OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

Quale pillola per l'acne delle adolescenti? L'argomento è di grande interesse per il dermatologo plastico in quanto la terapia ormonale dell'acne è sempre più richiesta dalle giovani pazienti, spesso deluse dalle frequenti ricorrenze di manifestazioni pustolose e comedoniche in seguito a trattamenti locali.

Spesso si crede che nell'adolescente la assunzione della pillola antiacne debba essere correlata a particolari esami (dosaggi ormonali o ecografie ovariche); questo è vero solo per le pazienti che manifestino, assieme a sintomi dell'acne, altri segni di androgenismo o disfunzione ovarica (irregolarità mestruali, iperseborrea, irsutismo, ecc). Quando questo quadro non è presente e siamo in presenza di manifestazioni acneiche medio-lievi l'introduzione della pillola può comunque essere di valido aiuto,anche in considerazione del fatto che l'età media dei primi rapporti sessuali risulta essere di 16 anni.

Ma quale pillola? E' bene sapere che il gruppo delle pillole antiacne è cresciuto nel tempo e non consta solo dell'associazione di estrogeno e ciproterone acetato (la "mitica" diane) da alcuni considerata ancora come il "gold standard".

Nelle forme di acne moderata possono bastare preparati senza ciproterone acetato, il quale potrà comunque essere aggiunto in un secondo tempo in caso di insufficiente risposta.

I prodotti più interessanti sono a nostro avviso due: il primo è costituito dall'associazione di etinilestradiolo con desogestrel da prendere per 22 giorni e seguito poi da 6 giorni di pausa. Questo prodotto non agisce a livello del recettore cutaneo (e questo è un suo limite) ma aumentando i livelli della proteina che veicola il testosterone e riducendo pertanto il testosterone libero. Affinche un prodotto del genere sia efficace è necessaria comunque una concentrazione di estrogeno piuttosto alta; d'altronde è noto che i preparati alternativi che vengono proposti (anelli e cerotti) contengono quantità di estrogeni troppo basse per essere veramente efficaci.

Un'altra importante novità è costituita dall'associazione di etinilestradiolo (sempre in quantità di 30mcg) e di drospirenone, una sostanza con attività antiandrogena dotata anche di un effetto antimineralcorticoide, in grado di contrastare gli effetti sulla pressione arteriosa e di ridurre il rischio di ritenzione idrica.

Naturalmente l'adolescente dovrà sapere che , nonostante la sua giovane età, la pillola non è esente da rischi: grande attenzione si dovrà porre all'anamnesi familiare e fisiologica e al controllo della pressione arteriosa e del peso corporeo.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox