OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica | Aumentare la produzione di collageno

Aumentare la produzione di collageno

Aumentare la produzione di collageno: sembra questa la parola d'ordine comune in campo estetico e la maggior parte dei trattamenti si propone per contrastare l'aging di ottenere questo risultato.

Ma cosa è esattamente il collageno?
Il collageno è una struttura rigida caratterizzata dalla presenza di prolina e idrossiprolina, che si dispongono a formare una triplice elica. L'unità strutturale è costituita dal tropocollageno. Nel collageno di tipo I che costituisce il 90% di tutto il collageno sono presenti due catene alfa 1 e una catena alfa 2; i filamenti di tropocollageno sono tenuti assieme da legami idrogeno.

La biosintesi del collageno avviene nella cute tramite i fibroblasti presenti nel tessuto connettivo della cute.

Quali sono le metodiche atte ad aumentare la produzione di collageno?
Una delle metodiche più utilizzate è costituita dalle iniezioni revitalizzanti di acido ialuronico: questo - è risaputo - si lega a particolari recettori sulla cute inducendo la produzione di collageno nuovo. Sappiamo però che l'effetto di tale iniezioni è più che altro un effetto idratante e la quantità di collageno prodotto è piuttosto scarsa. La produzione di collageno può anche essere indotta dall'iniezione di acidi nucleici e di silicio.

La maggior parte delle metodiche per la produzione di collageno si affidano alla produzione di calore indotte dalla radiofrequenza e dal CO2 frazionato (o dall'associazione delle due metodiche) che è in grado di indurre la produzione di collageno di tipo I, cioè un collageno di tipo fibroso. L'acido polilattico introdotto nella cute come una sostanza atta a determinare una reazione da corpo estraneo induce anch'esso la produzione di collageno di tipo fibroso.

Una particolare metodica atta a determinare la produzione di nuovo collageno è il laser frazionato non ablativo, il quale crea colonne di danneggiamento di tessuto che vengono poi ricostituite dalla sintesi di nuovo collageno da parte dei fibroblasti. Tale metodica è particolarmente utile nel trattamento delle smagliature.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox