OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

I capillari degli arti inferiori Siamo alle soglie della primavera ed è ormai quasi scaduto il tempo per cominciare un corretto trattamento dei capillari degli arti inferiori. Su questo argomento è presente ancora molta confusione tale da ingenerare o uno scetticismo ingiustificato o altrettante ingiustificate attese miracolistiche.

Ecco un quadro dei più frequenti luoghi comuni al riguardo con le nostre osservazioni.

1) E' inutile trattare i capillari; tanto poi ritornano... L'affermazione è giustificata dalla frequente ricorrenza di nuovi capillari nel corso del tempo ma non contempla il fatto che in medicina estetica è necessaria una costante cura del proprio corpo, comprese tutte quelle misure preventive di carattere medico che devono sempre accompagnare il trattamento chirurgico. Queste misure preventive sono ormai a tutte note ma difficilmente vengono messe in pratica. Va inoltre rilevato che trattare le teleangectasie rosse senza trattare i vasi afferenti espone comunque a rischi di questo genere.

2) Il laser è stato una delusione perchè sono venuti altri capillari... Il laser è solo un a metodica per trattare i capillari in maniera diversa dalle sclerosanti provocando una endotelite fisica anzichè chimica; è utilissimo per i capillari di dimensioni piccole che non possono essere sclerosati ma nulla può fare sulla ricorrenza di capillari nuovi: Questo è innanzitutto un problema di prevenzione medica. (come abbiamo detto prima)

3) Il dermatologo non è la persona competente per trattare i capillari... Il dermatologo si occupa di problemi cutanei e quindi se ha eseguito corsi adeguati di preparazione e se dispone di apparecchiature valide è in grado di trattare bene le telengectasie delle gambe, problema che è di sua pertinenza. Tuttavia è dovere del dermatologo collaborare con lo specialista vascolare per studiare la funzionalità del sistema venoso quando siano presenti segni che lascino supporre alterazioni del circolo.

4) Mi hanno consigliato di trattare anche i vasi blu ma io non voglio farlo... Spesso i fini capillari rossi sono associati come rami d'albero a tronchi di calibro maggiore di colore blu. Evitare di trattare questi vasi è spesso fonte di insuccesso del trattamento dei vasi più fini e causa di frequenti recidive.

5) Il laser può far venire delle cicatrici... la laserterapia se eseguita correttamente produce una coagulazione selettiva del vaso senza danneggiare l'epidermide e senza provocare ipopigmentazioni. Nel fototipo scuro potranno talvolta aversi delle iperpigmentazioni del tutto transitorie. In questo senso è sicuramente più a rischio il trattamento scleroterapico che può dare anche necrosi cutanee.

6) Se faccio il laser non posso più espormi al sole... Durante tutto il tempo di riparazione tissutale dopo laserterapia (circa un mese) è sicuramente opportuno non esporsi al sole. Successivamente, e per ancora un mese, bisognerà applicare uno schermo totale.

7) Avrei voluto fare il laser anche per i vasi più grandi ma il medico non ha voluto... Il laser è indicato per i capillari e le venule fino a 1,5 -2mm di diametro. Oltre questo ordine di grandezza il trattamento laser richiede fluenze e spot che lo rendono troppo doloroso e comunque non competitivo nei confronti della scleroterapia.

8) Dopo la sclerosante mi è stata consigliata una calza compressiva ma la giudico insopportabile... La compressione post scleroterapia è fondamentale per il successo del trattamento non solo delle varici reticolari ma anche delle teleangectasie. Si tratta di un sacrificio indispensabile.

9) Ho visto per televisione: il trattamento dei capillari è facile e veloce... Niente di più sbagliato. Sia per le implicazioni di carattere vascolare che per problemi oggettivi, il trattamento laser e il trattamento sclerosante non sono affatto semplici; richiedono pazienza; i risultati si vedono certo ma in maniera progressiva.

10) Ho scelto le sclerosanti perchè il laser è troppo costoso... Scegliere un trattamento in base al costo e non alla indicazione medica può portare a spiacevoli conseguenze. Un capillare molto fine non andrà mai trattato con sclerosante solo per risparmiare.


teleangectasie capillari blu dopo tre sedute di trattamento laser.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox