OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

Il laser per la pelle, indicazioni e consigli Rivolgersi ad un medico per la laserterapia costituisce un'opzione frequente ma dagli aspetti ancora indefiniti per molta parte del pubblico; soprattutto non è chiaro che il laser è concepito per risolvere innumerevoli problematiche di carattere dermatologico-estetico e che per ciascuna problematica è necessario un laser diverso.

Infatti le caratteristiche principali di un laser sono la lunghezza d'onda, la lunghezza dell'impulso e la potenza.

Sappiamo che l'affinità per l'emoglobina contenuta nei vasi sanguigni è altissima nel range dei 500-600 nm; ne consegue che il trattamento della eritrosi e delle teleangectasie del viso dovrà sempre essere eseguito con un laser ktp 532 o con dye laser, mai con un diodo o con 1064 neodimio yag. Per i capillari delle gambe, viceversa, a causa della loro maggiore profondità, sarà opportuno usare un 1064 neodimio yag, che, pur essendo meno selettivo per l'emoglobina, garantisce una maggiore penetrazione nella cute.

Per le macchie cutanee, se si vuole lavorare rispettando il principio basilare del trt, bisognerà sempre utilizzare un laser q switch in quanto è l'unico che agisce senza la distruzione dell'epidermide ma solo sul pigmento.

L'uso di laser ablativi è sconsigliabile in quanto l'azione di questi laser è simile a quella di un tradizionale peeling. In questi ultimi tempi si è diffusa la tendenza a trattare le macchie con la luce pulsata, cosa che è a nostro avviso sconsigliabile per macchie isolate, accettabile invece in un programma generale di ringiovanimento che preveda il trattamento di lievi discromie diffuse.
Il laser q switch è a sua volta l'unico strumento per rimuovere un tatuaggio in quanto in grado di frammentare il pigmento senza abradere la cute evitando così il formarsi di esiti cicatriziali.

Se si vuole invece trattare un a ruga con il laser bisognerà invece ricorrere da un laser ablativo, in grado di assorbire acqua, quindi un laser erbio o un co2. La recente introduzione di laser C02 ed erbio frazionati ha consentito di rendere questi trattamenti più accettabili e compatibili con una normale vita di relazione. Sistemi a luce pulsata che lavorano nel vicino infrarosso si sono dimostrati i più utili nel ringiovanimento non ablativo in grado cioè di stimolare la produzione di collageno senza distruggere l'epidermide.

Per la depilazione il range dei laser utilizzabili è sicuramente più ampio ma molto importante è in questo caso la potenza del laser oltrechè la lunghezza dell'impulso alla quale viene utilizzato. Recenti studi hanno dimostrato la sostanziale equivalenza delle varie lunghezze d'onda; molto importante è il contemporaneo utilizzo di un buon sistema di raffreddamento.

Purtroppo va accantonata la mitologia che vede il laser come uno strumento miracoloso soprattutto se non si comprende che non esiste "un laser" ma una molteplicità di laser.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox