OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Dermatologia plastica

L'acne nel periodo estivo Come curare l'acne nel periodo estivo? Esporsi al sole o no? Quali altre patologie simil acneiche compaiono in questo periodo?

La cura dell'acne nel periodo estivo rappresenta un problema in quanto le classiche terapie di attacco con antibiotici per via orale, benzoilperossido non sono attuabili per via dei loro effetti fotosensibilizzanti; pertanto è bene che la paziente arrivi all'estate in buon e condizioni in modo da attuare soltanto una tranquilla, classica terapia di mantenimento.

Un atteggiamento diffuso ma sicuramente sbagliato è quello di sospendere completamente le terapie confidando nel camouflage naturale indotto dalla pigmentazione e nell'effetto antinfiammatorio indotto dalle radiazioni uv. E' ormai noto che molto spesso l'acne in estate peggiora per tutta una serie di ragioni: oltre alla già accennata sospensione della terapie locali, va considerato l'impiego di emulsioni idratanti o prodotti solari con effetto occlusivo e l'azione comedogenica delle radiazioni sia uva che uvb.

Inoltre spesso compaiono d'estate manifestazioni follicolitiche che sono erroneamente scambiate per acne ma sono più propriamente delle sudamina, anche se non riguardano la ghiandola sudoripara: infatti il caldo umido provoca un rigonfiamento dello strato corneo, un'azione occlusiva anche sulla ghiandola sebacea e la conseguente facile colonizzazione batterica.

A nostro parere, pertanto, la soluzione terapeutica più opportuna in questo periodo non è quella di sospendere completamente il trattamento cheratolitico, ma di continuarlo moderatamente con prodotti non eccessivamente aggressivi. E ' evidente che la prosecuzione del trattamento cheratolitico renderà la cute più sensibile alle radiazioni solari ma in ogni caso sarà necessario eseguire una fotoprotezione accurata, anche per le ragioni già esposte. La fotoprotezione per la cute seborroica dovrà rigorosamente avvenire con prodotti adeguati e applicati più volte nel corso della giornata.

Per prevenire le follicoliti estive si dovrà puntare su una adeguata detersione con topici antibatterici applicati almeno una decina di minuti prima del risciacquo; gli stessi detergenti a base di benzoil perossido non sono a nostro avviso da considerarsi negativi, a patto che siano ben rimossi prima dell'esposizione al sole.


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox