OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

Le rughe: cause, rimedi, informazioni utili

Intervista al Dott. Giuseppe Parodi, Dermatologo plastico

Cosa è una ruga? Perchè alcune donne più 'fortunate' hanno meno rughe di altre? La risposta a questa domanda è estremamente complessa in quanto più che parlare di ruga dovremmo parlare di rughe poiché la patogenesi è estremamente varia. In realtà col termine di ruga noi intendiamo una alterazione cutanea in cui la regolarità della superficie viene modificata da delle "depressioni". Queste "depressioni" possono essere presenti solo in movimento oppure anche a riposo; la distinzione è importante perché contribuisce alla classificazione dell'invecchiamento cutaneo secondo l'indice di Glogau (di cui parleremo più diffusamente in un prossimo articolo).

Esistono dunque le rughe da espressione, tipiche della parte superiore del viso, molto sviluppate in donne che utilizzano molto i muscoli di questa parte superiore del viso per esprimere le loro emozioni, quelle da fotoesposizione, tipiche del terzo medio del viso, le rughe del sonno, anch'esse localizzate nel terzo medio del viso. Infine le rughe dovute all'aumento della lassità cutanea, quali il solco nasolabiale e le rughe della commisura labiale. La differenza tra un soggetto e l'altro dipende quindi da molti fattori: mimica, abitudini di vita, stress, fotoesposizione. Anche le rughe geneticamente determinate quali quelle del solco nasolabiale riconoscono diversità nella comparsa da soggetto a soggetto essendo appunto connesse a fattori intrinseci di natura ereditaria.

Quali sono i nemici più grandi della pelle quando si parla di rughe? Quali comportamenti evitare, e quali magari favorire per ritardare il più possibile l'insorgenza delle rughe? La mimica eccessiva, il sole, lo stress, il fumo, la scorretta alimentazione sono senza dubbio i grandi nemici delle rughe. La prima, come abbiamo detto, entra in gioco nella formazione delle rughe di espressione. Il sole, oltre a determinare la comparsa di macchie che contribuiscono all'aging cutaneo provoca alterazioni del derma (ispessimento del corneo, assottigliamento dell'epidermide, ecc) che contribuiscono al formarsi delle rughe. Lo stress ,col suo sovraccaricare l'organismo di radicali liberi, come del resto il fumo contribuisce anch'esso alla formazione delle rughe. L'alimentazione squilibrata, povera di sostanze antiossidanti, contribuisce anch'essa ad aggravare l'aging cutaneo... Pertanto per ritardare la comparsa delle rughe occorre seguire degli stili di vita corretti.

La ruga - una volta formata - è un qualcosa di assolutamente irreversibile? No, esistono vari modi per intervenire sulle rughe, alcuni dei quali sono in grado di eliminarle in maniera definitiva (vedi i l resurfacing cutaneo) Altri si limitano ad eseguire dei riempimenti temporanei o a ridurre la motilità muscolare responsabile del formarsi della ruga stessa.

Quali interventi può mettere in atto il dermatologo per cercare di ridurre le rughe una volta che queste si sono formate? E cosa si può provare a fare a casa? Come dicevamo prima tra i sistemi attivi contro le rughe grande rilevanza va al resurfacing cutaneo, che si avvale dell'assorbimento di acqua dai tessuti provocandola scomparsa delle rughe superficiali. Questo sistema è maggiormente interessante oggi visto che i nuovi sistemi di resurfacing frazionato (che abbiamo ampiamente illustrato su "Margherita") consentono di evitare spiacevoli astensioni dalla vita sociale. Grande importanza vanno dati ai filler, soprattutto per quanto riguarda il trattamento del solco naso labiale. L'acido ialuronico, il principe dei filler, garantisce ormai, oltre ai risultati, grande sicurezza e tollerabilità. Il botox per le rughe del terzo superiore del viso, ma non solo, è unico e insostituibile. Infine l'acido polilattico dando maggiore spessore alla cute è indicato in tutti i quei soggetti in cui la ruga è espressione di un aumento della lassità cutanea.

Molto interessanti sono le iniezioni rivitalizzanti si a base di acido ialuronico che a base di Dmae, una sostanza in grado di aumentare la tonicità cutanea.

Per quanto riguarda i prodotti domiciliari a parte il mercato selvaggio sempre più fiorente, i prodotti consigliabili dal punto di vista dermatologico sono essenzialmente l'acido retinoico e il retinolo, l'acido glicolico, i topici antiossidanti a base di vitamina c, e alcuni nuovi prodotti topici ad azione tonificante.

Quando è il caso iniziare ad utilizzare una crema antirughe, a che età e con quali modalità? E quali sono le caratteristiche che una buona crema deve rispettare? La prevenzione dell'invecchiamnento intesa come protezione solare e antiossidazione deve essere cominciata il più presto possibile. Per quanto riguarda i topici antirughe ne consiglierei l'uso dopo i trent'anni e in ogni caso dopo accurata visita dermatologica. Le creme valide devono contenere sostanze attive riconosciute dalla letteratura scientifica internazionale e a concentrazioni efficaci.

Qualcuno distingue tra rughe e linee di disidratazione. Si tratta di una distinzione reale, o meno? E in tal caso, esistono diversi tipi di approccio al problema? La pelle secca invecchia più precocemente della pelle grassa e in generale e più soggetta da invecchiamento. Non parlerei comunque di "linee di disidratazione" se non a scopo consolatorio!!

L'alimentazione può avere qualche ruolo nella protezione della pelle in questo senso? Come ho gia detto prima un alimentazione ricca di principi antiossidanti è fondamentale; vale ancora una volta il concetto che tutti gli interventi estetici (dermatologici e chirurgici) devono essere accompagnati da una scrupolosa osservazione delle norme volte ad impedire l'invecchiamento dell'organismo anche dal punto di vista internistico.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox