno conosciute queste dermopatie ( e tenute presenti ) perchè sono entità nosologiche piuttosto frequenti, che capitano molto spesso all'osservazione del medico, il quale deve saper distinguerle da altre patologie, tra cui la cosiddetta couperose, appunto.

E di questa infatti vogliamo fare un breve accenno alle nostre lettrici. In sostanza tale malattia della pelle è dovuta ad una vasodilatazione del microcircolo cutaneo e sottocutaneo, che provoca una diffusa colorazione rosea del viso e che raggiunge lo stadio più avanzato con la comparsa delle teleangectasie, vale a dire la formazione di capillari dilatati sulle guance, sugli zigomi ed ai lati del naso. Come dicevamo è considerata in campo medico come la prima fase della rosacea ed è quindi importante che vengano precocemente attivati interventi dermatologici che siano in grado di arrestare la progressione di tale patologia verso la forma più grave.

La couperose colpisce per lo più le donne tra i 30 ed i 55 anni, ma vengono interessati anche gli uomini, molto raramente, a dire il vero, ma da forme più gravi.Le cause della malattia possono essere diverse, anche se non c'è ancora una sicura conferma scientifica per nessuna di esse. Ne possiamo fare un elenco per accontentare le nostre lettrici, che potranno così tentare, quando possibile, una prevenzione delle manifestazioni più gravi (ed antiestetiche ), oltre che della evoluzione verso la "rosacea".

Sono da menzionare soprattutto la predisposizione familiare, gli squilibri ormonali, le disvitaminosi, le distonie neurovegetative, lo stress, fattori tutti che posono intervenire nella preparazione del terreno, sul quale poi vengono spesso a sovrapporsi le varie cause derivanti dall'ambiente esterno. Ci riferiamo alle radiazioni solari in eccesso, all'abuso di alcolici e di caffè, al fumo di sigaretta, oltre ai saponi, alle creme ed alle maschere che risultino troppo irritanti per la pelle.

Ne deriva chiaramente che la prevenzione si farà, nei casi iniziali, evitando i bagni di sole prolungati, mantenendo un regime alimentare appropriato, usando trucchi protettivi ed assumendo supplementi vitaminici, con particolare attenzione alle vitamine P, C ed E.

I trattamenti curativi prevedono la crioterapia, la diatermocoagulazione e la laserterapia. In quest'ultimo settore si raccomanda soprattutto l'uso del Dye-Laser che è in grado di distruggere selettivamente e definitivamente i capillari dilatati senza offendere minimamente la cute ( fotodermolisi selettiva ).

Prof. Giovanni Cristianini
http://www.geragogia.net/


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox