Donne, moda e tendenze capelli. Il sito delle donne online
HOME MODA BELLEZZA SALUTE DIMAGRIRE CUCINARE OROSCOPO AMORE UOMINI
 

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

Micobatteriosi Anche l'acqua può dare problemi dermatologici, oltre al freddo e al caldo... in particolare a chi frequenta piscine o è appassionato di acquari.

Il responsabile è un microorganismo il cossidetto M. marinum che viene inoculato incidentalmente e produce una o più lesioni nella sede del trauma. Esso è asintomatico, non da fastidio e viene interpretato dai più come un problema estetico.

La micobatteriosi si può presentare sia in forma papulare superficiale tendente ad ulcerarsi sia in forma sporotricoide con localizzazione profonda. Le sedi colpite variano: più comunemente la mano destra nei soggetti che dispongono di acquari, ma anche gomiti, ginocchia, piedi nei soggetti che frequentano piscine.

L'infezione può risolversi spontaneamente nel giro di pochi mesi ma può durare se non conosciuta anche degli anni. Anche perchè spesso tali lesioni vengono misconosciute e scambiate per verruche o neoformazioni non infettive.In effetti la diagnosi differenziale di una lesione simile riguarda moltissime lesioni dermatologiche con cui può essere confusa.

La diagnosi corretta si esegue con prelievo bioptico e ricerca colturale del micobatterio. La terapia si avvale di antibiotici orali, ma, nelle forme resistenti, anche di farmaci antitubercolari.

Se ti piace Margherita.net abbonati gratis alla nostra newsletter settimanale!


Iscriviti alla newsletter di Margherita.net. Ogni settimana nella tua mailbox.




TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE