OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica | L'acne da gram negativi

Ringraziamo il Prof. Francesco Bruno, Dermatologo a Milano, Responsabile Nazionale Dipartimento Acne e Disordini delle Ghiandole Sebacee ISPLAD. Membro del Mediterranean Acne Board - www.francescobrunodermatologo.it

L'acne da gram negativi

L'acne da gram negativi, che è meglio definire follicolite da gram negativi, colpisce il cinque per cento dei pazienti affetti da acne.

Sono soggetti sottoposti a trattamento antibiotico prolungato e ripetuto ciclicamente.
Gli antibiotici sono in genere del gruppo delle tetracicline (ossitetraciclina e minociclina cloridrato).

La follicolite è causata da un'interferenza batterica e dalla sostituzione della flora gram-positiva della cute facciale e delle membrane mucose del naso con batteri gram-negativi.

I principali batteri gram-negativi coinvolti sono: escherichia coli, pseudomonas aeruginosa, serratia marescens, proteus mirabilis, klebsiella (pneumoniae - oxytoca), enterobacter aerogenes, citrobacter freundii, salmonella panama, acinetobacter calcoaceticus , acinetobacter baumani (aids).

Una follicolite da gram-negativi deve essere sempre sospettata nei pazienti con acne, dopo un insuccesso del trattamento con le tetracicline per 3-6 mesi, o che recidivano dopo pochi giorni dalla sospensione dell'antibiotico.

La diagnosi si basa sulla mancanza di comedoni, quando le pustole sono di improvvisa insorgenza e durano pochi giorni (3-4 giorni) "short lived", e quando prediligono la zona del mento, labbro superiore - inferiore e le pieghe naso-labiali. Il paziente lamenta spesso prurito e intensa seborrea del cuoio capelluto, del viso e del collo.

Si associa una follicolite del cuoio capelluto.

Inutile la coltura delle pustole ed inefficace l'antibiogramma.

La follicolite da gram-negativi guarisce con l'isotretinoina per uso orale ( 0,5-1 mg/kg/die per 20-24 settimane).

La sua efficacia terapeutica è dovuta al fatto che i gram negativi (wet germs), germi "umidi", si moltiplicano con grande facilità nel grasso.

L'isotretinoina, inibendo la produzione di grasso dalle ghiandole sebacee, rende impossibile la sopravvivenza e la moltiplicazione dei gram negativi.

Ringraziamo il Prof. Francesco Bruno, Dermatologo a Milano, Responsabile Nazionale Dipartimento Acne e Disordini delle Ghiandole Sebacee ISPLAD. Membro del Mediterranean Acne Board
www.francescobrunodermatologo.it


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox