OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

Il "dolore" in dermatologia plastica (2).
Oltre ai trattamenti laser esistono numerosi altri trattamenti dermoplastici su cui spesso le pazienti si interrogano circa la "sopportabilità" e compatibilità con la vita sociale.

Le iniezioni di acido ialuronico, sia come filler che come revitalizzante, sono quelle che ottengono la migliore "compliance": la maggior parte sopporta le iniezioni anche senza l'applicazione topica di crema anestetica due ore prima dell'intervento, ricorrendo al massimo ad uno spry anestetico prima dell'iniezione.

Fanno eccezione le labbra, che sono le più sensibili e richiedono l'applicazione preventiva di tale prodotto per evitare una sofferenza eccessiva. Eventuali piccoli ecchimosi del viso, sempre comunque rare, potranno essere mascherate con il make up.

Anche l'acido polilattico, per quanto venga iniettato più in profondità,risulta ben tollerato. L'edema che si produce dura circa un giorno e non comporta particolari problemi; la paziente sarà impegnata per circa una settimana in un impegnativo massaggio serale.

L' asportazione delle piccole neoformazioni in dermatologia plastica avviene spesso senza anestesia locale: basti pensare alle piccole cheratosi seborroiche o agli angiomi rubini. o ai fibromi penduli. I nevi dermici, che richiedono l'incisione con bisturi o punch e quindi la sutura, sono invece preferibilmente asportati dopo iniezione di minime quantità di anestetico.

Il discorso cambia per il trattamento delle cicatrici o delle rughe con laser resurfacing: si tratta di una procedura complessa che richiede uno stato di sedazione (soprattutto se eseguita in zone estese) e l'astensione dalla vita sociale per un periodo minimo di quindici giorni. Se le cicatrici non sono troppo profonde, una alternativa può essere costituita dalla microdermoabrasione con un numero di tre-cinque sedute: si tratta di una tecnica più tollerata, anche se non si può definire indolore.

Per quanto riguarda i peeling, il dolore e la sopportabilità sono in rapporto alla profondità del peeling stesso: minimi nei peeling superficiali (normalmente i più eseguiti) elevati nei peeling profondi per cui vale lo stesso discorso del laser resurfacing.

Anche il trattamento della smagliatura è in genere ben sopportato in quanto la microdermoabrasione viene svolta a livelli non aggressivi anche se tali da arrivare al derma papillare.

Nel complesso si tratta di procedure assolutamente tranquille, in cui in genere anche il fastidio o il minimo dolore sono vissuti quasi con "piacere" in funzione del futuro miglioramento estetico.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox