OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica | Trattamenti laser in primavera

Trattamenti laser in primavera

Giunti all'inizio della primavera si pone l'interrogativo per le pazienti che ancora non hanno iniziato trattamenti laser e che vorrebbero prima dell'estate trattare qualche inestetismo.

Se infatti acido, ialuronico, botox e radiofrequenza non conoscono stagioni, i trattamenti laser sono in parte limitati dall'esposizione solare che in alcune regioni comincia molto precocemente. Cominciare ora un ciclo di laser depilazione è probabilmente sconsigliabile in quanto tale ciclo di compone di tre-cinque sedute e non deve essere eseguito su cute abbronzata.

Lo stesso dicasi per trattamenti aggressivi di cicatrici di acne da eseguire con laser Co2 frazionati che richiedono almeno due mesi di non esposizione al sole e di rigorosa fotoprotezione. In questi casi il trattamento è possibile solo se la paziente rinuncia alla tintarella e anche in città evita esposizioni prolungate.

Diverso è il caso della couperose che può ancora essere eseguita in due tre sedute a patto che la paziente utilizzi per il viso una accurata schermatura e non vada in vacanza al mare fino a giugno, visto che il laser KTP 532 è un laser molto delicato e poco ablativo.

Stessa cosa si puo dire per i laser fraxel e pixel, il primo non ablativo il secondo solo leggermente esfoliante in cui non esiste un vero e proprio ciclo; pertanto hanno la possibilità di essere eseguiti ancora per qualche mese. Anche in funzione di un ringiovanimento per l'estate.

Piu complesso il discorso relativo al trattamento dei capillari degli arti inferiori: questo richiede almeno due sedute da eseguirsi a distanza di 30-40 giorni con divieto di esposizione per un mese dall'ultima seduta: cominciare ora significa non andare al mare fino alla fine di giugno.

E per quanto riguarda i tatuaggi ? In questo campo tutto dipende dai gusti e dalle abitudini e dalla fretta di chi il tatuaggio vuole cancellare: se lo si desidera e il tattoo non è molto esteso, il tatuaggio trattato per un mese può essere coperto e non è necessario interrompere le normali abitudini balneari, tenendo conto del fatto che la cancellazione dei tatuaggi è già di per sè una cosa lunga e una interruzione di 4 mesi la può rendere ancora più lunga.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox