OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

L'allergia ai tatuaggi

Diventate rarissime le infezioni trasmesse coi tatuaggi da quando questi sono eseguiti da tatuatori professionisti, rimane il problema delle possibili reazioni allergiche che si possono manifestare da un punto di vista dermatologico come vere e proprie lesioni eczematose a distanza di poche settimane o anche di alcuni anni dalla inoculazione del pigmento.

Le reazioni allergiche più frequenti si verificano nei confronti dei pigmenti di colore rosso. E' il solfuro di mercurio il responsabile in genere di queste reazioni allergiche, che sono dimostrabili con appositi test, detti test epicutanei. In sostituzione del solfuro di mercurio, si sono utilizzati per il colore rosso pigmenti organici di carattere vegetale, i quali possono comunque dare reazioni allergiche.

I pigmenti di colore giallo (a base di solfuro di cadmio) sono più spesso responsabili di reazioni fotoindotte, caratterizzate da insorgenza di edema ed eritema dopo esposizione alla luce del sole.

Le reazioni ai pigmenti per creare i colori verde, blu e nero sono invece di riscontro meno frequente; tuttavia bisogna ricordare che i tatuaggi verdi possono contenere potassio bicromato, che può dare reazioni allergiche; lo stesso si può dire per i tatuaggi blu che contengono cobalto.

Va ricordato che i tatuaggi possono dare anche reazioni da corpo estraneo, non solo allergia e anche qui è il pigmento rosso il più incriminato. Lo stesso colore rosso può dare reazioni di tipo lichenoidi con formazione di papule e placche verrucose localizzate alla porzione rossa del tatuaggio stesso.

In definitiva si può dire che i tatuaggi neri sembrano essere i più sicuri oltre che più facilmente eliminabili con la laserterapia q switch.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox