Donne, moda e tendenze capelli. Il sito delle donne online
HOME MODA BELLEZZA SALUTE DIMAGRIRE CUCINARE OROSCOPO AMORE UOMINI
 

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

Il peeling di Jessner

Si chiama peeling di Jessner ed è un peeling superficiale forse un po' dimenticato in tempi di ubriacatura di acido glicolico ma ancora oggi molto valido per il refreshing del viso e per il trattamento delle iperpigmentazioni.

La soluzione di Jessner di compone di acido lattico, acido salicilico e resorcinolo in parti uguali e viene applicata sul viso dopo adeguata preparazione con acido retinoico. A seconda del numero degli strati applicati si può decidere se provocare una semplice esfoliazione con distacco dello strato corneo o arrivare fino a tutta l'epidermide; tuttavia - e qui sta la cosa importante - il peeling rimane sempre intraepidermico e non provoca la formazione di croste.

E' assolutamente compatibile con la vita sociale e consente l'applicazione del trucco mentre l'applicazione di acido glicolico o di acido retinoico deve essere sospesa per una settimana, tempo di durata della esfoliazione.

Essendo un peeling superficiale, effetti collaterali quali infezioni o eritemi persistenti sono rarissimi.

Le sue indicazioni sono essenzialmente costituite dalla cura del photoaging e quindi dal miglioramento della tramatura cutanea. In questo senso il peeling di Jessner può entrare a far parte di un programma di ringiovanimento con sedute mensili abbinate all'uso di acido retinoico e a iniezioni revitalizzanti.

Un'altra importante applicazione è rappresentata dal trattamento del melasma, condizione in cui bisogna evitare atteggiamenti troppo aggressivi. Il peeling di Jessner, abbinato a sostanze schiarenti di comprovata efficacia, può contribuire ad ottenere in questo campo ottimi risultati.


Un melasma labiale dopo due peeling di Jessner e applicazione di schiarenti.