OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

Un algoritmo per il ringiovanimento "Un algoritmo per il ringiovanimento" del viso: così si intitola un recentissimo articolo della dermatologa americana Zoe Diana Draelos in cui il problema dell'invecchiamento viene affrontato per "comparti" ciascuno dei quali richiede approcci e tecniche differenti.

Architettura ossea.
E' uno degli aspetti più importanti perchè senza un adeguato sostegno osseo si produce facilmente lassità cutanea. La demineralizzazione ossea comincia molto presto (intorno ai 25 anni) nelle donne di fototipo chiaro. E' molto importante, sostiene l'autrice, dosare la vitamina D e valutare radiologicamente l'osteoporosi incipiente. Una intergrazione di vitamina D, calcio e fosforo può costituire uno strumento utilissimo per combattere questo aspetto dell'invecchiamento.

Architettura della cartilagine
Anche la cartilagine, con i suoi cambiamenti, contribuisce produrre un invecchiamento del viso, in particolare la cartilagine del naso. Sono gli ormoni secreti nel terzo trimestre della gravidanza a far scendere il naso verso il basso, provocando un aspetto più maturo. Pochi studi sono stati condotti su questo aspetto importante: l'autrice suggerisce l'iniezione di acido ialuronico durante la gravidanza per preservare un " naso giovanile".

Comparto sottocutaneo
Il comparto sottocutaneo va incontro alla maggior parte dei cambiamenti che provocano l'invecchiamento del viso. Non è chiaro - sostiene la Draelos - perchè a un certo punto della vita il tessuto adiposo si riduce nel viso e viene ridistribuito in altre zone del corpo. Secondo alcuni studi ciò sarebbe dovuto ad una diminuzione del GH; per questo alcuni raccomandano una supplementazione con 0,5-1 U al giorno. Inoltre poichè il Gh viene secreto durante il sonno e alterazioni del ritmo sonno veglia possono influenzarne la secrezione, molti autori consigliano la somministrazione di melatonina per aumentare la profondità del sonno. La Draelos consiglia il lipoffiling - e sconsiglia il lifting, che può modificare l'aspetto del viso - per ridare al viso l'aspetto giovanile e ridurre i solchi naso labiali. L'inconveniente del lipofilling - a nostro avviso - è comunque la sua invasività in rapporto alla sua breve durata.

Derma ed epidermide
E' il classico punto critico dell'invecchiamento che consiste anzitutto nella perdita di collageno, nella comparsa di macchie e teleangectasie nel viso. Il dermatologo - come dice la Draelos - ha molto da offrire in questo campo: per la perdita di collageno fillers, peeling chimici profondi (che noi sconsigliamo) laser resurfacing e - aggiungiamo noi - acido polilattico. Il botox potrà essere di grande aiuto per ridurre la comparsa delle rughe di espressione. Le anomalie di pigmentazione potranno giovarsi di peeling. Crioterapia, sistemi laser e luce pulsata. I laser selettivi e l'IPl potranno essere utilizzati nelle teleangectasie e nell'eritrosi.

Il dermatologo sarà anche in grado di migliorare notevolmente la "texture " cutanea mediante peeling superficiali. La Draelos cita i peeling glicolico e salicilico e noi aggiungiamo il piruvico. La dermatologa Usa cita anche la microdermoabrasione, usata "all'americana" per provocare esfoliazione dello strato corneo.

Per quanto riguarda lo strato corneo "la vera area del cosmoceutico" è il vero obbiettivo di tutte le creme antiaging. Fondamentale è combattere la disidratazione, che porta alla comparsa delle fini rugosità, tramite sostanze che possano ripristinare la barriera cutanea.

La conclusione è che il trattamento antiaging del viso deve essere un trattamento che riguardi tutte le componenti in esso presenti tramite un approccio multisistemico.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox