OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica | Il laser KTP 532

Il laser KTP 532

Ci ha dato molta soddisfazione ad un recente congresso sentire da una collega giovane ma gài molto conosciuta l'elogio di un laser che noi su questo sito abbiamo sempre considerato un laser ottimale e difficilmente sostituibile per trattare la couperose: il laser 532 KTP.

Si tratta di un laser - è stato ribadito - in cui la lunghezza d'onda utilizzata ha una grande affinità per l'emoglobina notevolmente superiore a quella del 1064 neodimioyag che spesso viene proposto da molte ditte per il trattamento dei capillari del viso. Questa grande affinità lo rende il laser più adatto in un'area quella del viso dove l'uso di potenze eccessive per una minore affinità può essere fonte di numerosi effetti collaterali.

Il target tipico di questo laser è costituito infatti dalle sottili teleangectasie che si apprezzano sull'area malare e sottopalpebrale del viso, sulle ali del naso dove il trattamento sarà un po' più difficoltoso, e anche i classici spider naevi del viso, in cui è presente l'arteria centrale e le fini diramazioni periferiche.

I vantaggi del laser KTP sono costituiti dalla sua delicatezza (che consente di continuare a svolgere vita sociale) dalla assenza di porpora, tipica invece del dye laser, mentre l'aspetto meno positivo è costituito dal fatto che proprio per questo suo carattere "dolce" esso richiede alle volte anche due-tre sedute e in assenza di una valida fotoesposizione puo esporre il capillare al rischio di recidive.

Soprattutto per chi intende trattare i capillari fini e spesso quasi invisibili delle aree più nascoste del viso, questo tipo di laser è consigliabile per la sua sicurezza e la certezza dei risultati.

Il neodimio yag, anche per la sue capacità di raggiungere gli strati profondi dell'epidermide, è da riservare esclusivamente al trattamento dei capillari degli arti inferiori mentre la luce pulsata, che pure ha affinità per l'emoglobina, è più indicata nel trattamento della eritrosi del viso, che pure può coesistere con le teleangectasie.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox