OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

Il calcio nell'alimentazione

Che ruolo hanno gli alimenti nella prevenzione dell'invecchiamento? Oltre all'azione antiossidante dovuta a diversi tipi di sostanze in essi contenuti, un ruolo sicuramente importante spetta al calcio in quanto esso è il costituente principale della struttura ossea.

L'invecchiamento del nostro aspetto è in fatti dovuto oltrechè alla degradazione del collageno della cute e alla riduzione del tessuto adiposo, anche al riassorbimento del tessuto osseo. Questo riassorbimento, infatti,produce alla lunga anche una ridondanza dei tessuti cutanei i quali, venendo meno la struttura di appoggio aumentano la loro lassità.

Premesso che questo riassorbimento è geneticamente programmato, si può pensare comunque che una maggiore attenzione a questa sostanza, come hanno scritto tra l'altro importanti cosmetologi, possa ritardare o comunque contrastare il processo di senescenza.

Ma quali sono le principali fonti di calcio? Sicuramente, i formaggi e i latticini freschi (questi ultimi comunque in quantità ridotte rispetto ai primi) Tra i cereali quantità apprezzabili sono contenute solo nella crusca di frumento, mentre tra i legumi, oltre la soia, solo fagioli, ceci e fave ne contengono quantità apprezzabili. Le verdure che più apportano calcio sono l'indivia, i carciofi, gli spinaci, e la cicoria. Apprezzabile anche l'apporto della frutta secca (noci e nocciole); da non disprezzare il tuorlo dell'uovo. Bisogna comunque sempre distinguere tra la quantità contenuta nell'alimento e la biodisponibilità, vale a dire la quantità effettivamente disponibile. La biodisponibilità dipende in parte dalle caratteristiche dell'alimento e in parte dall'individuo e dalle sue condizioni fisiologiche e nutrizionali.

Per quanto riguarda il calcio inoltre il suo trasporto dal lume intestinale al plasma è regolato dalla vitamina D, la quale acquisisce pertanto un ruolo essenziale ai fini della strategia antinvecchiamento. Purtroppo le fonti alimentari di vitamina D sono piuttosto scarse e sono costituite dal fegato del merluzzo, il filetto dei pesci grassi, il latte intero, il burro,alcuni formaggi a pasta dura e le uova.

Una annotazione importante: le radiazioni Uv sono indispensabili alla sintesi della vitamina D: ecco dunque che non tutto il sole vien per nuocere...


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox