OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica | NovitÓ in tema di trattamento rughe e contorno occhi

NovitÓ in tema di trattamento rughe e contorno occhi

Una delle novità più interessanti di cui si è parlato al congresso di Medicina Estetica svoltosi in questi giorni a Roma è senza dubbio quella del trattamento del "Tear trough" vale a dire di quell'area caratteristica caratterizzata dal solco infraorbitale e anche il solco palpebromalare che finora sono sempre state considerate una delle zone di più difficile trattamento con acido ialuronico a causa degli effetti collaterali e della delicatezza anatomica della zona.

Da oggi il dermatologo plastico può disporre di un nuovo prodotto, un gel innovativo (Redensity II eyes) pensato per il trattamento del contorno occhi. Si tratta di un prodotto molto sofisticato caratterizzato da una combinazione di acido ialuronico semicross linkato e acido ialuronico non crosslikato con una minima attività igroscopica in modo da ridurre al minimo il rischio di edema e gonfiore. Inoltre all'acido ialuronico sono aggiunti un complesso dermo-ristrutturante contenente 8 aminoacidi, 3 antiossidanti, 2 minerali e lidocaina. Questo prodotto presenta una viscoelasticità ideale con elevata capacità di diffusione e nello stesso tempo esercita anche un bassa pressione sui tessuti.

Le indicazioni di questo nuovo acido ialuronico sono la deformità all'inizio della valle delle lacrime ma soprattutto le cossidette occhiaie quando queste sono dovute non ad alterazione pigmentarie (vedi l'importante diagnosi differenziale di cui abbiamo gia parlato su "Margherita") ma ad un effettiva sottigliezza della cute che lascia intravvedere i vasi sottostanti. Finalmente ora con questo nuovo prodotto possiamo ridurre l'evidenza di questo tipo di occhiaie senza ricorrere al lipofilling. L'iniezione potrà esssere eseguita con la cannula o con la tecnica dei microboli con ago.

Ovviamente Redensity non è indicato neanche qualora l'occhiaia sia dovuta ad un calasi palpebrale, caso in cui maggiori risultati si otterranno con una blefaroplastica .

Purtroppo a causa della particolare localizzazione delle iniezioni, nonostante l'abilità dell'operatore, non si possono escludere ecchimosi ed ematomi. In genere puo essere utile una preparazione di 15 giorni prima dell'intervento con vitamina C ad alti dosaggi.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox