Donne, moda e tendenze capelli. Il sito delle donne online
HOME MODA BELLEZZA SALUTE DIMAGRIRE CUCINARE OROSCOPO AMORE UOMINI
 

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

La "rivitalizzazione" o "bioristrutturazione" La "rivitalizzazione" o "bioristrutturazione" è parte integrante e fondamentale, assieme ai peeling, ai fillers e al laser, dei programmi di ringiovanimento cutaneo.

Si tratta di una tecnica mesoterapica con cui si inseriscono nel derma superficiale o profondo delle sostanze atte a rinnovare i processi metabolici cutanei cercando di ritardare contemporaneamente i processi di degradazione e di invecchiamento.

Le sostanze che più comunemente vengono utilizzate sono costituite da acido ialuronico, vitamine, amminoacidi e polinucleotidi, tutte con un unico scopo: legarsi al fibroblasto del derma e stimolarlo a produrre collageno. Nel caso dell'acido ialuronico l'effetto che si ottiene, date le proprietà naturali della sostanza, è anche quello di una maggiore idratazione del derma.

Spesso è utile associare le diverse sostanze non nella stessa seduta ma in più sedute, così come è utile diluire le applicazioni nel tempo senza mai sospenderle perchè l'effetto che si ottiene sul viso ha comunque durata limitata.

La tecnica normalmente più utilizzata è quella del picotage, che consiste nel produrre dei micropomfi iniettando nel derma superficiale la sostanza revitalizzante. L'iniezione, essendo eseguita con ago sottile, è normalmente ben sopportata anche se, in considerazione del fatto che si tratta di iniezioni multiple, può essere opportuno applicare in maniera preventiva una crema anestetica. Il trattamento è assolutamente compatibile con la vita sociale e viene potenziato dall'esecuzione di una dieta adeguata, di terapie domiciliari antiaging e peeling superficiali.