Donne, moda e tendenze capelli. Il sito delle donne online
HOME MODA BELLEZZA SALUTE DIMAGRIRE CUCINARE OROSCOPO AMORE UOMINI
 

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

La rosacea

L'arrossamento del viso, scientificamente definito flush, dovuto spesso a cause emozionali, altre volte a stimoli chimici e fisici (il sole, l'aria fredda. i cibi caldi, la tachifagia, gli alcolici, ecc) è talora solo un fastidio raro e sopportabile… quando però diventa frequente e duraturo configura gia l'inizio di una malattia nota ai dermatologi col termine di rosacea in quanto configura la probabile tendenza a generare un rossore non più momentaneo, definito tecnicamente "eritrosi".

Molte pazienti si rivolgono al dermatologo quando sono ormai presenti i segni della rosacea papulopustolosa, trascurando invece i segni premonitori che sono quelli della malattia iniziale, dovuta al flush.

Il flush pertanto è una sintomatologia che va inquadrata al suo primo comparire e studiata in maniera opportuna tramite una anamnesi accurata che aiuti a individuare i fattori scatenanti.Tuttavia non sempre questo è sufficiente in quanto molti di questi (soprattutto i fattori emozionali, ma non solo) non sono eliminabili.

La terapia del flush è con i farmaci a disposizione non sempre riesce nel suo intento in maniera soddisfacente.I farmaci più usati sono l'atenolo e l'isotretinoina a bassi dosaggi, i quali, tuttavia - anche a bassi dosaggi - non sono sempre privi di effetti collaterali, anche se nella nostra esperienza spesso si rivelano efficaci e ben tollerati.

Una interessante novità in questo senso è costituita d a un integratore prodotto e commercializzato negli Stati Uniti il quale contiene sostanze che agiscono a tre diversi livelli: un supporto vascolare, un supporto cutaneo, un supporto ipotalamico. Il primo è fornito da sostanze ampiamente conosciute quali il meliloto, rutina, esperidina, il secondo dall'acido boswelico e il terzo da un neurotrasemttittore (il PharmaGABA) che agirebbe con meccanismo antistress con positivi effetti sulla muscolatura liscia. Questo prodotto può essere utile per accompagnare e a nostro avviso sostituire - la terapia farmacologia.

Non va dimenticato comunque il ruolo svolto dalla luce pulsata, che secondo studi recenti ridurrebbe il flush tramite un processo di ringiovanimento del collageno. Sulla eritrosi inveterata e persistente a nostro avviso lo strumento migliore rimane il dye laser (utilizzato però nella maniera classica) mentre il KTP rimane lo strumento ottimale per le teleangectasie isolate.