Donne, moda e tendenze capelli. Il sito delle donne online
HOME MODA BELLEZZA SALUTE DIMAGRIRE CUCINARE OROSCOPO AMORE UOMINI
 

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

Stress e invecchiamento Una delle cause di invecchiamento dell'organismo è senza dubbio lo stress che influisce essenzialmente tramite l'aumento di produzione di cortisolo da parte delle ghiandole surrenali.

Gli effetti del cortisolo, a parte quello di aumentare le disponibilità di glucosio pe r il corpo sono assolutamente negativi sia ai fini del semplice invecchiamento che della comparsa di patologie. Ci riferiamo ovviamente sia all'aumento delle malattie cardiovascolari, dell'obesità e del diabete (dovuto all'aumento di produzione di insulina) che ai disturbi di carattere immunitario (riduzione delle difese con aumento delle infezioni e dei tumori) ma soprattutto al danno che questo ormone produce nei confronti dei neuroni cerebrali, con gravi ripercussioni sulla memoria e sulle capacità cognitive.

Uno degli antidoti che sono stati proposti allo stress e all'aging è senza dubbio il dhea, l'ormone della giovinezza tanto discusso e su cui l'opinione medica si divide tra estimatori e detrattori. E' un fatto però ampiamente dimostrato che quando aumenta il livello di cortisolo diminuisce drammaticamente quello del dhea; la diminuzione del dhea con età ci lascia più vulnerabili agli effetti negativi del cortisolo.

Come agisce sull'organismo il DHEA? Esso è essenzialmente un proormone, precursore dei più importanti ormoni sessuali, che declina notevolmente con l'età, tanto che a 60 anni rimane solo dal 10 al 20% della quantità di ormone presente a 20 anni. L'ideale è mantenere nel corso della vita un livello di dhea simile a quello presente a 30 anni! Gli effetti positivi sono apprezzabili sulla cute (grazie alla inibizione degli enzimi che degradano il collageno) sulle ossa (riducendo i rischi di osteoporosi con aumento della densità ossea), sul cervello (attraverso un benefico effetto sui neurotrasmettiori cerebrali, di cui abbiamo gia parlato) e sul tessuto adiposo (tramite un a netta riduzione della massa grassa).

Purtroppo questa sostanza così benefica ha anche i suoi lati negativi consistenti nella eccessiva quantità di ormoni sessuali cui può dare luogo con effetti negativi su utero e mammella, non tanto stimolando la comparsa di neoplasie ma favorendo lo sviluppo di neoplasie già in atto. Pertanto deve essere utilizzato sotto attenta sorveglianza medica.