OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

Microdermoabrasione
Si è svolto a Stresa dall'11 al 13 Maggio il primo congresso Nazionale di Dermatologia Plastica.

Il congresso ha testimoniato la grande vitalità di questa branca della dermatologia così giovane ma gia così attiva. Infatti, all'Isplad fanno riferimento dermatologi che con grande passione, dispendio di energie economiche e intellettuali hanno intrapreso una strada nuova, diversa solo apparentemente dalla dermatologia tradizionale, non certo per seguire un "trend" di mercato ma perchè affascinati dalle possibilità che essa offre, in termini di successo professionale inteso come validità di risultati e soddisfazione del paziente.

Gli argomenti trattati spaziano dalla dermatologia allergologica (interessantissima la sezione riservata all'allergia al nichel) alla dermatologia vascolare (strettamente connessa al problema cellulite) ai peeling (nelle loro diverse versioni e utilizzazzioni) fino arrivare ai fillers e alla tossina botulinica, ormai entrata a pieno titolo nel bagaglio del dermatologo plastico.

Una sezione molto importante è riservata alla laserterapia; importante ed estremamente vasta poichè spazia dal ringiovanimento laser, ai laser vascolari (viso ed arti inferiori), alla rimozione laser dei tatuaggi.

Chi scrive ha partecipato presentando una relazione sulla microdermobrasione, una tecnica di cui abbiamo a suo tempo gia parlato su "Margherita.net". Si tratta di una tecnica nata in Italia alla fine degli anni 80 e proposta inizialmente come un mezzo per rimuovere l'epidermide mediante un'apparecchiatura che emette dei cristalli di idrossido di alluminio , utile per cicatrici post-acneiche, smagliature, rughe (anche se all'epoca il problema del fotoringiovanimento era meno sentito di oggi.)

Approvata dalla FDA negli States nel 1997 è diventata da loro una procedura cosmetica utilizzata prevalentemente, sotto controllo medico, da operatori estetici qualificati per eseguire esfoliazioni superficiali di "refreshing" del viso. Sempre negli States importanti lavori eseguiti sul Journal American Academy of Dermatology hanno dimostrato che essa è in grado di innescare un meccanismo biochimico di ringiovanimento anche se in misura inferiore ai laser ablativi.

Noi utilizziamo questa apparecchiatura con metodica "old style" arrivando ad abradere tutta l'epidermide per lievi esiti cicatriziali di acne, cute carnosa, segni iniziali di fotoaging. I vantaggi di questa metodica sono l'assenza di anestesia e la possibilità di effettuare più sedute a breve distanza di tempo. Per quanto si avvalga di una tecnologia assai meno sofisticata di quella di un laser, la microdermoabrasione consente di ottenere sulle irregolarità cutanee e sui lievi e siti cicatriziali dei ottimi risultati.


Dopo due sedute d imicrodermoabrasione.La riepitelizzazione avviene in 5-7 giorni.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox