OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica


nevo spilus

Trattamento macchie del viso Togliere "una macchia" dal viso è un trattamento molto frequente che, soprattutto in seguito agli sviluppi delle nuove tecnologie laser, sta acquisendo sempre più popolarità. Tuttavia l'asportazione delle "macchie" del viso sta acquisendo un puro significato estetico, come se qualunque lesione pigmentata fosse trattabile da una figura professionale diversa dal dermatologo: tutto ciò comporta innegabili rischi perchè solo il dermatologo è in grado, infatti, tramite la sua esperienza clinica ed una eventuale valutazione dermatoscopica, di differenziare una lesione sicuramente benigna come una semplice lentigo, da altre lesioni che rivestono significato sicuramente non estetico, quali le cheratosi attiniche, i nevi giunzionali, le lentigo maligne precursori del melanoma.

Trattare una lesione pigmentata senza essere sicuri della diagnosi può in effetti essere molto pericoloso in quanto il trattamento laser - o qualunque altro trattamento - possono indurre delle variazioni di aspetto clinico tali da rendere difficile il controllo nel tempo di una lesione che può avere anche una evoluzione in senso neoplastico.

Una lentigo del viso,che viene trattata disinvoltamente per motivazioni estetiche, può in effetti essere clinicamente indistinguibile da un nevo giunzionale, il cui trattamento è invece assolutamente sconsigliato. Una cheratosi attinica, che viene semplicemente considerata un danno solare,può essere già un epitelioma spinocellulare in situ, e quindi meritevole di una exeresi chirurgica. Una cheratosi seborroica e una lentigo non potranno essere trattate allo stesso modo perchè la prima richiederà l'intervento di un laser ablativo, mentre la seconda si avvalerà di un laser selettivo come il q-switch. Il nevo spilus, a causa della componente mista (lentigo e giunzionale) dovrà essere trattato con molta attenzione e solo dopo attenta valutazione dermatoscopica.

Sono solo degli esempi che fanno capire come il trattamento delle "macchie" del viso sia riservato allo specialista dermatologo, plastico in quanto sensibile e attento alle esigenze estetiche della paziente, ma in grado altresì, sia dal punto di vista culturale che di quello deontologico, di discernere l'aspetto puramente estetico da quello medico di una lesione cutanea.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox