OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

Cure ormonali in dermatologia

E' indubbio il nesso tra molte patologie di cui si occupa la dermatologia plastica, cute, seborrea, irsutismo) e le alterazioni ormonali spesso solo a livello periferico che sono correlate.

In questo caso il dermatologo plastico, oltre a a impostare la terapia dermatologica classica, dovrà impostare o suggerire una terapia farmacologica per os, d'accordo o in collaborazione con lo specialista ginecologo.

I prodotti che abbiamo a disposizione sono :

I contraccettivi orali combinati indicati negli iperandrogenismi modesti di origine ovarica. Sono costituiti dalla associazione di etinilestradiolo + gestodene, drospirenone, ciproterone, desogestel o levonorgestrel. In questi contraccettivi i il progestinico svolge gran parte dell'effetto inibitorio sull'LH e può avere azione antiandrogenica. L'estrogeno aiuta a regolarizzare il mestruo e, innalzando l'SHBG, riduce la quota libera di androgeni. Va sempre valutato il rischio trombotico e l'ipertensione arteriosa. Tra gli effetti collaterali ricordiamo cefalea, nausea, ritenzione idrica.

Nelle donne in cui questo tipo di contraccettivo provoca una eccessiva ritenzione idrica si preferisce utilizzare una associazione di etinilestradiolo (30 mcg) e drospirenone. Trattasi di una sostanza con un minimo o nullo effetto sulla ritenzione idrica a causa dell'azione antimineralcorticoide del progesterone naturale.

Nei casi di iperandrogenismo accentuato con irsutismo si preferisce usare il ciproterone acetato. Questo si può aggiungere al diane (in cui è gia contenuto nella quantità di 2 mg) oppure si può associare con quantitativi personalizzati di etinil estradiolo (10-20 mcg/die) o con contraccettivo non contenente ciproterone acetato. Il ciproterone acetato va utilizzato monitorando la funzionalità epatica. Va posta anche attenzione al metabolismo glucidico. Tra gli effetti collaterali va segnalata la riduzione della libido.

Un altro antiandrogeno utilizzato nelle ipetricosi gravi è la flutamide la quale va però associata ad un contraccettivo orale per il rischio teratogeno sul feto maschio. La flutamide ha un azione simile al ciproterone acetato in quanto compete a livello recettoriale. Anche qui va monitorata la funzionalità epatica.

Un altro prodotto utilizzato è la finasteride che agisce a livello periferico sulla conversione del testosterone in diidrotestosterone. Non funziona però sull'acne e sulla seborrea ma solo sull'alopecia androgenetica e sull'irsutismo.

Un altra sostanza antiandrogena che agisce a livello recettoriale periferico è lo spironolattone che può essere utilizzato in un range di dosaggio che va da 25 a 200 mg. E' un diuretico risparmiatore di potassio che può dare iperkaliemia e ipotensione. In genere si associa a estroprogestinici per evitare polimenorrea e menometrorragie. Alle dosi tollerate è spesso poco efficace.

Negli iperandrogenismi di origine surrenalica viene usato anche il cortisone (desametazone)

Molto importante è l'utilizzo degli antiandrogeni nella terapia sostitutiva in menopausa. L'estradiolo valerato associato al ciproterone acetato in bassa quantità (1mg) può consentire un buon effetto antiage (aumento dell'attività dei fibroblasti, incremento di acqua e acido ialuronico, incremento dell'attività mitotica dei cheratinociti) L'attività antiandrogenica è utile per contrastare l'alopecia androgenetica e l'irsutismo in menopausa

In realtà la sostanza antiandrogena ideale non esiste ma ciascuna di queste andrà valutata nella singola paziente rendendola edotta dei possibili rischi ed effetti collaterali. Così come la paziente dovrà sapere che gli effetti antiandrogeni durano solo per il tempo della somministrazione del prodotto.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox