OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

Schiarire le iperpigmentazioni della pelle Quali prodotti utilizzare per schiarire e per schiarire che cosa? Un recente articolo della Diana Drealos ci da lo spunto per approfondire l'argomento.

Per la Draelos l'idrochinone rimane il gold standard per il trattamento delle iperpigmentazioni. In Italia e in Europa l'idrochinone non è più ammesso nei prodotti ad uso cosmetico ma è prescrivibile come "medical device" sotto diretta responsabilità medica. La sua azione, consistente nella inibizione della formazione della tirosina e nel danno ai melanociti è spesso abbinata ad altre sostanze quali l'acido glicolico e retinoico atte ad aumentarne la penetrazione nella cute.

Un'altra sostanza di recente introdotta nel mercato americano è il mequinolo, un derivato dell'idrochinone che agisce esclusivamente sulla tirosinasi, senza alcuna tossicità sui melanociti, che si trova in associazione con acido retinoico e vitamina C.

Fra le altre sostanze depigmentanti ricordiamo l'acido retinoico, che può essere utilizzato in monoterapia senza idrochinone, e l'acido azelaico. Queste sostanze sono vendute anche in Italia, ma a causa della loro specificità devono essere utilizzate secondo prescrizione dermatologica.

Più semplici da utilizzare e quindi spesso utilizzate dal paziente anche senza prescrizione medica sono l'acido ascorbico (la vitamina C), gli estratti di liquirizia, l'arbutina e soprattutto l'acido cogico che ha conosciuto negli ultimi tempi sempre più popolarità. Tutte queste sostanze intervengono sulla melanogenesi. Bloccando con meccanismi enzimatici la formazione di melanina.

Ma quale scopo utilizzare le sostanze schiarenti?

Se si esclude il melasma che risulta di facile diagnosi anche in relazione al suo peggioramento da fotoesposizione, le altre iperpigmentazioni (che sono estremamente numerose) vanno prima inquadrate da un punto di vista dermatologico perchè la loro causa può essere diversissima (farmacologica, internistica, ecc)

Anche l'uso diventato sempre più frequente di trattare con schiarenti le neoformazioni pigmentate del viso non va incoraggiato per due motivi: primo, perchè èsempre necessario eseguire una diagnosi; secondo perchè le formazioni pigmentate rispondono solo parzialmente ai topici schiarenti e si avvalgono più opportunamente di metodiche laser.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox