Donne, moda e tendenze capelli. Il sito delle donne online
HOME MODA BELLEZZA SALUTE DIMAGRIRE CUCINARE OROSCOPO AMORE UOMINI
 

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica | Il danno da airbag

Il danno da airbag

L'airbag, questo strumento di protezione negli incidenti automobiilstici, è spesso anche responsabile, in caso di attivazione, di numerosi problemi dermatologici.

Il meccanismo con cui funziona l'airbag è in fatti un meccanismo particolare: esso è costituito da tre componenti: un sensore che analizza l’angolo d’impatto, misura la decelerazione a cui è soggetto il veicolo, ed invia un segnale elettronico ad una centralina; una centralina elettronica che riceve ed elabora il segnale inviato dal sensore e, quando l’accelerazione è superiore ad una certa soglia, invia il comando di accensione ad un detonatore che innesca una capsula esplosiva; un "sacco" di materiale sintetico robusto, che viene gonfiato dal gas generato dall’accensione della capsula esplosiva. Con l'accensione si realizza un'esplosione che gonfia il "sacco" in un tempo di circa 6 centesimi di secondo, a partire da 2/100 di secondo dopo l’urto.

Da queste premesse si capisce come il danno dermatologico possa essere di origine multipla: la frizione e la pressione della "borsa", il calore generato e il contatto con il gas corrosivo che viene sprigionato con l'urto.

Nella maggioranza dei casi si tratta di contusioni e lacerazioni di entità variabile con lesioni ecchimotiche ma si possono osservare ferite di origine termica e di origine chimica.che andranno differenziate tra loro. Può essere molto importante monitorare il PH della ferita per capire se si tratta di un' stione da alcali: in questo caso andrà eseguita un' abbondante irrigazione per diluire la sostanza corrosiva.