OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica | Acne, attenzione al casco

Ringraziamo il Prof. Francesco Bruno, Dermatologo a Milano, Responsabile Nazionale Dipartimento Acne e Disordini delle Ghiandole Sebacee ISPLAD. Membro del Mediterranean Acne Board - www.francescobrunodermatologo.it

Acne, attenzione al casco

"E' utile l'uso di detergenti molto leggeri e - quando c'è caldo-umido - è necessario applicare una pomata all'ossido di zinco"

Il dermatologo esperto di acne Francesco Bruno, Dermatologo a Milano, Responsabile Nazionale Dipartimento Acne e Disordini delle Ghiandole Sebacee ISPLAD, Membro del Mediterranean Acne Board ci spiega in questa intervista come l'acne del collo e della nuca peggiorano con l'uso del casco. La notizia è stata pubblicata sia sull'American Journal of Clinical Dermatology che su Cutis.

Come mai collo e nuca sono colpite da questa che potremmo definire 'acne da casco'?

L'acne è una malattia infiammatoria che raramente colpisce il collo e la nuca. Il trauma continuo del casco, misto al sudore, specie nei mesi estivi, peggiora l'acne, aumentando l'infiammazione, il rossore e il prurito.

Il dermatologo H. Harris su "Cutis" ha descritto questo disturbo anche nei giocatori di football americano, obbligati ad utilizzare il casco durante le partite. Il disturbo è stato descritto anche nei lavoratori dei cantieri che portano il casco protettivo.

Però non vorremmo che i ragazzi prendano questa come una scusa per non indossare il casco... quali precauzioni si possono prendere per evitare che il casco causi queste reazioni della pelle

Assolutamente no! L'irritazione da casco riguarda solo queste forme particolari di acne e poi basta mettere una garza di cotone protettiva fra casco e pelle per evitare che il sudore e il contatto con il casco scatenino questa reazione.

Quali soluzioni 'fai da te' vanno evitate per non far peggiorare la situazione?

In questi casi, prosegue il Prof. Francesco Bruno, sono controindicati prodotti esfolianti o "scrub" che peggiorerebbero la situazione.

Cosa consiglia invece di fare per migliorare la situazione?

E' utile l'uso di detergenti molto leggeri e - quando c'è caldo-umido - è necessario applicare una pomata all'ossido di zinco.

Grazie

Ringraziamo il Prof. Francesco Bruno, Dermatologo a Milano, Responsabile Nazionale Dipartimento Acne e Disordini delle Ghiandole Sebacee ISPLAD. Membro del Mediterranean Acne Board
www.francescobrunodermatologo.it

A.C. per Margherita.net


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox