OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

Quelle due o tre cose da sapere sul botulino...

Dunque è ufficiale: l'uso della tossina botulinica a scopo estetico è permessa in Italia ad uso esclusivo dei dermatologi e dei chirurghi plastici. Le pazienti che sono attratte dalla novità possono finalmente rivolgersi a questi specialisti per avere tramite il botox l' effetto di ringiovanimento tanto atteso.

Ma quali sono le vere indicazioni per il botox?
A nostro avviso, l'effetto della tossina, che dura all'incirca sei mesi, è ottimale per i soggetti giovani che usano molto i muscoli frontale, orbicolare e corrugatore: in questo modo "mettendo a riposo" questi muscoli si ha un'azione ottimale di prevenzione della formazione delle rughe che diventerebbero diversamente sicuramente molto visibili nel tempo.

La ruga di espressione già presente si attenua molto ma non scompare mai del tutto e ha bisogno dell'apporto aggiuntivo dell'acido ialuronico. Il soggetto anziano, con perdita di tono e di elasticità, rischia di rimanere deluso perchè una parte delle rughe perioculari non dipende dalla contrazione muscolare. Inoltre la riduzione delle rughe perioculari può comportare una accentuazione di quelle perilabiali! In questi casi è più indicato un laser resurfacing.

E' indicato inoltre per chi ha sopracciglia alte, meno per chi le ha basse, perchè il botox potrebbe conferirgli un aspetto stanco e affaticato.

Non è indicato per trattare gli inestetismi sottopalpebrali, soprattutto la calasi per l a quale la blefaroplastica rimane l'intervento principe. E' invece molto indicato in soggetti giovani che presentano una ipertrofia dei muscoli orbicolari.

Il trattamento del distretto zigomatico-buccale si presenta molto rischioso e andrebbe evitato per scongiurare spiacevoli incidenti. Può invece essere indicato per le rughe del collo anche in questa zona i risultati non sempre sono soddisfacenti.

Infine non è indicato per le persone ansiose o paurose le quali potranno trarre vantaggio comunque da trattamenti più modesti ma non per questi primi di efficacia quali per esempio la applicazione di speciali maschere contenenti acetilesapeptide, una sostanza in grado di mimare anche se in piccolo l'azione della tossina botulinica.

Rarissimi sono i casi di allergia mentre bisogna essere sicuri che il paziente non soffra di malattie neurologiche o non assuma farmaci che riducono l'attività della tossina.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox