OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica | Sensazione di bruciore ad urinare?

Sensazione di bruciore ad urinare? Parliamo di uretriti.

"Il tempo di incubazione è di circa 3-6 settimane. Nella gonorrea si assiste ad una secrezione purelenta che può determinare balanopostite mentre nella infezione da Clamydia i sintomi sono più sfumati e la secrezione se presente è in genere solo sierosa. La terapia si basa sulla somministrazione di antibiotici in genere dopo esecuzione di tampone uretrale con relativo antibiogramma"

Può capitare di avvertire d'un tratto una fastidiosa sensazione di bruciore ad urinare, magari accompagnata da secrezioni che non avevamo mai visto prima. Si tratta spesso di un disturbo che va sotto il nome generico di uretrite, ma che può avere varie cause, in molti casi sessualmente trasmissibili. Abbiamo parlato di uretriti, soprattutto quelle che si possono contrarre con un rapporto sessuale non protetto, cause e terapia, con il dott. Giuseppe Parodi, dermatologo, e gli abbiamo posto alcune domande. Ecco cosa ci ha spiegato.

Una improvvisa sensazione di bruciore mentre si 'fa la pipì' può dipendere da varie cause, anche o forse soprattutto sessualmente trasmissibili. Quali possono essere le cause più frequenti tra quelle non sessualmente trasmissibili sia negli uomini che nelle donne?
La disuria può avere in effetti svariate cause indicando una infiammazione a carico del distretto urinario e della prostata. Nel soggetto giovane (in cui l'infiammazione non è addebitabile a ipertrofia prostatica) le cause non sessuali possono essere costituite anche da cause non infettive, per esempio a piccoli traumatismi all'uretra, la presenza di calcoli renali, l'andare in bicicletta, in moto o a cavallo. Esistono anche uretriti allergiche in cui il disturbo è legato all'ingestione di particolari alimenti, all'utilizzo di certi farmaci o cateteri.

E tra quelle sessualmente trasmissibili?
Nelle uretriti gonococciche il microrganismo patogeno responsabile dell'infiammazione è la Neisseria gonorrhoeae, che in un primo momento causa uretrite purulenta sia nel maschio che nella femmina, nella quale il decorso è più frequentemente asintomatico.

Quando la patologia cronicizza, può dare origine a diversi disturbi. Nella donna il sintomo più frequente è la cervicite (infiammazione della mucosa uterina associata a secrezioni mucopurulente e senso di molestia).

La Chlamydia è l'agente eziologico più frequentemente chiamato in causa nell'origine di uretriti non gonoccoiche. Nelle donne le infezioni da Chlamidya sono asintomatiche in circa il 70% dei casi, nell'uomo tale percentuale scende al 50%. E' quindi possibile che il disturbo insorga dopo anni di quiescenza, magari a causa di un temporaneo abbassamento delle difese immunitarie. Le complicazioni della patologia sono simili a quelle descritte per l'uretrite gonorroica, anche se insorgono più raramente e sono spesso di modesta entità. Spesso un'uretrite, causata da un particolare agente patogeno, è associata ad infezione di altri microorganismi minori che hanno però scarso rilievo in termini percentuali, poiché raramente rappresentano i veri agenti causali della malattia. Tra questi ricordiamo il Trichomonas vaginalis, Mycoplasma hominis e genitalis, gli Herpes virus e l'Ureoplasma Urealiticum.

Quali sono i tipi di rapporto attraverso i quali si possono contrarre quelle malattie sessualmente trasmissibili che possono dare come sintomo iniziale una sensazione di bruciore ad urinare?
Attraverso piccole lesioni, secrezioni e fluidi organici con cui si prende contatto durante l'attività sessuale di vario tipo

E con il bacio? Alcune di queste malattie possono 'annidarsi' nella gola?
E praticamente impossibile

Quali sono i tempi di incubazione? E altri sintomi che possono presentarsi e che accompagnano o seguono la sensazione di bruciore ad urinare? Cosa fare se si avverte una sensazione di bruciore ad urinare? Quali sono le terapie, e i tempi di guarigione?
Il tempo di incubazione è di circa 3-6 settimane. Nella gonorrea si assiste ad una secrezione purelenta che può determinare balanopostite mentre nella infezione da Clamydia i sintomi sono più sfumati e la secrezione se presente è in genere solo sierosa. La terapia si basa sulla somministrazione di antibiotici in genere dopo esecuzione di tampone uretrale con relativo antibiogramma.

Come comportarsi con il proprio partner?
La terapia deve essere eseguita sempre anche dal partner, anche se asintomatica, ed evitare rapporti non protetti fino alla fine del trattamento

Quali i consigli pratici più utili per evitare di 'ripetere l'esperienza' una volta guarite?
Nel caso delle patologie a trasmissione sessuale è evidente che la protezione riveste un ruolo fondamentale.nelle altre forme la prevenzione sarà rivolta verso le cause specifiche (alimentazione, abitudini di vita, ecc).


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox