OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica | Il laser frazionato e l'acne

Il laser frazionato e l'acne

In virtù della sempre maggiore attenzione che i media dedicano ai trattamenti estetici si fa sempre più diffondendo la conoscenza dei cosssidetti "laser frazionati" e del loro impiego nel ringiovanimento cutaneo. Nello stesso tempo, però, a causa della complessità dell'argomento non sempre le idee sull'argomento appaiono chiare come dovrebbero.

"Frazionato" è un termine utilizzato per indicare il fatto che il raggio laser non colpisce tutta la superficie cutanea che si vuole utilizzare ma solo una parte di questa; in genere allo scopo di rendere l'azione del laser meno aggressiva e più sopportabile per il paziente. Tuttavia nell'ambito dei laser frazionati si distinguono essenzialmente due tipi: i laser ablativi e quelli non ablativi. I primi producono un danno epidermico, i secondi lasciano la struttura epidermica intatta e lavorano solo in profondità creando delle colonne di riscaldamento della cute che arriva fino agli strati profondi.

Fra i laser ablativi frazionati si distinguono il laser CO2 e il laser erbio, che differiscono per la diversa lunghezza d'onda e e il diverso assorbimento di acqua. Il primo a differenza del secondo ha anche una notevole capacità di stimolazione del collageno grazie al maggiore riscaldamento della cute e quindi viene molto utilizzato nel trattamento delle cicatrici di acne e in genere nel resurfacing; il secondo quando si voglia produrre una azione esfoliativa superficiale, il cossidetto "laserpeeling". Fra i laser frazionati non ablativi il più conosciuto va senza dubbio sotto nome di "fraxel", un laser "dolce " che non produce distruzione dell'epidermide e formazione di croste ma solo eritema della cute.

Quale laser frazionato utilizzare? Il concetto fondamentale è che al di là delle semplificazioni dei media, l'uso di questi strumenti richiede prima una valutazione medica dei problemi cutanei che si vogliono risolvere, degli obbiettivi che i pazienti vogliono ottenere e delle fasi post intervento, oltre ad una adeguata spiegazione del meccanismo con ogni singolo laser funziona.

Tutto ciò andrà discusso col paziente nell'ambito di una visita preliminare il cui fine è quello di chiarire scopi e modalità del trattamento e quindi di decidere se utilizzare un laser frazionato, scegliendo uno di quelli disponibili.


L'erbio frazionato per il laser peeeling

Il laser fraxel per il ringiovanimento del contorno occhi.


Il Co2 frazionato nel trattamento delle cicatrici di acne


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox